Olimpiadi di Londra 2012: come partecipare tramite i social network?

L'attesa per Londra 2012 sale: ecco i vari modi per tenersi aggiornati via web

Non molto tempo fa vi abbiamo presentato 10 assurde limitazioni di marketing alle Olimpiadi, in cui abbiamo evidenziato i profondi cambiamenti e le forti limitazioni alle politiche di condivisione sui social media imposte dal Comitato Olimpico Internazionale (CIO).

In pratica, è prevista vita dura per i Social Media Manager che vorranno lavorare con le notizie provenienti da Londra. Infatti, prima di pubblicare un contenuto, è bene sapere che i brand non autorizzati non potranno associare il proprio nome a quello delle Olimpiadi e che nessuna campagna di marketing può essere attuata utilizzando le immagini, i luoghi o semplicemente richiamando gli eventi olimpici.

Le linee guida a cui fare riferimento, estremamente stringenti, sono consultabili tramite questo documento, e prevedono anche il cosiddetto “silenzio olimpico” (per l’Italia entrato in vigore ieri), ossia l’impossibilità da parte degli atleti partecipanti e dei giornalisti accreditati di aggiornare i propri social network personali, pena salatissime multe.

Appare una scelta quasi paradossale, soprattutto alla luce di alcune iniziative proprio legate ai social network attuate dallo stesso CIO, come il “The Olympic Athletes Hub” (di cui vi abbiamo parlato qui), e della maggiore digitalizzazione rispetto anche a Beijing 2008.

In questo clima estremamente “rigido”, però, ci sono comunque tante possibilità per informarsi e partecipare attivamente ai giochi di Londra, ovviamente soprattutto grazie ai social network. Ecco i principali canali!

Siti istituzionali

Oltre al sito ufficiale dei giochi Olimpici di Londra 2012 (http://www.london2012.com/), è possibile fare riferimento a:

Facebook

Non poteva mancare il social network più famoso al mondo, che offre tante opportunità per interagire durante tutti gli eventi sportivi previsti.
Si parte dalle fan page istituzionali: quella ufficiale dei Giochi Olimpici ha già oltre 2,9 milioni di like, mentre quella dedicata a Londra 2012 può contare su circa 602.000 fan.

Presente su Facebook anche l’informazione azzurra, sia con la pagina (NON ufficiale) del Team Italia impegnato nei Giochi, sia con la fan page di Sky Sport che, alla sua prima Olimpiade da Televisione Ufficiale, ha sviluppato un ambiziosissimo progetto. interamente basato sulle Open Graph di Facebook: si chiama I-Race ed è un movimento di condivisione dell’evento Olimpico e di sostegno per il proprio sport o atleta preferito.

Molto interessante come punto di riferimento anche la pagina NBC Olympics, frutto di una partnership commerciale tra l’emittente statunitense e il social network di Menlo Park.

Twitter

Per chi preferisce meno interazione e più notizie, sono molte le possibili fonti anche su Twitter.

Oltre agli account ufficiali dedicati ai Giochi (@Olympics e @London2012), cinguettii puntuali potrete trovarli anche su @IOCMedia, il profilo istituzionale del CIO.
Tutti italiani, invece, gli aggiornamenti del neonato profilo del CONI (@ConiNews).

In alternativa, ci si può aggiornare in tempo reale su tutte le news e le “voci” della rete con l’hashtag #londra2012, o il più generico #olimpiadi.

Google+

Non sta a guardare Google+, che prova ad incrementare utenti ed interazione con la pagina ufficiale di Londra 2012 e quella dei Giochi, entrambe aggiunte alle cerchie da più di 500.000 utenti.

Interessanti anche le iniziative correlate sviluppate dal social network di Mountain View, che offre una guida speciale della città di Londra realizzata con Google Maps e Google Street View“per familiarizzare con i luoghi, dai monumenti ai parchi, dalle piazze ai musei, e avere informazioni utili su hotel e ristoranti con Google+ Local!”

YouTube

La portata storica dei prossimi Giochi londinesi non è dovuta soltanto alla presenza di tanti tra i migliori atleti del mondo, ma soprattutto per la monumentale copertura mediatica che consentirà a tutti di assistere ad ogni gara disputata nelle diverse discipline.

Il CIO, infatti, offrirà la visione gratuita mediante il proprio canale YouTube a coloro che non potranno seguire in diretta televisiva l’evento (si parla di 2.200 ore in diretta streaming ad alta definizione), ovviamente solo nei paesi in cui non sono stati ceduti i diritti per la trasmissione digitale (ad esempio non Italia, dove i diritti in chiaro sono stati acquisiti dalla Rai e da Sky).

Qui è consultabile l’elenco completo dei paesi interessati all’iniziativa.

Mancano solo 10 giorni all’inizio di quelle che sono state già ribattezzate le prime “Socialympics”. Siete pronti per un’abbuffata di sport? Fateci sapere nei commenti come seguirete questo storico evento!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?