10 esempi internazionali di brand page su Pinterest

Pinterest, uno dei fenomeni social del 2012, non sta piacendo molto solo agli utenti (avete visto le statistiche e il confronto con Tumblr?): da qualche tempo anche i brand e le aziende stanno cominciando a posizionarsi sulla piattaforma.

Un articolo di Business Insider cerca di fare chiarezza e proporre linee guida su come una marca dovrebbe posizionarsi sul social, fornendo utili consigli:

  • Non parlare solo di sè stessi. E’ un social network, le interazioni sono importanti :-)
  • Utilizzare le lavagne per segmentare l’audience. Sembrano fatte apposta!
  • Usare la piattaforma per avviare contest multi-social: avete visto il caso Land’s End?
  • Integrare Pinterest in una strategia multi-canale: stando ben attenti a differenziare i contenuti…
  • Aggiungere il “pin it” button: magari di fianco al like it, così l’utente avrà davanti una decisione davvero difficile da prendere :-)

A tal proposito, ecco una ‘carrellata’ di esempi da tutto il mondo selezionati da un recente post di DreamGrow e dalle riflessioni del bravo Davide Licordari, da cui prendere spunto e da analizzare per comprendere le strategie migliori.

Mashable

Sony Music

The Wall Street Journal

Casa.it

Charity: Water

pinterest brand pages charity water 41 Great Examples of Pinterest Brand Pages

GAP

pinterest brand pages gap 41 Great Examples of Pinterest Brand Pages

Travel Channel

Amnesty International USA

Time Magazine

United Colors of Benetton

Ce ne sono comunque molti altri: la tendenza generale vede la naturale propensione a aprire uno spazio su Pinterest da parte di marche e aziende attive in settori in cui “l’immagine conta” (per motivi anche differenti), non solo i classici fashion e food ma anche architettura, ONG etc.

Una pecca? Forse manca ancora un po’ d’interazione: per ora la maggior parte dei casi prevedono un posizionamento tipo “vetrina”. Ma siamo solo agli inizi, il 2012 è lungo:-)

 

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?