Marketing

1,2 milioni di followers ma solo 11 profili seguiti (che spoilerano la “ricetta” segreta di KFC)

La strategia di KFC è una case study non tanto per i social quanto per capire, numeri alla mano, quanto possa essere potente il marketing quando incontra un "pizzico" di genialità

Rosanna Crocco

Vice Editor Business Marketing @ NinjaMarketing

Strategy, Content e Campagne: le nozioni fondamentali per iniziare a lavorare con Twitter. Scopri il nuovo Corso On Demand in Twitter Marketing di Ninja Academy, da oggi disponibile on demand, dove vuoi e quando vuoi.

Quanto è difficile essere originali sui social media? Ormai siamo bombardati da così tanti messaggi che spiccare è quasi impossibile, a meno che non si abbia davvero una dose di creatività in più rispetto ai competitor. Questa è la storia di KFC e di come sia riuscito a generare un’enorme mole di commenti, attraverso un dettaglio social che rivela qualcosa di molto importante sull’azienda.

KFC svela la ricetta segreta (per il successo sui social)

Ebbene sì, il Colonnello più famoso al  mondo ha scatenato la rete, raggiungendo in 9 ore ben 91.000 retweet e 187.000 likes.

Tutto è nato dal fatto che KFC, account da 1,21 milioni di follower, segua a sua volta solo 11 persone: sei che si chiamano Herb e le cinque famose Spice Girls (Geri, Emma, Victoria, Mel B e Mel C), che però in questa precisa comunicazione non sono realmente “persone”.

Se ci ragioni attentamente, cosa ti viene in mente? La ricetta del condimento del pollo di KFC, una ricetta segretissima (quasi al pari di quella di Coca-Cola). In altre parole: sei erbe e cinque spezie.

kfc kfc

Qualcuno ha anche suggerito di attribuire un aumento al Social Media Manager in questione, insomma un vero successo che ha fatto molto ridere e discutere.

kfckfc

LEGGI ANCHE: Come dovrebbero cambiare i nostri KPI per adattarsi alle soluzioni del digitale

La strategia impostata da KFC con questo vero colpo da maestro deve sostanzialmente suggerirci un messaggio chiaro: non è sempre necessario inventare concorsi complicatissimi, creare grafiche ammiccanti o copy assurdi per avere successo sui social, spesso l’incremento positivo si ha proprio grazie alla cura dei dettagli, quelli fatti per essere lasciati in giro quasi come indizi.

L’utente del web è ormai attentissimo a tutti questi particolari e proprio le piccole cose, che si pensa nessuno mai noterebbe, in realtà possono trasformarsi in una strategia di successo (o di fallimento, come tutti i casi che vi raccontiamo nella nostra rubrica Epic Win/Fail Social).

La chiave è solo una: imparare ad essere semplici, ma con un pizzico di genialità!

Scritto da

Rosanna Crocco

Vice Editor Business Marketing @ NinjaMarketing

Classe 1987; cresce ad Acri, un paesino in provincia di Cosenza. Una Laurea in Economia Aziendale ed un Master in Marketing Management le permettono di studiare ed approfondire ... continua

Condividi questo articolo


Segui Umeka su Twitter .

Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it