StartupCharts: il who's who definitivo per la scena startup italiana. [TREND]

C’è chi dice che per i tech entrepreneurs la presenza su Twitter sia irrinunciabile, importante almeno quanto il mantenimento di un blog per la propria startup. Ma nell’oceano digitale è sempre più forte il rischio di naufragare. Per questo oggi, di fronte al flusso incontrollato di un’informazione frammentata e talvolta ridondante, l’attività di content curation (ricerca, selezione e organizzazione dei contenuti in porzioni più digeribili, talvolta accompagnate da un commento; ne sono esempi tool come Scoop.it e Storify, o newsletters come Startup Wikli, di cui ci siamo già occupati qui) assume un valore a dir poco salvifico.

Sono molte le soluzioni per fruire di contenuti “curated”, e una loro rassegna offre lo spunto per un prossimo articolo; ma nel frattempo vogliamo segnalare un’iniziativa che si inscrive perfettamente in quest’ambito e non dubitiamo diventerà presto una risorsa fondamentale per tutti coloro che gravitano nell’universo startup.
Parliamo di StartupCharts, web tool ideato da Janos P. Toth che raccoglie le liste ragionate degli account Twitter di tutti i principali protagonisti (imprenditori, investitori venture e angel, fondi, giornalisti, opinionisti, incubatori, etc) di ben 6 scene startup internazionali; al momento l’offerta è: Italia, Cambridge, Londra, Ungheria, Svizzera, Romania, ma siamo certi che la selezione si amplierà presto.

Ogni lista è frutto dell’alacre lavoro di un editor dedicato, e quella italiana è curata da Alberto Campora, che presentando l’iniziativa al gruppo Facebook Italian Startup Scene ha usato queste parole:

Start Up chart e’, come da definizione, “a colourful discovery tool for Italy based technology startups, VCs, meetups, conferences and coworking spaces”. Uno strumento in piu’ per navigare alla scoperta dei protagonisti della ISS (Italian startup scene, ndr)! […]

Il sito organizza i contenuti in 4 categorie principali: startups, people, friends e schmoozing places; ognuna ospita rispettivamente: le startup italiane, le persone protagoniste della scena italiana, gli amici ed estimatori, i luoghi/entità/eventi/fondi/magazine e in generale qualsiasi cosa non sia una persona né una startup.
Le liste si presentano come griglie di miniature; ognuna di queste se cliccata rivela un profilo dettagliato del titolare dell’account Twitter. Lo stile dell’interfaccia è molto asciutto e minimale, e fa il suo dovere andando dritto al punto. La rilevanza degli account listati è gestita da un algoritmo che analizza il grado d’influenza, ed è possibile richiedere l’iscrizione (v. FAQ).
Una volta fatto login su Twitter, basterà visitare StartupCharts e cliccare “follow” su ogni lista di proprio interesse.

Per chi milita nel mondo startup, strumenti come questo sono una vera manna; non possiamo che elogiare quest’iniziativa e invitare tutti voi appassionati a conoscerla, provarla, condividerla!

E non dimenticate di seguire l’accont Twitter dedicato di Ninjamarketing sezione startups: @ninja_startup ^__^