Insider

Tencent Music vuole quotarsi in borsa. Con un’offerta da 1 milione

Il braccio musicale online (800 milioni di utenti) della più grande social media company cinese, ha presentato domanda per quotarsi al Nasdaq

Dopo Spotify, un'altra big tech dello streaming musicale si quota a Wall Street. Tencent Music, il braccio musicale online della più grande social media company cinese, ha presentato domanda per quotarsi al Nasdaq. Secondo la cifra, indicativa, scritta nei documenti presentati alla Sec e che potrebbe anche cambiare, l’offerta in azioni del sito di streaming musicale potrebbe aggirarsi intorno al miliardo di dollari. L’ambizione è quello di portare un nuovo modello sul mercato occidentale. Un mix tra social network e negozio musicale all’interno del quale lo streaming rappresenta solo una piccola parte.

LEGGI ANCHE: È il giorno di Spotify, che va in Borsa nella tempesta

tencent

Uno spin-off da 800 milioni di utenti

Tencent Music è uno spin-off che offre quattro servizi di streaming: Q Music, Kugou Music, Kuwo Music e WeSing. Si va dalla musica, alle app di karaoke ai servizi di streaming di concerti. In Cina sono numeri uno, per una platea di ascoltatori pari a 800 milioni di utenti mensili.  Il gruppo fa anche sapere di disporre di un catalogo di "20 milioni di pezzi musicali provenienti da 200 etichette nazionali e internazionali".

Che ha di diverso da Apple Music e Spotify

A differenza di Apple Music, Spotify (ma anche Pandora), Tencent Music è un business redditizio, ma le sue entrate lorde e il suo modello di business sono diversi dai cugini occidentali. Mentre Spotify funzionano con gli abbonamenti flat a pagamento e versioni free supportate da advertising (modello freemium), Tencent Music è una piattaforma all-in-one dedicata alla musica. Dentro ci sono concerti, social network, strumenti per gli artisti e servizi di vendita di canzoni e di gadget fisici e digitali. Quindi, la musica in streaming è solo una piccola parte dell’offerta e del fatturato. Entrare a fare parte di Tme vuole dire entrare in una sorta di marketplace sul modello di WeChat di cui non a caso è proprietario Tencent (in questo senso il pubblico di riferimento sale a 1 miliardo di utenti)

I numeri di Tencent Music

Tencent Music è controllata con il 58,1% dal colosso cinese Tencent che punta ad approfittare del momento favorevole dell’industria musicale, tornata a crescere dopo anni di crisi.  Controlla il 76% del mercato cinese. Fra gli azionisti figura con il 9,1% anche la concorrente Spotify. Dichiara un giro d'affari di 1,3 miliardi di dollari nei primi sei mesi dell'anno e un utile netto di 263 milioni di dollari. Gli abbonamenti rappresentavano solo il 30% delle vendite, mentre il grosso arriva dai regali virtuali che vengono usati durante i concerti live e da servizi premium. A spingere vendite e ricavi (+8% nel 2017) è stato soprattutto l’avvento delle piattaforme di streaming digitale che sono riuscite ad arginare il fenomeno della pirateria informatica.

Perché si quota 

La quotazione di Tencent Music arriva dopo il primo calo nei profitti di Tencent. Il primo dopo dieci anni di crescita. Il mercato domestico per la prima sembra andare stretto ai cinesi che hanno bisogno di espadersi anche nei Paesi più maturi da un punto di vista digitale.

Vuoi ancora più Ninja Power?

Accedi gratuitamente a Marketing News, Viral Tips & Tricks, Business & Life Hacks ed entra in una community di oltre 50.000 professionisti.

La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.
Registrandoti confermi di accettare la privacy policy

Ninja Magazine è una testata registrata presso il Tribunale di Salerno n. 14/08 - P.IVA 04330590656.
© 2004 - 2018 Ninja Marketing Srl è un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati
Puoi ripubblicare i contenuti citando e linkando la fonte nel rispetto della Licenza Creative Commons
PRIVACY POLICY, CONDIZIONI D’USO E COOKIE POLICY