Instagram marketing: 3 utili consigli per far crescere e coltivare la vostra community

Consigli, strumenti ed azioni per mantenere attiva la vostra community su Instagram

Instagram

Dopo l’acquisto da parte di Facebook lo scorso aprile e la recente smentita sulla vendita delle foto degli utenti (potete stare tranquilli, le vostro foto sono al sicuro ;-) ), Instagram si riconferma uno dei migliori visual social network che aziende e brand dovrebbero adottare in questo 2013 appena iniziato.

Il motivo? Da un lato l’importanza e il ruolo di rilievo assunto dai “contenuti visuali” e di conseguenza dalvisual marketing, dall’altro la sempre maggior crescita ed espansione del mobile – sappiamo bene infatti che, seppur abbia rilasciato le sue web page, Instagram è principalmente un’applicazione mobile per la condivisione di foto.

Se esserci è quasi un “must, esserci nel modo migliore facendo sì che si sviluppi un’attiva e fedele community intorno al vostro brand è certamente un vantaggio che le aziende dovrebbero sfruttare.

Ecco allora tre consigli per creare, coinvolgere e rafforzare la vostra community su Instagram.

1. Utilizzate i migliori tools per la gestione del vostro account

Da un punto di vista aziendale Instagram non offre proprio le migliori opportunità per gestire, interagire e coinvolgere gli utenti nella propria community (sia che si tratti della app mobile sia della versione web). Per ovviare a questa mancanza sono stati sviluppati una serie di strumenti di cui brand ed aziende non dovrebbero fare a meno:

  • Statigram: è uno dei migliori tool per monitorare la vostra community e coinvolgerla in differenti modi. Permette non solo di vedere le foto pubblicate dalla app ma anche leggere, rispondere ed eventualmente eliminare i commenti, vedere quelli non ancora letti e gestiti, misurare, tener traccia ed analizzare le vostre attività e la vostra community ed infine organizzare contest- che sappiamo essere uno dei modi  migliori per interagire e costruire una community. L’azienda olandese Bugaboo – produttrice di passeggini per bambini – ha organizzato, ad esempio, un contest per promuovere la versione limitata del passeggino bugaboo cameleon sahara. Agli utenti è stato richiesto di pubblicare una foto che mostrasse l’uso del prodotto “a passeggio” durante queste ultime vacanze invernali. Unici requisiti: le foto dovevano contenere il passeggino o un suo accessorio ed essere taggate con @BugabooHQ e l’hashtag #ExpeditionDeluxe. In premio la copertina in lana acquistabile altrimenti solo con il passeggino.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                            Perchè farlo con Statigram e non direttamente su Instagram? Perchè Statigram permette di avere una landing page per promuovere il contest sia all’interno sia all’esterno dando visibilità anche ai non utenti, oltre ad assicurare maggior chiarezza e trasparenza ed accogliere nei migliori dei modi i partecipanti.
  • Nitrogram: il suo obiettivo principale è quello di misurare efficacemente gli account, rilevando ed analizzando in particolar modo gli hashtag correlati al vostro brand. A differenza di altri strumenti che si focalizzano sulla quantità di follower, Nitrogram fa leva su come il vostro audience interagisce con voi attraverso dati quali foto pubblicate, like, condivisioni, commenti, persone raggiunte, impressioni potenziali. Uno strumento, dunque, che offre degli insight più dettagliati.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                             
  • Webstagram: si tratta essenzialmente di un “visualizzatore” web dei contenuti di Instagram che permette di vedere le foto degli utenti che vi seguono, commentarle e likarle, seguire e smettere di seguire le persone, navigare, cercare e scoprire le foto più popolari, i tag più usati e i top influencer.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                         
  • Eventstagram: è un’applicazione web che consente di utilizzare Instagram durante gli eventi per mostrare in real-time degli slideshow delle foto scattate e pubblicate dai partecipanti durante l’evento sia esso una convention, un brand event, un matrimonio, un concerto. Non appena le foto verranno scattate, taggate con un particolare hashtag e postate sul social network, appariranno su maxischermi, TV e/o muri e saranno visibili a tutti.                                 

