Come trovare un lavoro creativo: consigli utili dagli esperti [HOW TO]

Se siete alla ricerca di un lavoro creativo in qualche grande agenzia beh, questo è l'articolo che fa per voi!

Essere notati nel mare magnum di curriculum e portfolio degli aspiranti designers o creativi è una vera e propria sfida;  se siete intenzionati a perseguire questa strada, e credete nel vostro talento, allora rimboccatevi le maniche e preparatevi leggendo i consigli di questi esperti, provenienti  da alcune delle maggiori agenzie al mondo: JESS3, Code&Theory, AKQA e  Mekhanism

JESS3: 5 errori da evitare

Jesse Thomas è il fondatore di un’agenzia creativa che ha lavorato con nomi come Nike e giganti del Web quali Google, Facebook e Wikipedia; ecco i suoi suggerimenti su cosa evitare quando si è in cerca di un lavoro creativo.

  • Fare errori ortografici è una grossolanità imperdonabile, che porta allo scarto immediato del curriculum in questione. La distrazione non è una scusa buona: ricontrollate sempre dunque, prima di inviare a chi di dovere i vostri dati, che non vi sia scappato qualche errorino.
  • Non dimenticatevi di allegare una lettera di presentazione, che spieghi in modo chiaro e diretto ciò che considerate più importante e degno di approfondimento del vostro curriculum. E’ un ottimo modo per testare il vostro tono professionale.
  • l’indirizzo email lavorativo deve contenere il vostro nome o una sua leggera variazione; meglio evitare nomi particolarmente fantasiosi o nickname estrosi, che possiamo riservare alla nostra cerchia più intima di amici. Scrivere al capo come “Farfallina86” non è una buona idea…
  • Usate un tono professionale: dovete impressionare positivamente e far vedere di essere degni di rappresentare, in futuro, il nome del’azienda.
  • Mai mandare l’email con il curriculum da un dispositivo mobile: è  considerata una cosa da pivellini.

CODE AND THEORY: 3 suggerimenti veloci

Per aspiranti designer ecco i consigli di Brandon Ralph, partner ed executive creative director di Code and Theory, agenzia della Grande Mela che si occupa  di grafica e design, in particolare per siti web.

  • Nella vostra prima email, scrivete un oggetto che introduca voi e il ruolo cui aspirate. Siate semplici perchè l’email salti all’occhio, ma attenti al rischio di sembrare arroganti.
  • Inserite sempre una versione in pdf del vostro CV
  • Inserite anche un link che rimandi al vostro portfolio website (se non ce l’avete, createlo), dove il vostro possibile datore di lavoro possa valutare la vostra bravura. Lasciate che i vostri lavori parlino per voi!

AKQA: Cosa fare e cosa no!

Lionel Carreor e Barbara Tejada, due dei recruiters di AKQA – agenzia leader nella comunicazione integrata – svelano quali sono le 3 cose che più amano nel candidato ideale e 4 criticità da evitare.

1000 punti per:

  • chi esibisce un portfolio che riesca a stupire, destabilizzare e -perchè no- ingelosire i recruiters.
  • chi si presenta ben preparato. E’ indispensabile saper spiegare ognuno dei propri lavori in maniera semplice e dettagliata, dal brief fino alla realizzazione.
  • chi dimostra di sapere tutto – o quasi- anche sull’agenzia in cui vorrebbe lavorare.

Bollino rosso per:

  • chi chiama e manda email compulsivamente all’agenzia, senza un motivo. Aspiranti creativi sì, stalkers no, grazie: attirate l’attenzione, ma fatelo in modo elegante.
  • no alle malelingue: chi parla male dei propri ex datori/ex colleghi/ex clienti innesca sospetti non proprio piacevoli nel datore di lavoro.
  • Chi si fa vedere pessimista o simil-depresso: non è un biglietto da visita adeguato a chi sta cercando un nuovo lavoro. Non sempre è facile essere ottimisti: recitate anche spudoratamente, ma non fatevi vedere giù!
  • Chi utilizza terza persona in lettera di presentazione e curriculum, parlando di sè stesso.

Ed infine…i 10 punti fondamentali secondo Mekhanism.

Mekhanism è una delle aziende più creative a livello mondiale, se parliamo di storytelling digitale. Ecco un elenco di suggerimenti utili agli  aspiranti creativi, direttamente dal direttore dei social media aziendali Brendan Gahan, un copywriter, un PR dello staff ed il direttore dell’agenzia, Jason Harris.

  • siate fan del vostro lavoro, perchè è molto più che un lavoro. Dimostratevi appassionati e volenterosi di lavorare proprio per quell’agenzia.
  • siate ambiziosi e pieni di iniziativa, veri e propri promotori di voi stessi, anche se non avete grandi esperienze lavorative alle spalle. Se non ci credete voi per primi…
  • ovviamente, dimostrare di avere un’etica del lavoro irreprensibile aiuta. Qui, la più classica delle raccomandazioni non guasterebbe…
  • dovete esibire in portfolio lavori mozzafiato, of course.
  • dimostrate personalità, qualche critica a volte può colpire nel segno, a patto di non risultare offensivi.
  • durante il colloquio, non dite continuamente cose che rimandino al vostro curriculum, è terribilmente noioso ed inefficace.
  • per i tirocinanti o coloro che si stanno affacciando al mondo del lavoro: siate anche sfacciati se serve, ma non vergognatevi di chiedere, chiedere e ancora chiedere informazioni, consigli e quant’altro a chiunque possa darvi un mano a capire come ambientarvi e muovervi.
  • non temete di esprimere le vostre passioni, come musica o moda,  anche se non direttamente legate al lavoro che state cercando. Ci sono brand che possono trarre beneficio dal conoscere vostri interessi, molto più di quanto possiate pensare.
  • Infine, imparate bene i lavori creativi dell’agenzia, selezionate i 3 vostri preferiti e spiegate il perchè vi piacciono tanto. Un po’ di lusinghe non guastano mai, in questo ambiente! 😉

Via

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?