Strategie

10 Strategie di Growth Hacking che daranno una svolta al tuo business

Seo, email, user experience, proposte di valore, cosa è bene sapere per far crescere un business

Silvia Di Gennaro 

Marketing & Communication Assistant

Tecniche e strumenti per far crescere il business. Scopri il Corso in Growth Hacking & Performance Marketing di Ninja Academy, formula Online + Aula Pratica (opzionale) a Milano.

Il Growth Hacking è il processo di sperimentazione rapida sul prodotto e sui canali di marketing per trovare il modo più efficiente per far crescere un business. Questo però non sarebbe possibile senza strategie di Growth Hacking  ben precise.

Eccone dieci proposte da Andrew Lermsider, imprenditore, consulente e Direttore Marketing di Q-Link Wireless, che ha portato l'azienda in meno di sei anni da zero a 1.7 milioni di clienti.

1. L'offerta irresistibile

L'offerta è la chiave di tutto anche delle strategie di Growth Hacking. Qualsiasi cosa decidi o deciderai di vendere infatti, che sia prodotto, servizio o informazione, tanto più sei disposto a creare l'offerta intorno a esso tanto più avrai possibilità di successo.

Strategie di Growth Hacking

Cosa rende un'offerta irresistibile?

  • Chiarezza e concisione. Le persone confuse non comprano, assicurati quindi di sviluppare e diffondere un'offerta chiara facendo molta attenzione alle parole usate. Nella formulazione dell'offerta le abilità di copywriting saranno fondamentali;
  • Mostra riprove sociali a testimonianza del prodotto es. "dicono di noi.." o recensioni utenti e case history;
  • Offre un valore. Il tuo obiettivo è vendere questo è chiaro, ma non puoi chiedere senza offrire un valore al tuo possibile cliente. Il rischio è un successo labile e non duraturo.
  • Indirizza a un problema e ne fornisce la soluzione. Che effetto ti fa leggere un annuncio su un problema che ti riguarda direttamente?  Generalmente la voglia di cliccare, poi guarda caso per magia trovi la soluzione. Cosa fai a quel punto? Compri!.
  • Propone garanzie come "soddisfatti o rimborsati" riducendo nella mente del customer il fattore di rischio per un acquisto sbagliato;
  • Ha una call to action degna di nota in grado di attirare anche i più restii. In proposito ti consigliamo anche l'articolo sulle landing page dove affrontiamo l'argomento da un punto di vista grafico e testuale;
  • Usa la scarsità per ricevere una risposta immediata. "I posti a disposizione sono limitati. Prenota subito per non perderli", di scarsità parla ampiamente Robert Cialdini nel libro "Le armi della persuasione" e fidatevi farebbe alzare dal divano persino i target più pigri.

Come creare un'offerta irresistibile?

Non è per nulla facile rispondere a questa domanda, soprattutto nel momento in cui entra in gioco il target. Per fare un'offerta irresistibile, si dovrà infatti conoscere il proprio target alla perfezione, il mercato e i competitor.

2. User experience

Alzati dalla sedia, esci dalla tua azienda e "affronta" il customer journey con gli occhi del cliente. Come ti sembra la user experience proposta? Quanto è efficace il tuo sito nel convertire? È abbastanza veloce e facile da navigare? L'esperienza da mobile com'è?

Strategie di Growth Hacking

LEGGI ANCHE: Glossario della User Experience, dalla A alla UX

La user experience è fondamentale tra le strategie di Growth Hacking. Se la user experience è debole non solo non convertirai, ma perderai anche posizioni SEO. Google ha infatti dichiarato che la user experience è uno dei più importanti fattori di ranking.

Cosa puoi fare per migliorare la user experience nel funnel?

  • Rimuovi gli elementi non necessari e che recano distrazioni
  • Assicura al cliente uno spostamento veloce tra le pagine
  • Non creare interruzioni nel funnel (es. rimandi ad altri siti)

Non hai idea della user experience e del customer journey della tua target audience? Più semplice di quello che sembra, basta chiederlo direttamente al customer. Parlare con le persone ti permetterà di uscire dal mondo delle idee calandoti in quello della dura realtà fatto di un’infinità di variabili impazzite.

3. Attira Lead con contenuti di valore

In media la maggior parte delle persone non acquista alla prima interazione, ma servono tra i 90 giorni e i 18 mesi per concludere un acquisto (dipende ovviamente dal tipo di prodotto o servizio che si vuole acquistare e relativo costo). Il tuo obiettivo? Esserci quando avranno deciso di cliccare "Compra".

Strategie di Growth Hacking

Tra le strategie di Growth Hacking, puoi attirare lead offrendo contenuti di valore e costruendo una relazione nella quale ti presenti all'utente come "figura autorevole". Non chiedere prima di dare e impara a chiedere quando è il momento. Ascolta i bisogni della tua audience e fornisci consigli o soluzioni ad un problema (es. Tutorial o articoli "come fare per.."), anche al di fuori del tuo business. Gli utenti ricorderanno che è stato il tuo brand ad averli aiutati.

LEGGI ANCHE: 7 trend di digital marketing che continueranno ad essere vitali anche nel 2018

A questo punto potresti dire, "non ho tempo per creare contenuti di questo genere né soldi da investire in una figura che se ne occupi". Puoi provare allora in modo semplice e chiaro a documentare la vita o cosa fa la tua azienda o startup ogni giorno. L'obiettivo è far capire con trasparenza la qualità del tuo lavoro e creare autorevolezza. In questo modo renderai anche il tuo brand definito e riconoscibile.

