Fidanzarsi e lasciarsi su Facebook, i segreti svelati da una ricerca

Corteggiarsi, mettersi insieme e perdersi nel social più globale che c'è

Koshiro
Romeo Lippi

google.com/+romeolippi

Tempo fa ci siamo chiesti se Facebook facesse bene o fa male all’amore. Ma quali sono i numeri dell’amore social? Una recente serie di studi dell’azienda di Zuckerberg ci fornisce questi risultati…

Corteggiamento = più post

Prima del passaggio da “single” a “in relazione” i futuri amanti si mandano più messaggi privati, fanno più visite e si scambiano più post sulle loro bacheche. Appena la relazione Facebook comincia queste interazioni diminuiscono.
Perché? non c’è dato saperlo…i due amanti preferiscono i baci offline o già si inizia a desiderare qualche altro utente Facebook? Buona notizia: quando le persone sono in relazione aumenta tra di loro lo scambio di emozioni positive (esempio: ci si mandano più parole positive come “love”, “nice”, “happy”…)

La crisi dei 6 mesi

Ma quale settimo anno: entro i primi sei mesi il 40% delle relazioni finisce. Entro il primo anno il 65%. Entro i primi 18 mesi quasi l’80%. Se si supera indenni il secondo anno, ci sono grosse possibilità (statistiche!) che la relazione tenderà a durare ancora.

Il maschio è più vecchio di lei

Di media il maschietto è più grande di 2,4 anni anni rispetto alla sua partner. Solo nel 20% delle coppie lei è più grande, mentre nel 13% hanno la stessa età. Inoltre nelle coppie omo il gap tra i partner può essere ancora maggiore: sopra i trenta la differenza di età ondeggia tra i 5 e i 9 anni. Parlando di singole nazioni, in Egitto lui è più grande di circa 5 anni, mentre nelle nazioni scandinave si tende ad avere la stessa età.

Quando ci si lascia?

Tutti ci parlano. Il giorno che si passa allo stato di single le interazioni per il “lasciato” hanno un’impennata: +225%; nei giorni successivi post sulla bacheca, mi piace, commenti e messaggi continuano a essere maggiori del solito. Sono amici che ci vogliono supportare o ci provano?

Essere single in una metropoli

La probabilità di avere un legame stabile cambia anche rispetto alla città. Negli USA, San Francisco, Washington, New York e Los Angeles sono piene di single e, anche su Facebook, le relazioni sono minori rispetto a città come Colorado Springs o El Paso. Metropoli cosmopolite Vs centri urbani con una cultura più tradizionale e incentrata sulla famiglia.
E in Italia? Roma, Milano, Torino sono città per single, più di Foggia e Viterbo?

Amore e Religione

Avere la stessa religione conta. Parecchio. In Spagna, dove risultano esserci il maggior numero di relazioni tra persone di diverse religioni, la percentuale è del 28%. Negli USA l’86% delle relazioni sono tra persone che hanno la stessa religione.

Qual è la vostra esperienza?

Ci piacerebbe sapere il VOSTRO punto di vista su questi argomenti:

1) Appena la relazione Facebook comincia le interazioni (post, mi piace, etc…) tra i due “fidanzati” diminuiscono…perché? Si passa a vivere la relazione più offline?

2) Qual è il momento più difficile per una relazione? I primi sei mesi, i primi due anni?

3) Quando ci lasciamo su Facebook molte persone interagiscono di più con noi? Ci vogliono supportare o ci vogliono provare?

4) Esiste l’effetto metropoli? Nelle grandi città è più difficile stare in relazione? E perché?

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?