Su Facebook per combattere la tossicodipendenza

Drug addicts on Facebook‘ è un esperimento di ikgebruik.nl, un’organizzazione indipendente (senza finanziamenti pubblici), che si occupa di fornire informazioni adeguate per i tossicodipendenti. In questo esperimento vogliono capire se i social media possono aiutare la ri-socializzazione dei tossicodipendenti. Insomma vogliono capire quanto “sociali” sono i social media.

L’esperimento, nato in collaborazione con la branding agency olandese Lemz, nasce dalla consapevolezza che molti tossicodipendenti si ritrovano soli, in quanto a causa del proprio problema hanno rovinato i rapporti con tutte le persone care.

Monica scrive nel suo profilo di Facebook (traduzione in italiano):

Ciao, mi chiamo Monica.

Sono una tossicodipendente che vuole smettere di fare uso di droghe.

Mi faccio di eroina e cocaina da due anni ormai. A causa della mia tossicodipendenza ho perso tutto e tutti. Amici, famiglia e conoscenti, nessuno vuole più essere associato a me. Sono stanca di vivere in questo modo, ecco perché voglio smettere.

È davvero dura smettere di fare uso di droghe, perché non ho nessuno (a parte altri tossicodipendenti) che mi possa supportare o aiutare in questo momento difficile.
Ecco perché sto cercando persone che mi vogliano seguire, aiutare o supportare su Facebook. So che devo fare molta fatica, ma forse, in questo modo, sarà un po’ meno difficile. E forse questa volta ci riuscirò. Quindi per favore diventa mio amico e aiutami a smettere di fare uso di droghe.

P.S. Non avere paura! Se decidi di diventare mio amico potrai sbirciare nella mia vita quotidiana (con un massimo di due post al giorno). Non ti chiederò MAI dei soldi o cercherò di incontrarti di persona. L’unica cosa che ti chiedo è un’amicizia online.

Speriamo che quest’esperimento possa davvero aiutare Monica e che possa risultare utile per chi ha gli stessi problemi. Ad oggi Monica ha più di 700 amici su Facebook. Trovate la sua pagina qui, se anche voi volete incoraggiarla.

Questo è il video della sua richiesta di aiuto:

Grazie a Giuliano Nicolucci per la segnalazione. Ricordate che anche voi potete segnalarci iniziative, progetti o news interessanti, cliccando su segnala una news!

ARTICOLI CORRELATI

Vuoi smettere di fumare? Ecco l’app che ti motiva a farlo

5 domande che ogni azienda dovrebbe fare a se stessa

5 motivi per restare (felicemente) su Facebook

A che punto è il crowdfunding? Risponde Danae Ringelmann, founder Indiegogo [INTERVISTA]

Fai uso di droghe? Sei senza cervello

Commenta

  • http://www.mosaicostudio.com Giuliano Mosaico

    La questione posta credo sia interessante i social network quanto possono essere “sociali”? Quanto possono aiutare chi si sente solo i o ha gravi problemi? Penso ad esempio ai giovani con il mal di vivere o alla piaga dell’anoressia.

    Saluti

adv
Corso Online in E-Commerce Management