Mobilità

La prima auto volante sarà in vendita nel 2019 (dice il produttore)

La Terrafugia TF-X è prodotta dalla Transition, società di 2 ingegneri del MIT, ora di proprietà di una holding cinese. L'auto si può prenotare da ottobre

Diventa Content Manager, impara Strategy, Storytelling, Web Copywriting. Scopri il Corso Content Now! di Ninja Academy, 25 ORE On Demand con Francesco Gavatorta, Alberto Maestri e Valentina Falcinelli.

La prima automobile volante potrebbe arrivare sul mercato già dal prossimo anno, prima di quanto si potesse immaginare. Si chiama Terrafugia TF-X, ha un motore elettrico ibrido e ali pieghevoli. A produrla Transition, società fondata nel 2006 da alcuni ricercatori del MIT di Boston specializzati in aeronautica e astronautica, poi acquistata dal gruppo cinese Zhejiang Geely, holding, che possiede anche le società automobilistiche europee Volvo e Lotus. Ad ottobre partono i preordini.

LEGGI ANCHE: Anche Rolls-Royce vuole il suo taxi volante, come Uber

auto

Autonomia di 600 km

L'auto ha 2 posti (ma in futuro arriverà il modello a 4), un'autonomia di volo di 600 km, vola ad un'altezza massima di tremila metri e ad una velocità di 160 Km orari. Il veicolo è anche dotato di telecamere per la retrovisione e di un nuovo sistema di paracadute di bordo. Ha anche una modalità boost, che offre, dice la società, "una breve scarica di potenza extra durante il volo".  Per navigare TF-X utilizzerà un computer e i passeggeri dovranno semplicemente digitare una destinazione prima di decollare. Il mezzo è stato certificato come aeromobile sportivo leggero dalla Federal Aviation Administration nel 2016. E' un'auto a tutti gli effetti ma per guidarla e farla decollare c'è bisogno di un patentino da pilota.

LEGGI ANCHE: Bosch vuole provare il suo sistema di veicoli elettrici nell’area Expo

Punto critico

"La TF-X non richiederà un aeroporto per il decollo e l'atterraggio, e guiderà su tutte le strade e autostrade" fa sapere la compagnia. L'amministratore delegato dell'azienda, Chris Jaran, ha detto che "lo sviluppo di questa nuova tecnologia ci ha permesso di testare diversi meccanismi e di migliorare i processi lungo il percorso". Al momento il costo dell'auto che decolla non è stato ancora ufficializzato ma la società costruttrice ha specificato che queste macchine volanti non saranno appannaggio del grande pubblico, almeno non nell'immediato, proprio per il loro costo elevato. Sarà molto probabile che  andranno a rimpiazzare gli elicotteri privati di personaggi pubblici e autorità.
Ci sono altre sperimentazioni di auto che volano, ad esempio a Dubai, e Uber ha presentato un progetto per un servizio di taxi volanti che dovrebbe partire in concomitanza con le Olimpiadi di Los Angeles del 2020.

Scritto da

Redazione  

Newsroom Ninja

Vuoi ancora più Ninja Power? Iscriviti alla Newsletter Gratuita

Registrandoti confermi di accettare la privacy policy

Ninja Magazine è una testata registrata presso il Tribunale di Salerno n. 14/08 - Codice ISSN 2704-6656
Editore: Ninja Marketing Srl, via Irno 11, 84135 Salerno (SA), Italia - P.IVA 04330590656.
© Ninja Marketing è un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati
Puoi ripubblicare i contenuti citando e linkando la fonte nel rispetto della Licenza Creative Commons
PRIVACY POLICY, CONDIZIONI D’USO E COOKIE POLICY