Advertising

ADCI Awards 2017: per la prima volta nella storia un Grand Prix agli studenti

L'associazione Art Directors Club Italiano ha assegnato a Milano i premi alle migliori campagne dell'anno

Massimo Sommella

Editor @ Ninja Marketing

Una vero colpo di scena quello di sabato sera al Teatro Franco Parenti nella serata conclusiva di If! Italian Festival, durante la quale vengono consegnati gli ADCI Awards.

Non era mai accaduto infatti che le giurie non assegnassero il Grand Prix ad un’agenzia: il premio più ambito dai creativi è stato assegnato alla campagna “Linkedinmate” degli studenti di Accademia di Comunicazione (cliente: LinkedIn).

adicgranprix

Il Presidente delle Giurie, Andrea Stillacci, ha commentato sul palco: “Ci siamo guardati negli occhi tutti insieme e non abbiamo avuto dubbi”. Vicky Gitto, Presidente ADCI, sempre dal palco ha affermato: “Tutti voi sapete che una delle cose che viene detta spesso è che per i giovani nel nostro Paese non c’è futuro” […] “Se i giovani hanno queste capacità, il futuro c’è e sarà anche un grandissimo futuro”.

La campagna è il primo progetto al mondo che ha l’obiettivo di reintegrare gli ex detenuti nel mercato del lavoro, utilizzando le “attitudini” che ciascuno ha messo in gioco nel commettere i reati. Ed ecco che un trafficante di droga ha le carte per essere un sales manager, un hacker un ingegnere informatico e un evasore fiscale ha il talento per collocarsi come ispettore della finanza. Alla fine chi meglio di un ladro sa come prevenire un furto?

Altro Grand Prix è stato assegnato per il non profit alla campagna Chat Yourself” realizzata da Y&R per Italia Longeva in collaborazione con Facebook: un chatbot messenger per migliorare la vita dei malati di Alzheimer.

Il chatbot è un assistente virtuale, capace di memorizzare l’intera vita di una persona restituendogli su richiesta informazioni fondamentali come ad esempio il nome e il contatto dei propri figli, il percorso per tornare a casa, le scadenze della settimana, eventuali allergie, e altri elementi personali utili ad affrontare al meglio la propria giornata (come descrive Youmark).

Ma sono state tante le campagne di quest’anno davvero memorabili che hanno ampiamente meritato i metalli. Vediamo le principali categorie.

Promo & Activation

Per Digital & Social Media vince un Oro la campagna “Responsibly The Beer” di McCann Milano (cliente: Ubrew) e per il non profit un Oro anche a “Forgetting Auschwitz, Remembering Auschwitz” di Havas Milan (in partnership con Associazione Figli della Shoah e Fondazione Cdec).

Cyber 1

Il primo Oro della serata è andato, senza troppe sorprese, alla campagna più famosa dell’ultimo anno: “Tim Dance” di Havas Milan. Sempre la stessa agenzia conquista un altro Oro per la campagna “Forgetting Auschwitz, Remembering Auschwitz”.

Best Use of YouTube

Quest’anno vince H48 con #lamarchetta dei The Jackal (cliente: Carrefour).

Cyber 2

Per l’Uso Innovativo e Creativo della Tecnologia vince l’Oro il Gruppo Roncaglia con la campagna “4Matic Adaptive Story” (cliente: Mercedes Benz) e per il non profit ancora un Oro per Chat Yourself” realizzata da Y&R.

Per Social Media/Creative Social Content & Editorial vince 2 Ori We Are Social con la campagna “Bring Originals to Life” che ha portato (tra gli altri) Beppe Vessicchio nel sottosopra di Stranger Things, Aranzulla in Black Mirror e Berlusconi in Okja.

Premio Equal

Questo nuovo award, istituito da quest’anno con il patrocinio della Camera dei Deputati, premia l’azienda e l’agenzia creativa la cui campagna si è distinta per la capacità di promuovere l’evoluzione della rappresentazione di genere.Quest’anno il vincitore è stato J. Walter Thompson Italia con la campagna “#DOITTOGETHER” (cliente: Indesit).

Integrated

Un Oro a M&CSaatchi per la campagna “The Marathron” (cliente: SKY Italia) a un Oro a“Tim Dance” di Havas Milan. Per Digital Integrated Campaign Non Profit un altro Oro anche a “Forgetting Auschwitz, Remembering Auschwitz” di Havas Milan.

Film, Craft & Branded Content

Per la categoria Craft- Regia e Animazione si aggiudica l’Oro l’agenzia MONO con la campagna “Whoa There” (cliente: Alfa Romeo). Un altro oro in questa categoria va a #Saachi&Saachi + Filmmaster per la campagna “Enel Door” (diretta dai francesi We Are From LA).

In Film – Altri Schermi si aggiudica l’oro l’irriverente campagna DDBGroupIkea: ispirazione o cospirazione?

Nella categoria Branded Content vince l’oro (e anche un Best use of YouTube) J Walter Thompson con “Killer in Red”, film diretto da Paolo Sorrentino (cliente: Campari) e ancora Chat Yourself” di Y&R.

In Craft – Art Direction Offline vince l’agenzia Le Balene con “Every Mark is unique” (cliente: Pirelli).

PIRELLI – Pokras Lampas, Every mark is unique from Trees Home FILM on Vimeo.

Outdoor & Fotografia

L’Oro quest’anno va al tabellare di Ogilvy&Mather Ad/Sorbent” (cliente: Urban Vision), il circuito ooh che sfrutta la tecnologia The Breath, il tessuto Made In Italy che assorbe l’inquinamento urbano e contribuisce a ripulire l’aria che respiriamo.

Tra gli altri metalli merita una menzione speciale l’argento in Branded Content Tv & Cinema per “Complimenti per la connessione” dell’agenzia Plural (cliente: Rai) – un viaggio istruttivo e divertente alla scoperta del mondo di Internet in compagnia dei personaggi più amati di Don Matteo.

Altra menzione per “Santino Safety System” di Saatchi&Saatchi presente in numerose categorie con argenti e bronzi (di cui vi abbiamo parlato qui).

L’elenco con tutti i metalli è disponibile sul sito di ADCI.