2. Siate attivi e rispondete sempre agli utenti

Uno degli aspetti più importanti per arricchire e coltivare la vostra community e creare, quindi, valore attorno ad essa e al vostro brand, è di essere voi stessi i primi ad essere e rimanere attivi, rispondendo a commenti, domande, complimenti e/o critiche. Non c’è infatti cosa peggiore di, come si suol dire, “lanciare il sasso e nascondere la mano”, facendo così sentire gli utenti abbandonati, non considerati e poco rilevanti per il brand.

Commenti sul profilo Instagram di Nike

Per questo, grazie anche agli strumenti che abbiamo visto al punto 1, è importante monitorare ed analizzare i vostri hashtag, le foto che pubblicate così come quelle postate dagli utenti per poter avere feedback, comprendere e conscere gli utenti, la loro opinione e la vostra reputation.

Il semplice rispondere non è però sufficiente, risulta essere fondamentale rispondere in modo rapido cercando di aggiungere valore alla conversazione in modo tale da far sentire i vostri follower connessi, rispettati e valorizzati.

Oltre a costruire una community fedele, rispondere ai commenti permette al vostro account di ottenere maggiore visibilità, grazie alla possibilità che le vostre foto appaiano all’interno della pagina esplora, dove sono raccolte le foto più interessanti di Instagram che vengono visualizzate da tutti gli utenti, anche se non vostri follower diretti.

Instagram esplora

Ma perchè rispondere è così importante a tal fine? Perchè le foto appaiono nella sezione esplora sulla base di due elementi principali:

  • il livello di engagement di una foto in termini di like e commenti
  • la quantità di tempo che una foto impiega per raggiungere un certo engagement dal momento in cui è stata postata

Facile trarre le conclusioni: più attivamente e velocemente commenterete le foto, coinvolgendo e rispondendo agli utenti, maggiori saranno le possibilità di essere visti e catturare l’attenzione di nuovi follower.

3. Utilizzate gli hashtag per tener traccia dell’engagement nel tempo

Vi avevamo già parlato in “Hashtag marketing: come usare il cancelletto per creare brand buzz” di come sfruttare il famoso simbolo del cancelletto su Instagram e della loro importanza, in quanto uno strumento per aggregare le foto intorno ad un determinato prodotto, brand, evento o iniziativa. Proprio grazie a questa funzione di aggregazione, gli hashtag sono uno strumento ideale per monitorare e misurare la crescita della vostra community nel corso del tempo.

E’ sufficiente andare nella pagina “esplora” e cercare il nome del vostro brand, di un vostro contest o di un vostro hashtag  per vedere quante persone hanno postato foto e/o commenti a voi relativi. L’importante è creare un hashtag che possa permettere da  un lato l’identificazione, la diffusione e la visibilità per raggiungere il maggior numero di utenti e più alti livelli di engagement, dall’altro lato l’aggregazione affinchè le singole foto non vadano disperse perdendo valore.

La ricerca di un hashtag nella sezione esplora

Come per tutti i social media, dunque, anche per quanto riguarda Instagram è importante implementare una strategia che si fonda sull’insieme coordinato e sinergico di una serie di azioni:

  • monitorare
  • creare iniziative e coinvolgere
  • rispondere e rimanere attivi
  • misurare

Per quanto riguarda i vostri brand, avete già sviluppato la vostra community su Instagram? Se sì, quali azioni e strategie meglio rispondono? Aspettiamo le vostre opinioni ;-)

 

ARTICOLI CORRELATI

Il potere di Instagram per lo storytelling del brand

Instagram: come pianificare e realizzare un photo contest [PARTE 1]

Hashtag marketing: come usare il cancelletto per creare brand buzz

Le statistiche di Instagram che dovreste conoscere

Il business dei fake account sui social network fotografici

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Commenta

adv
Corso Online in E-Commerce Management