Nasce Backer, la piattaforma di crowdfunding dedicata al software

Grazie a Backer sarà possibile ottenere feedback e finanziamenti per lo sviluppo di feature e plugin aggiuntivi

Nasce Backer la piattaforma crowdfunding dedicata al software Capire quali feature e quali plugin aggiuntivi inserire all’interno dei propri programmi è una decisione molto importante per uno sviluppatore che può contribuire in maniera rilevante ad incrementare il successo di un software o di un’applicazione.

Sviluppare componenti aggiuntive può richiedere sforzi rilevanti in termini di tempo e denaro;  è basilare quindi cercare di capire con precisione quali siano effettivamente le richieste ed i desideri dei propri utenti per evitare di imbarcarsi in progetti inutili o poco profittevoli.

Backer, il crowdfunding software based

App.Net, un servizio di social network americano simile a Twitter, ha recentemente lanciato una nuova piattaforma di Crowdfunding chiamata Backer dedicata agli sviluppatori che vogliono proporre alla rete l’introduzione di determinate feature aggiuntive per i loro software.

Nasce Backer la piattaforma crowdfunding dedicata al software

Il concetto alla base del servizio è semplice: se davvero sei interessato alla creazione di quel componente, metti i soldi nel piatto dove mangi.

L’utilizzo del crowdfunding in questo contesto può portare a risultati molto più veritieri rispetto a quelli ottenibili tramite l’esecuzione di sondaggi online o ricerche di mercato informali che possono facilmente portare all’identificazione di falsi positivi.

Tramite Backer infatti, l’espressione della preferenza da parte dell’utente è resa più efficace da un esborso monetario che, per quanto di piccola entità, dimostra un maggior commitment dell’user e una maggiore veridicità dell’informazione.

Se una persona è disposta ad investire qualcosa per la realizzazione del progetto significa che ne avverte un’effettiva necessità.

Nasce Backer la piattaforma crowdfunding dedicata al software

Come funziona?

Gli sviluppatori che decidono di proporre un loro progetto su Backer possono decidere se accettare pagamenti tramite carta di credito,  bitcoin o entrambi.  Qualora l’obiettivo della campagna venga raggiunto il portale prevede quindi una commissione del 5%, ad esclusione dei software open source ai quali non sarà invece richiesto il pagamento di nessuna percentuale.

Infine, per garantire un’alta qualità dei progetti presenti sulla piattaforma, il team di Backer si riserverà di controllare e approvare le proposte effettuate dagli sviluppatori. Facendo così verranno selezionati i progetti considerati più interessanti e con probabilità più alte di riscuotere successo tra gli utenti del portale.

Nasce Backer la piattaforma crowdfunding dedicata al software

I vantaggi di una piattaforma di crowdfunding specializzata

La creazione di un portale di crowdfunding così specializzato porta con se due vantaggi rilevanti: permette di segmentare l’utenza della piattaforma attraendo persone effettivamente interessate al mondo del software e aumenta l’omogeneità dei progetti evitando che gli utenti possano rimanere disorientati dalla grande differenza di proposte presenti.

In un mondo in cui la creazione dei servizi viene sempre di più effettuata in collaborazione con i clienti, Backer introduce un nuovo concetto: l’utente oltre a partecipare alla decisione di quali componenti sviluppare diventa anche finanziatore, propiziando con il suo apporto lo sviluppo delle feature desiderate.

Se siete interessati ad essere tra i primi a presentare un  progetto  su Backer sappiate che le iscrizioni sono aperte, basta connettersi al  sito del portale e compilare il form dedicato.