Google regala un viaggio alla guida ad un uomo affetto da cecità [VIDEO]

Tra speranze e critiche continua la sperimentazione di Google, che dall'assistenza sulle mappe vuole passare alla guida su strada.

E’ già dal 2010 che Google porta avanti il suo progetto dedicato alla realizzazione di automobili automatiche che possano rendere la guida più sicura, godibile e efficiente. Pochi giorni fa è stato raggiunto un traguardo significativo, quando sulla Toyota Prius modificata per Mountain View è salito Steve Mahan, CEO del Santa Clara Valley Blind Center affetto da cecità pressochè totale.

L’uomo è stato accompagnato nel suo viaggio, seppur breve, da un sergente di polizia: una prima sosta da Taco Bell e poi in lavanderia, mentre Mahan esclama entusiasta ed ironico quanto quel viaggio sia in assoluto il suo miglior viaggio alla guida.

I commenti su YouTube riflettono tuttavia la controversa situazione normativa che ruota attorno alla realizzazione di questo tipo di veicoli: lo scorso febbraio lo stato del Nevada ha diffuso nuove regolamentazioni in materia di sperimentazione e testing su strada per progetti come quello di Google, ma nella maggior parte degli stati il percorso è ancora lungo. Soprattutto in virtù delle innumerevoli questioni legate alla sicurezza che si pongono ancor di più nelle zone ad alta concentrazione di traffico o dove la viabilità non è delle migliori.

E del resto il progetto di Google era già finito nella bufera lo scorso agosto, dopo che una delle auto aveva provocato un piccolo tamponamento proprio in prossimità del quartier generale di Google.

E voi, cosa ne pensate?