Coty verso l'acquisizione del beauty business di Procter and Gamble

Un'operazione da 12,5 miliardi di dollari per entrare nell'olimpo del settore beauty

Federico Gambina

Web Editor & Social Media Specialist

Coty, il colosso americano guidato da Bart Bech ha firmato l’accordo per l’acquisizione del beauty business di Procter & Gamble che comprende 43 marchi, tra cui Wella, Max Factor e CoverGirl.

Il gruppo statunitense, già famoso per la distribuzione di profumi, entra a far parte delle teste di serie del beauty, diventando il terzo colosso al mondo dopo la francese L’Oréal ed Estée Lauder.

LEGGI ANCHE: HomeToGo raccoglie 6 milioni di euro [INTERVISTA]

Il gruppo Coty possiede già un portfolio di marchi noti quali Rimmel, Calvin Klein e Davidoff, acquistando parte di P&G potrà contare anche su Olay e sulle licenze di alcuni dei più grandi marchi del mondo tra i quali: Hugo Boss, Dolce & Gabbana e Gucci.

L’intesa tra Coty e P&G beauty

Coty porterà circa 12,5 miliardi di dollari nella casse di P&G beauty business. A transazione avvenuta, gli azionisti Procter & Gamble avranno il 52% di tutte le azioni, mentre agli azionisti di Coty andrà il 48%. Grazie ad una transazione tax free nota come “Reverse Morris Trust”, P&G invece che vendere direttamente i suoi marchi farà uno spin-off, garantendo così la maggioranza ai suoi azionisti.

L’obiettivo è quello di limitare le tasse che gli azionisti delle società dovrebbero pagare con la vendita diretta delle proprie azioni. Dalla fusione tra Coty e P&G Beauty Business nascerà un nuovo colosso da 10,5 miliardi di dollari. A questo proposito è interessante leggere un commento di Bart Bech, presidente e direttore generale di Coty:

“Con il talento nel settore Beauty dei due operatori e con il fantastico portafoglio di marchi di livello mondiale, abbiamo l’opportunità di creare un leader estremamente specializzato ed esclusivo, un colosso del settore in grado di offrire possibilità e vantaggi entusiasmanti per dipendenti, licenziatari, clienti e fornitori. Siamo certi che con la più ampia offerta di marchi leader, con il forte sostegno del marchio, lo sviluppo di una migliore pipeline di prodotti innovativi e la presenza geografica e la portata assai più ampie, Coty rafforzerà la propria posizione competitiva e la capacità di capitalizzare sulle opportunità di fatturato e di crescita dei profitti nel corso del tempo. La nostra piattaforma operativa e finanziaria combinata ci permetterà inoltre di generare significativi aumenti degli utili per azione e maggiori flussi di cassa nel lungo termine, fattori che ci forniranno un solido bilancio con profilo prudente di leverage. Si tratta di una situazione che, nel suo complesso, presenta il potenziale per portare alla creazione accelerata di valore per gli azionisti di Coty,”.

La chiusura dell’operazione dovrebbe arrivare nella seconda metà del 2016 quando Coty si incaricherà dei 2,9 miliardi di dollari di debiti della divisione beauty del gruppo di Cincinnati.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?