Facebook lancia Facebook for Business

Facebook ha lanciato da pochi giorni una piattaforma specificamente dedicata alle aziende, Facebook for Business, come riporta The Next Web . In verità si tratta di una sorta di guida che raggruppa tutte le diverse modalità di utilizzo con cui un brand, famoso o sconosciuto, può incrementare il proprio business utilizzando i servizi social messi a disposizione da Facebook: dalla fan page agli ad, fino alle sponsored story.

Facebook for Business, di fatto, non presenta sostanziali novità, ma fa una cosa importante in un momento strategico. Aggrega in un’unica piattaforma tutte le informazioni che possono aiutare le aziende ad incrementare il proprio business e lo fa proprio una settimana dopo che Google Plus ha stabilito che, per il momento, non sono accettati profili aziendali sulla sua rete social. Insomma, mentre la curiosità ha spinto 20 milioni di users a entrare su G+ in sole due settimane, Facebook sembra voler ricordare ai brand qual è il luogo virtuale in cui possono crescere e rafforzarsi. L’obiettivo dichiarato del colosso dei social network è quello di ispirare le aziende, mostrando loro come altre imprese hanno ottenuto successo utilizzando Facebook.

La piattaforma destinata al business è suddivisa in 4 sezioni di approfondimento: pages, ads, sponsored stories e platform.

La sezione Pages spiega come e perchè è strategico creare uno spazio virtuale dove interagire con i propri fan e potenziali clienti e come creare una community “fedele” ai nostri contenuti.

Su Ads si possono leggere i vari step necessari per organizzare una campagna su Facebook, con la quale raggiungere esattamente il target che vogliamo, selezionando in modo estremamente mirato il segmento, l’età, gli interessi, etc.

Le Sponsored Stories sono state pensate per amplificare l’interazione tra le persone e un brand. Per questo nella sezione si trovano i diversi passaggi affinchè un’azienda possa creare la propria “sponsored story”, scegliendo il tipo di storia più adatto al proprio business e selezionando i criteri più idonei al proprio brand in fatto di target e di budget.

La sezione Platform, infine, spiega come trasformare il proprio sito in un’esperienza sociale, integrandovi app e plugin.

La sfida tra i due colossi del web, dunque, prosegue. Da un lato Facebook sembra volersi distinguere sempre più per un profilo business-oriented, mentre dall’altro c’è Google che, per il momento, sembra ambire a voler scalzare il dominio incontrastato di Facebook… ma che sicuramente ha progetti anche per il redditizio mondo dei brand. Non ci resta che stare a vedere le prossime mosse di entrambi. La prossima sarà quasi certamente di Big G. Di una cosa siamo assolutamente certi. Le social-cavie siamo noi :)

ARTICOLI CORRELATI

I 7 modi di fare pubblicità su Facebook

Facebook Ads: 3 nuovi tipi di Notizie Sponsorizzate

Le inserzioni non bastano: Facebook rilancia con le Sponsored Stories

Sponsored stories: Facebook prevede di eliminarle entro Aprile

Fan page e viral marketing: lo strano caso degli sponsored post “off topic”

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Commenta

  • http://www.facebook.com/sirodescrovi Siro Descrovi

    la vedo molto come una soluzione per il marketing b2c, mentre per il b2b linkedin risponde ancora come unico proposer, che ne dite? master G saprà cogliere entrambi i target o seguirà le belle orme di facebook?

  • http://twitter.com/ParideLuginillo Paride Luginillo

    Molto interessante….ottima soluzione di marketing b2c!

adv
Promo Corsi in House