Epic Win/Fail

Gli Epic Win & Fail della prima metà del 2017

Il meglio e il peggio di quanto successo sui social media degli ultimi mesi

Strategie di comunicazione e strumenti per il Social Media Management. Scopri il Master Online in Social Media Marketing + Social Factory di Ninja Academy: a 60 ore di didattica online puoi abbinare un percorso pratico a Milano e Roma.

La rubrica del lunedì più famosa del web si appresta ad andare in vacanza. Prima però di chiudere valigie e borsoni, ecco che abbiamo pensato di farvi un regalo, con una piccola selezione dei momenti epici di questi ultimi mesi. Il 2017 ci ha fatto ridere, indignare, imbarazzare, innamorare, e noi vogliamo restituirvi un po’ di tutte queste emozioni nel best of degli #EpicWin&Fail.

Non vi preoccupate, torniamo presto!

Epic Win

L’eroe dell’Unicef

Si parla spesso delle responsabilità del social media manager, specie in momenti critici. Qualunque errore è sotto l’occhio di tutti e gestirlo non è sempre così semplice. Poco però viene riconosciuto a questo professionista quando il lavoro viene fatto molto bene, come nel caso dell’Unicef Italia.

Ad aprile, in seguito alle polemiche che hanno coinvolto diverse ONG e politici, l’organizzazione ha lanciato un tweet in difesa del proprio lavoro. In men che non si dica l’account Twitter ha iniziato a ricevere insulti e critiche per il lavoro svolto insieme alle organizzazioni non governative e alla Guardia Costiera per salvare i migranti che rischiano di annegare cercando di raggiungere l’Italia.

Ma il social media manager dell’agenzia non si fa spaventare e con toni fermi, e a tratti polemici, risponde a tutti i commenti che arrivano sulla pagina. Un esempio di crisis management che gli ha valso l’appellativo di “eroe”. E anche noi Ninja lo riconosciamo come il vero Win del mese.

Ma lasciamo giudicare a voi, ecco solo una piccola selezione di alcune risposte.

 

Concediti un extra con Sambuca Molinari

Le festività sono motivo di grande ispirazione per i brand che sanno stare sul pezzo.

In particolare, per la ricorrenza della Pasquetta e per il ponte del 25 Aprile, Sambuca Molinari ci ha regalato alcuni post a tema che vi riproponiamo di seguito.

molinari capodanno

MOLINARI PONTE

Sulla scia del #conceditiunextra, quale migliore scusa per concedersi una Sambuca?

Ceres c’è

La Ceres è uno di quei brand che ci da sempre tanta soddisfazione, che sa come sfruttare a pieno le potenzialità offerte dai social media per raggiungere la propria audience, per fidelizzare la community.

Grazie a brillanti operazioni di real time marketing e viral marketing, la Ceres riesce sempre a far parlare di sé, a far emergere la sua forte identità. Complice una ben studiata e pianificata strategia di storytelling e ad  una comunicazione ironica, irriverente, dissacrante.

Recentemente, in seguito alla scomparsa di Paolo Villaggio, la Ceres ha pensato bene di rendergli omaggio, prendendo ispirazione da un famoso episodio della saga fantozziana e coinvolgendo un altro brand, o meglio il suo diretto concorrente, la Peroni.

ceres1

Il successo del post, testimoniato dalla viralità e dalle reazioni/interazioni della community, è la conferma del fatto che una comunicazione efficace, quando è ben studiata, è realmente possibile. Se poi riesce anche a scavalcare le logiche della concorrenza, come in questo caso, beh, il trionfo è garantito.

Insomma, come sempre, ‘Ceres c’è’, e c’è in maniera impeccabile!

Il Blasco

Protagonista indiscusso della scena musicale estiva, non poteva che essere lui, Vasco Rossi. Il suo attesissimo concerto a #ModenaPark ha visto la partecipazione di 220.000 fan, una cifra da far impallidire anche i big della scena internazionale.

Un live che meglio non poteva riuscire, la capacità di far parlare di sé anche sui social, restando nei trend topic per giorni, il suo carisma che non conosce tempo, gli valgono il primato dei Win del mese di luglio!

Vasco, tu sì che puoi davvero urlare: ’Vado al massimo, vado a gonfie vele!’.

Oscar 2017

Lascia il gusto un po’ amaro ma al contempo divertente quanto accaduto al Cinema Rio di Londra, situato a Dalston, durante gli Oscar 2017. Il pubblico, che si era recato nella struttura per assistere alla proiezione di Moonlight, a inizio spettacolo, si è trovato ad assistere alla proiezione di un teaser del trailer di La La Land al posto del premio Oscar per il Miglior film. Tra lo stupore degli spettatori in sala, una volta compreso che non si trattava della proiezione del film ma solo di un teaser, sono scattati applausi e risate.

Intanto, sui social i fazzoletti Tempo hanno cavalcato l’onda degli Oscar, rispondendo con ironia a quanto accaduto.

 

Brucia la città

Nel mese di luglio buona parte del sud Italia è stata afflitta da incendi devastanti. Dal Lazio alla Campania, passando per la Calabria e la Sicilia. Molti di questi incendi sono stati e continuano ad essere di natura dolosa, per questo la Taffo ha pensato bene di offrire il proprio contributo con uno spirito critico e al contempo ironico. E speriamo che il messaggio arrivi!

