Come promuovere un brand noioso sui social network [INFOGRAFICA]

3 + 2 consigli utili per rendere accattivante un prodotto noioso e alcuni casi di successo

stop being boring

Credits: Adam Bindslev

Con una buona strategia, è facile avere successo sui social network se vendete un prodotto “sexy”, come dicono gli americani. Ma come si fa a rendere accattivante un prodotto noioso?

Magari vendete un prodotto o un servizio buono, utilizzato e apprezzato da molti, ma pensate che questo non sia abbastanza per motivare i consumatori a seguirvi sui social network. Beh, vi sbagliate! Bisogna soltanto trovare il modo giusto di comunicarlo, facendo leva su creatività e innovazione.

Ci sono un sacco di aziende che vendono prodotti poco attraenti, ma vanno forte sui social media. Vi ricordate il caso di General Electrics e della sua originale campagna Pinterest dedicata ai meme?

Questa infografica, realizzata dal team di Who Is Hosting This, raccoglie alcune storie di successo e qualche consiglio utile per tutti i brand ‘noiosi’ che decidono di tentare la via del social.

How non-sexy businesses rock on social media

Ricapitolando, ecco le tre regole fondamentali che i brand poco accattivanti dovrebbero tenere a mente per avere successo sui social network:

  • Create contenuti divertenti. Fate leva sull’umorismo per incoraggiare la condivisione dei vostri post.
  • Studiate campagne coinvolgenti, pensate appositamente per i social network.
  • Non concentratevi troppo sulla promozione dei prodotti. Siate social, raccontate storie, interagite.

E se non vi dispiace, noi vorremmo aggiungerne anche altre due:

  • Pensate fuori dagli schemi. Proponete usi insoliti del vostro prodotto, o chiedete agli utenti di suggerirne alcuni.
  • Pubblicate tutorial e how-to semplici e intuitivi sotto forma di video e infografiche. Perché, siamo onesti, nessuno legge il libretto delle istruzioni!

Il social media marketing, insomma, è uno strumento adatto a tutti i tipi di business… non solo a chi vende prodotti trendy dedicati agli under 30.

Vi vengono in mente altri esempi di aziende ‘non-sexy’ che hanno saputo coinvolgere i propri follower sui social network? Fatecelo sapere nei commenti!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?