Week in Social

Week in Social: dalla chiusura di Vine ai video live di Instagram

Ritorna la rubrica che vi riassume tutte le notizie provenienti dal mondo dei social media della settimana appena trascorsa!

Francesco Pannullo

Social Media Manager @Giffoni Innovation Hub

È venerdì, e anche questa settimana abbiamo avuto tanta “ciccia” al fuoco sulla griglia dei social network! Ma non perdiamoci in chiacchiere e andiamo ad esplorare tutte le novità di cui si è parlato questa settimana sull’internet degli addetti ai lavori e non.

Instagram e i live video

Secondo indiscrezioni, Instagram starebbe pensando di inserire di nuovo i live video. Dopo aver da poco inserito la possibilità di creare delle Storie alla Snapchat, secondo il T Journalun sito di notizie made in Russia che ha diffuso lo screenshoot qui allegato, la piattaforma introdurrà la targa “Live” sugli stream delle persone seguite per distinguere la tipologia di storia.

wersm-instagram-live-example-2
Ed in più, sempre secondo il T Journal, questa funzione dovrebbe dare la possibilità agli utenti di Schedulare i loro live. Ovviamente la notizia è ancora da prendere con le pinze, ma comunque i suoi sviluppi sono da monitorare per le numerose possibilità che questa funzione può implementare.

wersm-instagram-live-go-insta-2

I bot di Facebook Messenger ora supportano il pagamento con PayPal

Facebook Messenger sta implementando il supporto ai pagamenti con PayPal nei Bot , dando così la possibilità agli utenti di finalizzare un’acquisto su Messenger, cosa di cui si è parlato per molto tempo. Per ora la funzione è stata aperta solo ai beta tester e dovrebbe divenire fruibile da tutta l’utenza verso la fine del 2016; per Facebook questo è un importante passo nel mondo del “Social Commerce” soprattutto dopo che l’introduzione di Marketplace non ha sortito il successo sperato: che sia arrivato il momento della rivoluzione anche per il mondo dell’eCommerce? Staremo a vedere.

wersm-paypal-messenger-iphone

Twitter chiude Vine: addio all’app dei video brevi?

La notizia ieri è corsa su internet:  Twitter chiude Vine, il servizio di sharing di video brevi acquisito nel 2012. Non sono ancora chiare le motivazioni e, si legge in un comunicato del social network, il servizio sarà chiuso nei prossimi mesi.
L’operazione, portata avanti dal management societario, rientra in un piano di riduzione dei costi della società assieme ad una riduzione di 350 posti di lavoro (circa il 9% della propria forza lavoro), indice ulteriore che dimostra che la piattaforma ultimamente non naviga affatto in ottime acque. Il provvedimento però non avrà effetto immediato, e si legge in una nota della società, l’app darà la possibilità agli utenti di scaricare e salvare i propri video prima della chiusura, che dovrebbe essere prevista per fine 2016.

vine-static2

Ma se da un lato Twitter non crede più alle potenzialità di Vine, ecco che arrivano le prime offerte d’acquisto da parte di altre società: è di poche ore fa infatti la notizia secondo la quale Pornhub sarebbe intenzionata ad acquistare la piattaforma giustificando la proposta con un sibillino  ‘6 seconds is more than enough’.  E ora siamo tutti curiosi di sapere come andrà a finire…

Facebook rilascia le reactions stile Halloween

Halloween è ormai alle porte e anche Facebook è ormai nel mood della festività più “dolce” del pianeta: a partire da oggi, infatti, è stata data la possibilità agli utenti di utilizzare le reactions tematiche relative alla festività per rispondere ai post e ai video live. Presenti sulla piattaforma da febbraio, è la prima volta che la compagnia ha adattato questa funzionalità ad un determinato periodo dell’anno: non vi resta altro quindi che provare il nuovo pollicione scheletrico, il cuore caramellato, la streghetta che ride, il fantasmino sorpreso, il triste Frankenstein o un’arrabbiatissima Jack’o Lantern.

Halloween_Reactions-Mock2

Arriva la nuova versione delle pagine aziendali di LinkedIn

La piattaforma social più importante per il mercato del lavoro non ferma il suo continuo e inesorabile processo di evoluzione nell’arrestabile e mai fermo universo del mondo del web 2.0. Come riporta un’articolo di SocialMediaLife, infatti, LinkedIn sta per lanciare la nuova versione delle Company Page, ovvero la parte del social tutta dedicata alle aziende, che introduce succose novità che seguono a ruota il rilascio della nuova veste grafica per i Gruppi e per la sezione Job. Si rinnova anche LinkedIn Pulse, che cambia veste diventando Publishing. Le novità sono attualmente disponibili soltanto nella versione anglosassone della piattaforma e presto verranno rese attive anche per gli utenti che utilizzano LinkedIn anche in altre lingue.

6.Member-Experience-Nuova-Company-Page-LinkedIn-445x1024

E anche per questa settimana con Week in Social è tutto! Vi diamo appuntamento alla settimana prossima, rinnovandovi l’invito a segnalarci sulla nostra fanpage di Facebook tutte le notizie o suggerimenti utili per la nostra rubrica!