Epic Fail

Perché Sanremo è Sanremo

Si sa, Sanremo fa sempre parlare di sé, nel bene e nel male. Ogni anno stiamo lì incollati davanti alla tv e su Twitter, per quanto molti non lo ammetteranno mai, per vedere il festival musicale al contempo più discusso e amato dagli italiani.

Anche quest’anno non sono di certo mancate delle perle, ma quella che secondo noi merita il primo posto ha riguardato Gigi D’Alessio, e in particolare la sua reazione in seguito all’eliminazione, nella gara tra i BIG, dal festival di Sanremo. 

Gigi infatti pubblica un video su Twitter, in cui appare insieme alla compagna Anna Tatangelo e ad un gruppo di amici dal titolo: “Ragazzi, sapete chi ci è rimasto male?”. E la risposta arriva in coro.

Una trovata diventata subito virale che però molti hanno trovato di poco gusto. E anche noi ninja la inseriamo decisamente tra i migliori Fail della settimana di Sanremo!

Donald Trump colpisce ancora

Mr. Trump riesce sempre a far parlare di sé, spesso nella maniera peggiore in cui un Presidente degli Usa, scandali a parte, abbia mai fatto.

Una delle ultime gaffe, fra le tante che hanno spopolato sui social, riguarda una gif che riprende il Presidente a bordo ring di un incontro di wrestling che all’improvviso si scaglia contro un uomo, sulla cui testa è stato appiccicato il logo della CNN, prendendolo a pugni. Ovviamente la CNN riprende tutto, facendo diventare ancora più virale il video.

Quasi 370000 retweet e 600.000 like. Ma, per quanto la strategia comunicativa in perfetto stile provocatorio sia stata efficace, di certo non possiamo dire lo stesso dell’immagine del Presidente. Un momento imbarazzante che dovrebbe far impallidire l’America tutta e far riflettere il suo elettorato. Un Fail senza se e senza ma.

Chi ha trasmesso Laura Palmer?

La data di lunedì 22 maggio 2017 doveva essere un appuntamento imperdibile per i fan della serie di David Lynch. Infatti proprio quel giorno Sky Italia avrebbe dovuto trasmettere, in contemporanea con gli Stati Uniti, in esclusiva i primi due episodi dell’attesissima terza stagione di Twin Peaks. Se non fosse che alle sei di domenica mattina, per errore, Sky ha reso disponibili gli episodi anticipando di quasi 24 ore la messa in onda ufficiale americana.

Inutile dire che subito su tutti i social siano scattati l’ironia e lo stupore dei fan di Twin Peaks, che non si sono risparmiati in quanto a critiche per lo spoiler. L’hashtag #twinleaks è diventato subito virale, mentre il claim “Chi ha ucciso Laura Palmer” diventa «Chi ha trasmesso Laura Palmer?».

Gli abbonati di Sky Italia che hanno goduto dell’anteprima avranno di certo apprezzato, ma il danno è stato fatto. Chissà cosa avrebbe avuto da replicare l’agente Cooper!

Gli uomini preferiscono le straniere?

Le meravigliose ragazze di Boncompagni negli anni ’90 cantavano tutti i pomeriggi “Non è la Raiiiii”. E invece sì, è proprio mamma Rai la rete dove è stato mandato in onda un servizio particolare, trasmesso durante la trasmissione “La Vita in Diretta” condotta da Paola Perego, intitolato “Gli uomini preferiscono le straniere”.

L’infografica mostrava contenuti sessisti, che nelle intenzioni degli autori avrebbero dovuto indicare i motivi per cui gli uomini dovrebbero preferire una donna dell’Est ad una italiana. Ovviamente, in Rete tali motivi non hanno fatto presa.

fidanzata dell'est

Purtroppo per la Perego, il programma si è concluso fra le lacrime della conduttrice e una chiusura forse inaspettata. Insomma, un Fail di prim’ordine.

C’è comunque da sottolineare il risvolto ironico, perché a volte è proprio da un #EpicFail che nascono i migliori #EpicWin. Giudicate voi!

Matteo versus Matteo

La comunicazione politica è quanto di più delicato si possa gestire, specie in quest’epoca, dove i social regnano sovrani. Dovrebbe saperlo bene lo staff comunicazione del PD, “vittima” di accuse e polemiche in seguito alla pubblicazione di un post “quote” di Matteo Renzi condivisa sulla pagina del Partito Democratico, a tema immigrazione.

pd renzi

Come se non bastasse, in seguito alle numerose reazioni a tratti anche esilaranti del popolo social, il post viene immediatamente rimosso. Mai errore più grave venne commesso da un social media manager, che dovrebbe saper gestire la crisi in ogni momento. Insorgono gli elettori e i simpatizzanti del partito, ma soprattutto ne approfittano gli avversari storici.

La Lega Nord di Matteo Salvini, infatti, rilancia il messaggio giocando proprio sull’errore commesso dal PD. Il rischio “Fail” è sempre dietro l’angolo e le regole della politica possono essere spietate.

Amici lettori, per questo primo semestre è tutto. Ci si rivede a settembre, come ogni lunedì, sugli schermi della rubrica più epica del web. Non dimenticate di segnalarci gli Epic Win e Fail che troverete online sbirciando il vostro smartphone da sotto l’ombrellone: come al solito, ci trovate su Facebook, su LinkedIn o su Twitter. Buone vacanze!