#MWC2018

Huawei sfida Intel e si fa da sola il suo primo chip 5G

Il nuovo chip presentato a Barcellona non è la sola (ennesima) novità: Huawei ha rivelato anche il lancio del primo smartphone 5G nella seconda metà dell'anno

Huawei ha annunciato al Mobile World Congress di Barcellona il suo primo chip 5G, una soluzione che consentirà ai dispositivi mobili dell’azienda di accedere alla prossima generazione di reti cellulari. La società ha spiegato che il suo chip Huawei Balong 5G01 è il primo a supportare il nuovo standard 3GPP per reti 5G e che dovrebbe essere in grado di scaricare dati a 2.3Gbps.

Il CEO di Huawei, Richard Yu (nella foto sotto), ha precisato che la sua azienda ha investito 600 milioni di dollari nella tecnologia di rete, che sarà probabilmente utilizzata dalle auto senza conducente ai dispositivi mobili alle case intelligenti. Huawei produce anche apparecchiature di rete e afferma che sarà la prima azienda a offrire “una soluzione 5G end-to-end attraverso la sua rete, i suoi dispositivi e le sue capacità a livello di chipset”. Non solo chip. Richard Yu ha dichiarato anche che la società punta a lanciare un telefono 5G nel secondo semestre dell’anno.

Huawei

credits www.cnbc.com

LEGGI ANCHE: Huawei lancia un laptop con telecamera nascosta contro gli occhi indiscreti

Sfida a Qualcomm e Intel

Il chip è una vera e propria sfida lanciata ad altri produttori come Qualcomm e Intel. Il primo ha annunciato il proprio chip Snapdragon X24 a inizio mese: dovrebbe aiutare a preparare i consumatori al 5G mentre si aspetta che arrivino velocità di rete più elevate. Intanto sta già lavorando con una varietà di produttori di dispositivi per installare il suo modem X50 nei prossimi hardware.

L’anno scorso, Intel ha annunciato il proprio modem 5G per dispositivi connessi come auto e droni e ha annunciato la scorsa settimana di aver stretto una partnership con Microsoft, Dell, HP e Lenovo per installare modem 5G nei loro laptop entro la fine del 2019.

Next generation

Il 5G è il cuore della prossima generazione di reti cellulari e promette di fare un notevole salto di velocità, oltre le attuali reti LTE che abbiamo in questo momento. Ci vorranno però un paio di anni prima che se ne abbia un uso diffuso.

LEGGI ANCHE: Quali sono e quanto costano i nuovi smartphone Nokia