Con Homply.com cercare casa diventa fast! [TREND]

Una startup tra i tuoi ??Preferiti? per suggerirti dove e come cercare casa in easy&fast way

Alessia Di Raimondo

Sub-Editor Sezione Startup


Credits: [Goodshoot]/ThinkStock

Se la ricerca della casa è sempre stata stressante, Alessandro Santo e Pietro Montelatici hanno escogitato il modo per semplificarla. Come? Con Homply.com, startup nata nel 2011 e piombata nell’industry dell’immobiliare online senza esercitare pressione competitiva sui “grandi” (immobiliare.it o casa.it), ma, al contrario, servendosi di questi come fonte vitale per il proprio business.

Noi Ninja ci eravamo già occupati di due interessanti progetti in campo immobiliare: Fliz, un portale di annunci immobiliari, e Condomani, web e mobile solution per l’amministrazione condominiale. Homply.com cavalca l’onda e conferma un trend crescente del mercato imprenditoriale nell’immobiliare online, meritando, quindi, il nostro rinnovato interesse.
Ma conosciamo meglio questa startup!

L’idea in pratica

Homply è un veloce bookmarklet da trascinare sulla barra dei preferiti del proprio browser. Quando sei su un sito immobiliare ti basta cliccare sul tasto creato per salvare l’annuncio che stai leggendo. Homply estrae le informazioni dalla pagina attraverso keyword e analisi semantica e le inserisce su un pannello di controllo in stile Evernote su cui aggiungere foto, note, etc.

Presto si avrà anche l’app mobile che estrarrà le stesse informazioni da una foto! La ricerca può essere condivisa con chi vuoi, ad esempio con i propri compagni di scuola con cui stai cercando casa o con i genitori; e si sta pensando anche ad un sistema di gaming e condivisione delle note.
In futuro, quando l’utente avrà inserito qualche annuncio, Homply saprà esattamente ciò che sta cercando ed utilizzerà queste informazioni per proporgli suggerimenti da parte delle agenzie, alle quali verrà venduta l’informazione su ogni ricerca degli utenti ad appena 10 euro.

La startup, clone dello US-based Nestio.com, intende puntare sulla “user experience” offrendo un tool comodo che non si regge su una tecnologia protetta da brevetto. La velocità dei fondatori, quindi, è fattore chiave per proteggersi dai competitor. Al momento l’arena competitiva non vede combattenti: nessuno in Europa e solo Nestio.com negli USA.
Due player sul mercato sono pochi, c’è spazio per conquistare la domanda, quindi!

Uno sguardo alle origini dell’idea e all’ ”ingrediente segreto”

Un progetto che nasce a giugno 2011 dall’incontro tra Alessandro, ex VC in dPixel, e Pietro, imprenditore immobiliare, già fondatore a soli 19 anni di Trecision nel settore dei videogiochi.

Ci raccontano, Ale e Pietro, come tutto sia nato da un personale bisogno da soddisfare: Pietro cercava un ufficio e si è trovato a destreggiarsi tra i rovi delle innumerevoli fonti consultate ed un gigante foglio excel dove annotare tutto. Ale voleva fondare un’impresa ed ha pubblicato un annuncio su facebook su Italian Startup Scene; dopo poco Pietro ha risposto. Da qui è nata Homply.com!

L’idea è valida, le competenze tecniche di Pietro come sviluppatore sono preziose, ma l’armonia tra i due fondatori, l’inventiva, la passione nella propria “missione” ed il coraggio per osare sono i driver giusti che rappresentano l’ingrediente segreto di questa startup.

Veniamo ai numeri di Homply

Su un mercato da 500 milioni di euro (quello immobiliare), dove il web possiede una fetta del 30-40%, Homply conta di ottenere ricavi per 30 milioni di euro in un orizzonte di 4-5 anni. Si attendono 30.000 utenti e 2.000 agenzie registrate entro la fine del corrente anno, con 3.000 lead generati.

Serve capitale, ed anche tanto! Il primo step sarà un mini aumento di capitale (50 mila euro) per accendere i motori, testare il mercato e capire le metriche di acquisizione degli utenti; dopo si procederà con il B2B e la costruzione di una rete di vendita internazionale, con costi non indifferenti!

E se al marketing ci pensasse la community online?

Per il marketing non c’è la disponibilità di risorse sufficienti al momento. Non si può puntare ad una campagna promozionale di penetrazione del mercato. A tal proposito, si potrebbe concretizzare una campagna di “raccolta idee”: la community online potrebbe essere chiamata a partecipare ad uno “spazio idee”, magari con premio finale.
Nulla è stato ancora definito, le eventuali modalità sono ignote, ma “Stay tuned!”: potreste essere presto protagonisti di una simpatica iniziativa.

Ed al team di Homply.com va un grosso in bocca al lupo dal clan Ninja!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?