Young Care e la campagna no profit con le inserzioni di Facebook [CASE STUDY]

Tutto parte da un video con dei giovani che usano le infradito come racchette per giocare a ping-pong, altri che invece delle classiche scarpe per stare sul green, giocano a golf calzando comode infradito con calzino. Impiegati d’ufficio che si scatenano in un ballo di gruppo indossando sempre, indovinate un po’? Infradito. Perché le infradito?

Perché sono il simbolo del divertimento, della giovinezza e dell’estate. Tutti i giovani dovrebbero avere una vita spensierata, per quanto possibile. Ed è a questo che Young Care ha pensato quando ha lanciato la sua campagna di comunicazione. Il “Thong Day”, evento di portata nazionale che si è tenuto l’1 Ottobre 2010, nasce dall’esigenza di sensibilizzare la popolazione australiana sulla necessità dei giovani affetti da malattie invalidanti, quali ad esempio la sclerosi multipla, di ricevere assistenza continuativa quotidiana con modalità sempre meno limitanti.

Ecco il video del lancio del Thong Day:

È stato scelto Facebook come canale preferenziale di comunicazione. La fanpage dell’Associazione no profit contava nel settembre 2010 all’incirca 6.500 fan.

Obiettivi

Scopo principale della campagna, oltre alla raccolta fondi per migliorare la qualità di vita dei giovani bisognosi di cure continuative,  era il First National Awarness Day dell’organizzazione, accrescere la community online e coinvolgere la gente nella mission dell’associazione, attraverso appunto la fanpage. Facebook si è presentato da subito, agli occhi dell’Associazione, uno strumento ideale per raggiungere gli obiettivi.

Target

Il target della campagna era composto da giovani, di entrambi i sessi, di età compresa fra i 18 e i 34 anni. Gli internauti australiani si sono dimostrati fortemente ricettivi alla campagna, facendo registrare un notevole incremento di iscritti.

I Poll Ads

Tutto ciò è stato possibile grazie a Facebook Ads, in particolare ai Poll Ads, vale a dire quelle inserzioni che si propongono come un sondaggio, oltre che all’aiuto concreto di alcuni partners, tra cui Sancorp Insurance e l’agenzia Starcom. I Poll Ads, in maniera simpatica ed originale chiedevano alle donne se preferissero i tacchi o le infradito, hanno fatto registrare un tasso di risposta pari al 29%.

Risultati

I Poll Ads, in maniera simpatica ed originale chiedevano alle donne se preferissero i tacchi o le infradito, hanno fatto registrare un tasso di risposta pari al 29%.

Ad oggi la fanpage conta più di 46 mila fan e la crescita resta costante tuttora che la campagna è terminata con almeno 100 nuovi fan giornalieri. Il che vuol dire che la sola campagna Facebook ha permesso di far aumentare la community online del 607%.

I Facebook Ads hanno avuto oltre 7.5 milioni di impression in tre settimane. Mentre i banner che l’associazione aveva comprato su quattro importanti siti web avevano totalizzato “soltanto” 700.000 impression.

La campagna ha permesso di raccogliere 25.000 dollari, a cui Suncorp Insurance ha aggiunto altri 25.000 per arrivare ad un totale di 50.000 dollari.

Un successo, dunque, che ha contribuito a dare rilevanza alle categorie sociali deboli che hanno bisogno di essere ricordate costantemente per essere sostenute. Gli australiani di Young Care ci sono riusciti bene anche grazie alla forte partecipazione dei fan che hanno diffuso la pagina e condiviso contenuti, segno di un forte coinvolgimento emotivo nel progetto.

Nota informativa dell’editor

Da un po’ di tempo non vedevamo i Poll Ads. Ci siamo chiesti che fine avessero fatto e quindi abbiamo chiesto al team di Facebook Ads che ci ha risposto molto gentilmente nel giro di 24h.

Ciao Martha,

grazie per la tua mail. Purtroppo, gli advertiser self-service al momento non hanno l’opzione di inserire i poll ads. Allo stesso tempo, tutti i poll ads che vedi sulla home page di Facebook sono stati creati da advertiser che hanno un rapporto diretto con il nostro team commerciale e che spendono almeno 25.000 euro al mese. Facci sapere se hai altre domande.

Grazie per aver contattato Facebook,

Patrick
Online Sales Operations
Facebook

(L’originale in inglese:

Hi Martha,

Thanks for your email. Unfortunately, self-service advertisers do not currently have the option to place poll ads. At this time, all of the poll ads you see on the Facebook home page were created by advertisers who are in direct relationships with our sales team with an advertising spend of at least $25k/month. Let us know if you have further questions.

Thanks for contacting Facebook,

Patrick
Online Sales Operations
Facebook)

Grazie mille a te, Patrick per il chiarimento!

Quindi ricapitolando i Poll Ads non esistono per coloro che non hanno un rapporto diretto con il team commerciale di Facebook e che non spendono una considerevole cifra ma per chi volesse azzardare, noi qualche numero l’abbiamo dato.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?