RoadSharing, il viaggio 2.0 tra social network e geolocal

RoadSharing, viaggio 2.0Il Web 2.0 ha cambiato tanti aspetti della vita quotidiana, ma anche il modo di viaggiare.  Ogni giorno tante persone si spostano per motivi personali, di studio, di lavoro o soltanto per piacere,  utilizzando i propri mezzi di trasporto o il servizio pubblico. Grazie a RoadSharing, una piattaforma multilingua,  che coniuga social network e geolocalizzazione, si possono trovare passaggi in auto, inquinare meno e risparmiare anche in autostrada.

Il sito, infatti, nato da un’idea della web agency WebDev.it , consente di mettere in contatto la domanda e l’offerta di passaggi auto per trovare compagni di con cui condividere le spese, ma anche affrontare il viaggio in compagnia. Bastano pochi click per risparmiare e muoversi in piena sostenibilità ambientale.

Con RoadSharing l’ “autostop” è diventato tecnologico, ma non ha perso la sua semplicità. Per utilizzare il servizio basta registrarsi sul sito e specificare se si intende offrire la propria auto per dare un passaggio a chi lo desidera o al contrario inserire una richiesta e cercare qualcuno che percorrerà la tratta di nostro interesse. Il passo successivo è quello cliccare sul percorso scelto per mettersi in contatto con l’altro utente ed organizzare il viaggio.

La schermata fornisce già alcune importanti indicazioni: vengono visualizzate le informazioni relative all’utente, tramite il profilo, e riepilogate quelle del viaggio come la località di partenza e di arrivo, la data,  la durata complessiva e l’eventuale ammontare delle spese.  L’integrazione con Google Maps, invece, permette di visualizzare l’itinerario sulla mappa e la quantità di emissioni CO2.

Una funzionalità utile, oltre la possibilità di condividere le informazioni sui principali social network, è quella di inserire nell’offerta e nella richiesta anche gli eventi: in questo modo si possono organizzare trasporti condivisi, riducendo i costi, per partecipare agli appuntamenti più importanti. Tanti utenti hanno utilizzato proprio RoadSharing, ad esempio, per raggiungere mostre, come quella del Caravaggio a Roma, concerti, tra cui Ligabue, Litfiba e Daniele Silvestri, eventi sportivi, come il GP e la Formula 1, ma anche occasioni più goliardiche e divertenti come il tradizionale appuntamento tedesco dell’ Oktober Fest.

E’ possibile cercare l’itinerario inserendo le località precise, ma anche specificando se si è pendolare, e quindi si intende percorrere quella distanza per un determinato periodo di tempo, oltre che altre diverse opzioni segnalando anche la data ed il contributo spese che si è disposti a sostenere. Scegliendo la visualizzazione sulla mappa, invece, si può dare uno sguardo al numero di proposte di viaggio presenti un ogni area geografica. Sfogliando la lista di eventi in programma, inoltre, si possono selezionare i viaggiatori che hanno i nostri stessi interessi facendo diventare così il viaggio non solo un’ opportunità di condivisione dei costi, ma anche un momento di socializzazione e confronto. Ad aiutare nella scelta dei compagni di viaggio, poi, si può fare affidamento sui feedback forniti dagli altri utenti.

Il carpooling di RoasdSharing potrebbe essere la soluzione per raggiunere il prossimo evento, per organizzare una vacanza e, perchè no, partecipare al prossimo corso NinjaAcademy.
{noadsense}