John Lennon: un album app interattiva contro la fame nel mondo

Dal diario di viaggio di John Lennon, un'app contro la fame nel mondo

Lorenzo Piria

http://www.brainfarm.eu

Imagine no possessions

I wonder if you can

No need for greed or hunger

A brotherhood of man

Imagine all the people

Sharing all the world…

Così cantava John Lennon: era il 1971 e il cantante non avrebbe mai immaginato quello che è oggi il mondo… Poca strada si è fatta forse per portare la pace e ancora molta parte degli uomini vive in guerra, nella fame e nella povertà. Ancor meno, il buon Lennon avrebbe mai immaginato che un giorno la sua musica avrebbe accompagnato tutti ovunque, grazie ad Internet, grazie ai lettori musicali portatili, grazie agli smartphone e ai tablet.

Questo progetto che vi raccontiamo qui è ancora più visionario, forse sarebbe piaciuto a Lennon: il progetto di dare un contributo alla lotta alla fame nel mondo con un’app interattiva.

The Bermuda Tapes

Creato attraverso la collaborazione fra Design I/O e l’agenzia di design strategico Eyeball, John Lennon: The Bermuda Tapes è una Album App interattiva che racconta la storia di John Lennon nel viaggio verso le Bermuda nel giugno 1980, raccontando i momenti di vita sull’isola.

Tutto nasce dai nastri ritrovati contenenti il racconto di John e Yoko e del loro viaggio che hanno spirato la realizzazione dell’album app.

Inizialmente il progetto ha dato vita a piccole applicazioni demo consegnate alla stessa Yoko Ono per ottenere un feedback e trovare la soluzione ideale per trasmettere la storia agli utenti. Yoko ha largamente influenzato la sezione del giardino dell’app, inserendo fiori e piante dinamiche che sarebbero state uniche per ogni utente. 

L’idea iniziale di usare l’iPad come finestra sulla storia ha dato il via ad una serie di evoluzioni notevoli: si è arrivati infatti ad inserire l’utente in un paesaggio tridimensionale completamente navigabile a 360° grazie all’utilizzo del giroscopio, permettendovi di  guardare in su e in giu. Gli sviluppatori sono riusciti ad immergere l’utente nella storia, permettendogli di spostarsi nel Giardino Botanico delle Bermuda mentre ascoltano John e Yoko parlare del fiore “Double Fantasy” che ha ispirato il nome dell’album.

Illustrazioni 3D e paesaggio interattivo

L’intero paesaggio è costruito con illustrazioni 3D, partite da alcuni schizzi misti ad acquerello, scarabocchi con la penna e inchiostro, che si sono trasformate in veri e propri modelli 3D realizzati tramite un software che coglie le “linee interessanti”.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=vyU_6tvhDXo’]

La sfida finale prima del rilascio è stata l’esecuzione dell’app sui dispositivi diversi. Gli sviluppatori hanno sottolineato quanto sia incredibilmente veloce l’iPad e l’iPhone, ma come ogni nuovo modello, è molto più potente di quello precedente, costringendo a fare tonnellate di ottimizzazioni per avere le stesse prestazioni sui vecchi iPod Touch e iPhone4 durante lo sviluppo.

L’album app è diretta da Michael Epstein il regista premiato agli Emmy e ai Peadbody Awards per il documentatio LennonNYC, e dall’artista digitale Mark Thompson.

 Imagine There’s No Hunger

Disponibile su App Store, l’app come si legge dal sito ha dietro un progetto che è degno della memoria di John Lennon:  i proventi saranno devoluti a WhyHunger, l’organizzazione internazionale per la lotta alla fame e alla povertà nel mondo, che li impiegherà nella campagna  Imagine There’s No Hunger, dietro alla quale c’è sempre il contributo di Yoko Ono.

Non possiamo che chiudere con Imagine e lasciarvi credere che quel mondo può ancora venire:

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=yRhq-yO1KN8′]