L'appello di Till Neuburg al WWF e all'UPA

Le Balene sdrammatizzano l'advertising, in un periodo animato particolarmente dalla questione dei fake e della dignità delle donne, proponendo il primo bando di gara per un cliente.




Non è un caso se il dreamteam di parecchi anni fa (Baldoni Panzeri Sabbatini) si è ricomposto per due terzi e si distingue per cose e cosacce che fanno a polpette il conformismo dello stravecchio adv. Al posto di Sabbatini ora c’è un fisico che sa tutto sulle onde gravitazionali e forse è proprio per questo che lo sciabordio della scienza ha spinto Marco Andolfato verso le tempeste perfette del marketing e della pubblicità.

Il quarto uomo a bordo e in campo si chiama Giusi Bonsignore. Quando ci sono da segnalare supplementi e costi che superano i tempi regolamentari, la sua tavola luminosa la vedono persino nella curva sud dove si trastullano gli ultrà del planning, i gazzettari trade e i clienti.

Ciò che una volta quei serissimi matti facevano per Il Manifesto, D&C, TCI, Assovetro, Molteni, Olivetti e sopratutto per Pioneer, oggi minacciano di farlo a noantri – e ai clienti. Dicono che gli piacerebbe guidare un’auto – non importa se coreana, crucca o torinese – l’importante è che sulle strade che intendono percorrere non debbano guidare contromano cioè a destra.

Le Balene sono una specie a rischio d’estinzione – più o meno come succede ai fruttivendoli, ai netturbini, ai sarti… e ai clienti che non straparlano solo di Auditel e GRP.

Till Neuburg

Scritto da

Till Neuburg

Till Neuburg è un ex grafico, ex critico cinematografico, ex copywriter, ex giornalista di motociclismo, ex disegnatore di caratteri, ex produttore e regista di spot. Un ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Kill Till .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it