4. Alimenta le sottoscrizioni usando le email

Le email sono morte? Assolutamente no! Le email piacciono ai clienti, che nel 72% dei casi le ritengono lo strumento preferito per comunicare con le aziende e nel 91% dei casi gradiscono la ricezione di offerte, promozioni, informazioni tramite mail.

Le email sono importanti anche nelle strategie di Growth Hacking, si rivelano infatti uno strumento economico, ricco di dati e per questo altamente personalizzabile. Ciò non significa "usiamo solo mail e stressiamo il cliente", ma creiamo piuttosto una relazione equilibrata tra proposte di acquisto e valore fornito.

Nelle email inoltre rivolgiti ai tuoi utenti come fossero persone che conosci bene e con cui hai instaurato una lunga relazione, usa per esempio formule come Caro, P.S., e proponi messaggi chiari e concisi.

5.Concentrati sulle conversioni e sull'ottimizzazione

Costruire un'offerta seguendo i principi di marketing farà la differenza tra una strategia di successo e un possibile "poteva andare meglio". Per convertire  è necessario avere un funnel di vendita e un sito ottimizzato. Puoi usare strumenti come Google Analytics per tracciare le conversioni o costruire tutto il funnel con software come ClickFunnels.

6.Segmenta la tue liste basandoti sui comportamenti

C'è una distinzione tra i messaggi inviati tramite sito web, email, social e ce n'è un'altra tra utenti che hanno interagito con un messaggio rispetto a quelli che non l'hanno fatto.

Non si possono trattare gli utenti nello stesso modo, ma è necessaria, tra le strategie di Growth Hacking, segmentazione e personalizzazione dei messaggi.

Strategie di Growth Hacking

Strumenti come CRM o Analytics ti permetteranno di differenziare l'offerta e far crescere i volumi delle tue vendite.

LEGGI ANCHE: Strumenti di Growth Hacking che faranno crescere il tuo business (e ti semplificheranno la vita)

7. Re-marketing e re-engaging

La maggior parte dei consumatori non acquista alla prima interazione, ma come abbiamo detto in media lo fa dai 90 ai 180 giorni.

Cosa puoi fare?

Esserci quando decideranno di farlo e nel frattempo ricordare che sei lì e che li aspetti. Lermsider suggerisce di essere aggressivi con il re-targeting e re-engaging per i primi 14 giorni, non oltre per evitare di passare per stalker.

Per il re-marketing e re-engaging puoi affidarti a strumenti come il Facebook Pixel o Google pixel.

8. Customer Life Time Value tra le strategie di Growth Hacking

Molti imprenditori pensano a breve termine nella relazione con il cliente, quindi non oltre la transazione. Altri più lungimiranti invece capiscono le potenzialità del Customer Life Time Value (LTV) e implementano strategie per monetizzare i clienti lungo tutto il percorso.

strategie di Growth Hacking

LEGGI ANCHE: Glossario digitale: 50 acronimi del Web Marketing che devi conoscere

Del resto è noto che mantenere clienti felici e fedeli è 5 volte meno dispendioso che acquisirne di nuovi e la probabilità di un loro riacquisto è intorno al 60-70% rispetto al 5-20% di un nuovo cliente. Ti consigliamo quindi di prestare attenzione a Customer Service, personalizzazione, idee originali e una visione user centric verso i tuoi clienti.

 9. Migliora la velocità del tuo Sito

Non tutto il mondo ha a disposizione il 4G o la banda larga e accedere a notizie con un caricamento lento (oltre 3 secondi da una ricerca Google), comporta l’abbandono del sito per il 53% degli utenti. La velocità è importante tra le strategie di Growth Hacking e anche per Google, che ne fa un fattore di ranking e introducendo le pagine AMP così come Facebook con gli Instant Article. Puoi testare la velocità del tuo sito con uno strumento di Google chiamato Page Insights o mobile speed tool.

LEGGI ANCHE: Come continuare a migliorare la SEO anche nel 2018

10. Valuta con cura i dati

Chi sono i customer? E da dove vengono? Quanto tempo rimangono sul sito e quali pagine visitano di più? Più si hanno informazioni in questo senso più sarà facile prendere decisioni che aiuteranno la crescita del business e ad attuare le strategie di Growth Hacking.

Utilizza queste informazioni per capire dove si interrompe il funnel e per migliorare la user experience. Puoi utilizzare strumenti come come Crazy Egg per testare la creatività e i dati sul sito web. Crazy Egg restituisce infatti una mappa termica in cui vengono presentate le aree di maggiore interesse per gli utenti, su cui fare leva per ottimizzare il conversion rate. Inoltre, registrando i movimenti dell’utente e le pagine sequenzialmente visitate nel sito permette di ottimizzare il customer journey.

Altri strumenti utili possono essere truconversion.com o hotjar.com

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

L'offerta è la chiave di tutto anche delle strategie di Growth Hacking. Qualsiasi cosa decidi o deciderai di vendere infatti, che sia prodotto, servizio o informazione, tanto più sei disposto a creare l'offerta intorno a esso tanto più avrai possibilità di successo.

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy