Cannes Lions 2009: da Obama a Joker…

Cannes Lions 2009: da Obama a Joker... Come molti di voi già sapranno, si è da poco conclusa la 56° edizione del Festival Internazionale della Pubblicità di Cannes. Come ogni anno, nel corso della settimana del fesstival sono state decine le campagne premiate. Ovviamente impossibile citarle tutte senza che il post diventi una sorta di replica dell’elenco dei vincitori già presente sul sito ufficiale.

Preferiamo quindi parlare dei vincitori di quelle categorie che più ci sembrano rilevanti in questo momento, limitandoci a chi si è aggiudicato i riconoscimenti più prestigiosi. Per chi non l’avesse ancora capito, stiamo parlando dei vincitori dei Titanium & Integrated Lions e dei Cyber Lions.

Il Gran Prix nella categoria Titanium & Integrated è stato forse il premio che ha fatto più scalpore. A portarsi a casa “il premio più ambito del festival” (parole del presidente della giuria David Droga) è stata infatti la campagna per le elezioni presidenziali americane di Barack Obama, che si è aggiudicata il Grand Prix sia nella sezione Titanium che in quella Integrated. “Siamo stati molto attenti a separare l’uomo dalla campagna” ha commentanto Droga. “Questo non è un voto per Obama. Il voto è per una campagna che ha completamente reinventato la sua categoria, che è poi il vero tema del premio Titanium”. Di seguito, il video che presenta la campagna spiegando le motivazioni del premio:

I Titanium Lions vanno invece a Whopper Sacrifice, The Great Schlep e Dig Out Your Soul.

Whopper Sacrifice è una campagna per il ritorno nei fast food Burger King del sandwich Angry Whopper, per il quale è stata lanciata un’applicazione che permetteva di vincere un buono per un panino gratis “sacrificando” dieci amici, ovvero eliminandoli da Facebook. L’iniziativa ha riscosso enome successo fra gli utenti, prima di venire bloccata dal team di Facebook.

The Great Schlep è invece una campagna realizzata da Droga5 per spingere la folta comunità ebraica della Florida dalla parte di Barack Obama. La campagna prevedeva un sito web, un gruppo facebook e una serie di video che miravano a far conoscere il vero volto di Obama smentendo alcuni pregiudizi che lo avevano messo in cattiva luce presso gli ebrei americani, ad esempio la voce che fosse di religione musulmana.

Infine è stata premiata col Titanium Lion la campagna di lancio di Dig Out Your Soul, l’ultimo disco degli Oasis. Il gruppo ha insegnato le canzoni del nuovo album a una serie di musicisti di strada che le hanno poi suonate in giro per New York settimane prima dell’uscita del disco. La notizia è stata veicolata attraverso il word of mouth e gli utenti sono stati invitati a postare video e foto delle performance degli artisti di strada. Inoltre è stato realizzato anche un documentario sull’evento.

Per quanto riguarda i Cyber Lions, invece, tre le categorie alle quali era destinato il Grand Prix: Interactive Campaigns, Other Interactive Digital Media e Viral Advertising.

Nella prima sezione, il premio è andato a una delle campagne più apprezzate dell’anno, The best job in the world, che consisteva in un concorso con in palio il posto come custode di una splendida isola sulla Grande Barriera Corallina.

Cannes Lions 2009: da Obama a Joker...Riconoscimento anche per Fiat con il suo eco:Drive. Fiat ha infatti implementato nei suoi modelli “The Connected Car“, una mappatura del motore che fornisce dati su come viene guidata l’automobile. Questi dati possono essere trasferiti su supporti USB grazie al Blue&Me™ (il Bluetooth sui modelli Fiat) per poi essere analizzati da un’apposita applicazione da installare sul proprio PC. La teconologia eco:Drive permette quindi agli utenti Fiat di migliorare i propri comportamenti alla guida per ridurre le emissioni di CO2 e risparmiare sui consumi di carburante.

Cannes Lions 2009: da Obama a Joker...Infine, nella categoria Viral Advertising, vittoria per Why So Serious?, un ARG (alternate reality game) realizzato per il lancio di The Dark Knight, il secondo degli episodi di Batman diretti da Christopher Nolan. Incentrato sul Web, Why So Serious? includeva applicazioni per mobile, mail, flash mobs, cacce al tesoro, UGC e streaming video, che conducevano lo spetatore dall’ultima scena di Batman Begins a quella iniziale di The Dark Knight.