Business

Come proteggere i dati sensibili dei tuoi clienti e la tua azienda

Hai mai pensato ai rischi legati all'acquisizione dei dati? Ecco tutto quello che devi considerare

Rosanna Crocco

Vice Editor Business Marketing @ NinjaMarketing

La tua presenza online è il volto che la tua azienda mostra al mondo. È l’identità che racconta ai clienti i tuoi valori e la tua integrità come una qualsiasi altra strategia aziendale. Per questo non devi sottovalutarla. Ricorda che la scelta oggi di non “mostrarti online” non impedirà agli utenti di parlare di te. Importante è esserci ed esserci nel miglior modo possibile.

E, anche se lo sviluppo di una politica digitale potrebbe non essere nella tua lista delle cose da fare, dovresti inserirla il prima possibile, perché le conseguenze di non avere una politica online idonea e coerente sono innumerevoli.

politica digitale

Perché la politica digitale è importante?

Perché permette di mostrare la “parte migliore di te” e allo stesso tempo ti permette di avere un rapporto di fiducia con i tuoi clienti.

Infatti, quasi tutti i brand  hanno adottato una mentalità più aperta in termini di dati.  Anche per acquistare dei calzini, è difficile che non ti venga richiesto nome, indirizzo, numero di telefono, email, ecc. E, certamente, la tua attività può fare molto con queste informazioni in termini di segmentazione del mercato, analisi, promozione.

Attenzione però, raccogli i dati solo quando è fondamentale per la tua attività, altrimenti è solo una perdita di tempo per te ed il cliente potrebbe percepirla quasi come una violazione della propria privacy.

politica digitale

Dati, norme e scelte digitali

Il risultato naturale della raccolta di molti dati è la necessità di memorizzarli. E i dati memorizzati sono una responsabilità.

Hai davvero bisogno di mantenere gli indirizzi email e le storie di acquisto di persone con cui non sei poi realmente connesso? La raccolta di dati dei clienti non è una situazione per: “Beh, potrebbe essere utile un giorno”. Il rimedio più sicuro è quello di memorizzare solo i dati importanti per la tua attività.

Un aspetto da non sottovalutare è l’ordinamento attraverso le norme e le regolamentazioni applicabili. Gli Stati Uniti, ad esempio, dispongono di leggi che disciplinano la raccolta, l’uso e la memorizzazione delle informazioni sui clienti. Molti stati dispongono anche di una propria normativa ed alcuni sono più rigidi delle leggi federali. La situazione, poi, diventa ancora più complessa quando il tuo business attraversa i confini nazionali.

LEGGI ANCHE: eCommerce e customer journey: come vendere con SMS ed email

Questa è un’area in cui è fondamentale ottenere una guida professionale, da un avvocato o da un esperto di politica digitale. Ci sono troppi elementi in movimento per mettere a rischio se stessi.

Tuttavia, avere una buona politica digitale non escluderà la possibilità di “crisi” o problemi, ma andrà molto a limitare i danni. È importante disporre di un piano di risposta alle crisi che comprende tutto ciò che è necessario fare dalla scoperta di una violazione alla comunicazione ai propri clienti (così come a tutte le agenzie legali competenti). La tua politica dovrebbe identificare la persona responsabile di ogni passaggio del piano di risposta.

“Avere una politica digitale” non è qualcosa da inserire a caso nel tuo elenco di cose da fare, insomma. È un processo in corso che deve essere rivisto nel corso degli anni perché la gente, i processi e le tecnologie cambiano.

Scritto da

Rosanna Crocco

Vice Editor Business Marketing @ NinjaMarketing

Classe 1987; cresce ad Acri, un paesino in provincia di Cosenza. Una Laurea in Economia Aziendale ed un Master in Marketing Management le permettono di studiare ed approfondire ... continua

Condividi questo articolo


Segui Umeka su Twitter .

Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it