Dal caso Zucchetti lezioni di tech management delle risorse umane

Grazie alla tecnologia NFC Zucchetti promuove un modello di azienda a misura di smartphone

Dal caso Zucchetti lezioni di tech management delle risorse umane

Zucchetti, la prima società italiana di informatica, e Day Ristoservice, una delle più grandi aziende italiane del mercato dei buoni pasto, hanno stretto un accordo di collaborazione per realizzare una piattaforma multi service che permetta di gestire in maniera integrata presenze, accessi e buoni pasto dei dipendenti.

La novità di questo progetto consiste nella possibilità di usufruire del servizio anche tramite smartphone dotati del modulo NFC, una tecnologia wireless a corto raggio sempre più diffusa sui telefonini di ultima generazione.

La tecnologia NFC permette lo scambio bidirezionale di informazioni tra due dispositivi creando una connessione tra essi semplicemente avvicinandoli.

Dal caso Zucchetti lezioni di tech management delle risorse umane

Questo progetto permetterà ai lavoratori, limitando al massimo gli strumenti ed i device necessari,  di gestire gli accessi, l’identificazione e l’utilizzo dei propri benefits tramite un unico oggetto: lo smartphone.

Grazie alla piattaforma ideata da Zucchetti e da Day i dipendenti potranno quindi avere sotto controllo i loro dati beneficiando di maggior controllo ed autonomia; inoltre il servizio permetterà loro di velocizzare di molto le routine fino ad oggi necessarie.

Soprattutto per le aziende medio grandi la gestione delle risorse umane è un’attività molto importante e complessa che necessita sempre più dell’ausilio delle nuove tecnologie per tracciare e rendere più trasparente la vita dei dipendenti all’interno dell’azienda.

Dal caso Zucchetti lezioni di tech management delle risorse umane

La creazione di un portale che aiuti i lavoratori a relazionarsi in maniera più chiara e definita con la funzione delle risorse umane non potrà che aumentare la soddisfazione di questi ultimi contribuendo a farli sentire più informati riguardo alle questioni di loro interesse.

La trasparenza che deriverà da questa procedura permetterà di limitare contenziosi o insoddisfazioni dovute a carenza informativa nei rapporti tra azienda e personale dipendente.

Il progetto Zucchetti come punto di partenza: un nuovo ruolo nel futuro degli smartphone

La tecnologia NFC, presente fino ad oggi solo all’interno degli smartphone di alta gamma, sembra destinata a diventare una componente standard anche all’interno dei telefonini di fascia media, incrementando di conseguenza in maniera notevole  la  sua diffusione.

Zucchetti non è stata a guardare e, grazie alla partnership con Day, si propone come prima grande azienda a scommettere su questa tecnologia in ambito aziendale.

L’architettura NFC,  potenzialmente aperta a tante possibili applicazioni, fino ad ora ha stentato a prendere il volo; l’interesse dimostrato da due colossi come Day e Zucchetti potrà rappresentare un fattore decisivo per dare il via ad una serie di future applicazioni di quest’ultima.

Dal caso Zucchetti lezioni di tech management delle risorse umane

Rimanendo nell’ambito delle risorse umane infatti si potrà giungere alla piena integrazione del dipendente all’interno del sistema aziendale, fornendo un tool mediante il quale gestire e controllare le ferie, i permessi, la retribuzione attesa, le ore di straordinario, tutto grazie semplicemente al proprio telefonino.

Anche l’azienda in questo modo potrà ottenere tutte le informazioni riguardanti i propri lavoratori senza dover impiegare personale, distribuire device o strumenti, ma semplicemente dotandosi di una piattaforma multi service compatibile con gli attuali smartphone in commercio.

Le prospettive possono essere molteplici ed interessare molti settori e svariate procedure; grazie a Zucchetti ed a Day un deciso passo in avanti sembra essere stato fatto, ora non resta che attendere e vedere che cosa accadrà in futuro.