3 domande a Olimpia Zagnoli, illustratrice pop [INTERVISTA]

Parliamo dell'ultimo video realizzato con Bugo e della prossima mostra al Treviso Comic Book Festival 2012

3 domande a Olimpia Zagnoli illustratrice pop

Sempre in cerca di nuovi stimoli visivi, in questo periodo ho incrociato – a cavallo tra le due mie passioni della vita, la musica e i fumetti – l’attività di una giovane illustratrice che lavora tra l’Italia e gli Stati Uniti, Olimpia Zagnoli.

Ventotto anni, un portfolio che spazia dalle più importanti riviste ai brand internazionali – magari avrete fra le mani un numero di La Repubblica o Internazionale con le sue coloratissime illustrazioni – l’abbiamo vista recentemente alla regia dell’ultimo video di Bugo e nel weekend sarà con una personale dal titolo Spogliatoio al Treviso Comic Book Festival in mostra dal 29 settembre al 7 ottobre 2012.

Iniziamo con una breve presentazione, a partire dal suo logo inconfondibile con i tondi occhiali rossi:

3 domande a Olimpia Zagnoli illustratrice pop

Olimpia Zagnoli nasce nel 1984 a Reggio Emilia. Dopo anni di scarabocchi diventa illustratrice e comincia a collaborare con The New York Times, The New Yorker, La Repubblica, Rolling Stone, Adidas Originals e tanti altri. Il suo stile è caratterizzato da forme morbide e colori camaleontici. Vive a Milano in una casa con pavimenti caleidoscopici.

Hai lavorato in Italia e all’estero, e oggi conti un portfolio che spazia in tantissimi campi: l’editoria, la musica, il design, la moda…qual’è l’ambiente che ti stimola creativamente di più? Qual’è stata un’esperienza più forte che finora ha segnato la tua formazione artistica?

Mi piace cambiare spesso, provare nuovi supporti e vedere fino a che punto le mie immagini possano cambiare contesto. Non c’è un ambiente che mi stimola maggiormente, credo che sia la curiosità a guidare le mie scelte. Non saprei citare l’esperienza più forte che mi sia capitata, in generale tutte le commissioni difficili mi insegnano qualcosa.

3 domande a Olimpia Zagnoli illustratrice pop

Immagine tratta dal lavoro realizzato per l’App The Scoop, The New York Times

Con Bugo è stata la prima volta che ti sei cimentata con il videoclip? Come è stata questa esperienza? Vorresti riprovarci? E con quale artista?

3 domande a Olimpia Zagnoli illustratrice pop

Avevo già fatto un video musicale per i Green Like July, ma questa volta ho utilizzato per la prima volta delle grafiche create da me. E’ stata un’ esperienza molto interessante. Mi piacerebbe poter imparare ancora e fare nuovi esperimenti. Non saprei scegliere un’ artista in particolare, ma sicuramente qualcuno che abbia un’estetica pop molto sviluppata.

Il video di Bugo, Non ho tempo, quarto ed ultimo singolo tratto dall’ultimo disco Nuovi Rimedi Per La Miopia.

Al Treviso Comic Book festival 2012, che quest’anno celebra il rapporto tra sport e fumetto, sarai ospite con una personale dal titolo Spogliatoio. Puoi anticiparci qualcosa?

Non essendo una persona molto sportiva, ho deciso di concentrarmi su un aspetto secondario dello sport quale il luogo dal quale tutti gli sportivi passano almeno una volta al giorno.

3 domande a Olimpia Zagnoli illustratrice pop

Il manifesto della mostra, a Treviso, presso Spazio Supernova, dal 29 settembre (inaugurazione con l’artista) al 7 ottobre. Orari 10:00 – 13:00 e 16:00 – 18:00