Case studies

Esempi e consigli utili per non essere in ritardo con il marketing di Natale

Se stai ancora cercando la migliore idea per Natale 2018, fermati e leggi: ecco alcune strategie di successo per comunicare anche durante le festività

Roberta Leone 

Copywriter & Content Manager

7 percorsi in Digital Marketing: ottieni una certificazione riconosciuta in Italia ed all'estero! Scopri i nuovi Executive Master Ninja Academy e Università IUSVE, da oggi 100% Online!

Chi si occupa di marketing lo sa bene: il Natale coincide con il ritorno dalle vacanze estive e per i primi brainstorming il 2 settembre siamo già in ritardo. Ma se tra feste patronali, Halloween, Black Friday e compleanno del CEO, la grande idea per Natale 2018 ancora non ha visto la luce, potresti prendere nota da chi ha fatto bene negli anni scorsi.

Natale vuol dire emozioni

Natale è il momento delle grandi emozioni, dei ritorni, degli abbracci, delle luminarie e dei regali.

Emotività tout court. Dopo mesi ritroviamo del tempo da trascorrere in famiglia, con gli amici, per fare e ricevere regali. La prima cosa da segnare in agenda quindi è questa: trova una connessione emotiva con il tuo pubblico.

Quello che è sicuramente riuscito a fare l’aeroporto londinese di Heathrow che, dopo il successo del 2016, ha riproposto anche lo scorso anno la coppia di orsetti protagonisti dello spot, questa volta raccontandone la storia nel tempo, dal 1967 al 2017.

Siamo davanti ad uno storytelling fenomenale, con tanto di suspense da lacrimoni e “vissero tutti felici e contenti” finale.

LEGGI ANCHE: Amazon venderà alberi di Natale veri e alti più di due metri.

E se le keyword di questo paragrafo sono "Natale" ed "emozioni", è proprio impossibile non citare Jhon Lewis, brand che comanda indiscusso da anni le comunicazioni festive e che nel 2017 ci ha proposto #MozTheMonster, la curiosa amicizia tra un bambino e il mostro che abita sotto il suo letto.

Aiuta a ridurre lo stress dei tuoi clienti

E se fino adesso abbiamo immaginato il Natale come emozioni positive, amici, cene, parenti, ritrovi, amore e pace nel mondo, ritorniamo anche alla realtà: lo stress.

No, non ti stiamo consigliando un bel pacchetto di sedute dallo psicanalista, bensì di ricordare che per tutti il Natale rappresenta anche lo stress da regalo perfetto.

Un insight prezioso, che puoi sfruttare al meglio aiutando i tuoi clienti - non solo con la migliore esposizione dei tuoi prodotti - ma facendogli trovare il regalo giusto per ogni parente, amico o collega.

LEGGI ANCHE: 7 consigli per pubblicare annunci vincenti nelle Stories su Instagram

Un bell’esempio di Customer Christmas Center (termine appena coniato) ce lo offre l’iniziativa di un test di personalità creato da Annie Selke, brand che si occupa di oggettistica per la casa, che è riuscita in ben due macro obiettivi: creare engagement ed essere di reale aiuto ai suoi clienti. Diciamo basta alle pantofole e ai maglioni con le renne!case history di successo per raccontare al meglio il tuo brand anche a Natale 2018

A Natale tutti dobbiamo essere più buoni

Ebbene sì, è proprio la verità. Stiamo entrando in quel periodo dell’anno durante il quale dobbiamo essere tutti più buoni. Anche (e soprattutto) i brand. È questo il momento giusto per la Corporate Social Responsibility, cioè per raccontare al mondo se e come sostieni una causa speciale, includerla nella tua campagna e creare così anche una vera immagine positiva del tuo brand.

Una lezione da imparare per la comunicazione Natale 2018

Ad esempio, lo scorso anno in occasione delle promozioni per il Black Friday, Everlane grazie ad un’operazione di email marketing, ha raccontato hai suoi clienti non solo la qualità dei suoi prodotti, ma anche che tutti i proventi ricavati dalla svendita più attesa dell’anno sarebbero stati utilizzati per migliorare le condizioni di vita nelle loro fabbriche cinesi.

Qualche lezione di comunicazione per affrontare Natale 2018
È un caso molto interessante di vera sincerità: si menzionano fabbriche cinesi, non si nasconde quindi la provenienza della produzione. Una parte davvero importante da sottolineare, una lectio magistralis di cosa significhi “non avere scheletri negli armadi”.

LEGGI ANCHE: Come creare autenticità intorno al tuo business

Mobile First, anche a Natale!

La direzione ormai è chiara da qualche anno, il mobile supera in lunghezza l’esperienza da desktop, perché ignorarlo sotto le feste? I nostri utenti navigano, comprano e ordinano regali in movimento.

Quindi non dimenticare, mobile first è il tuo mantra.

Di certo non se lo sono fatti sfuggire giganti come Walmart, che nel 2017 ha puntato sul rinnovamento della sua strategia SEO per i device mobile, dando un’anteprima delle loro offerte speciali solo a chi scaricava l’app.

Amazon, come sempre, ha giocato l’all in, selezionando un’offerta di prodotti particolari solo per chi accedeva al sito dall’app, aggiungendo incentivi personalizzati veicolati dalle notifiche push, aumentando non solo il traffico verso l’app ma migliorando anche l’esperienza utente.

LEGGI ANCHE: Idee regalo per un Natale più mobile friendly

Il Natale arriva anche per il B2B

Il marketing natalizio non è però ad esclusivo appannaggio dei customers, anche chi si rivolge al B2B può sfruttare al meglio questo periodo.

Un esempio magistrale ce lo offre HubSpot, pioniere dei servizi di inbound marketing.

Siamo già in ritardo per Natale?

In prima linea anche nelle vacanze B2B del 2017, ricorda a tutti che un regalo prezioso per le aziende, è quello di guidarle nella creazione della loro strategia per le festività. Per questo ha creato “Holiday Marketing Resources”, un mini-sito che includeva strumenti come una selezione di blog dedicati, 250 foto a tema natalizio gratuite da scaricare, CTA e calendari.

Una vera manna dal cielo per gli operatori.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Ebbene sì, è proprio la verità. Stiamo entrando in quel periodo dell’anno durante il quale dobbiamo essere tutti più buoni

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy