Advertising

A lezione di creatività da Coca-Cola, Guinness e Apple

Un viaggio nella fantasia, tra personaggi animati e sognatori, per emozionare il pubblico

I creativi di Coca-Cola, Guinness e Apple hanno creato mondi fantastici, in grado di arrivare a toccare il cuore del grande pubblico. Perché te ne parlo? Perché oggi, nel mare di annunci pubblicitari, attraverso canali diversi e a volte combinati tra loro, è sempre più difficile catturare l’attenzione e suscitare interesse nel pubblico di potenziali clienti.

Le aziende si sfidano a colpi di creatività: sanno di dover essere sempre più competitive, cercando di superare ogni volta i limiti della fantasia e del possibile. Servono idee accattivanti e uno storytelling potente, capaci di tradurre e trasmettere i valori aziendali, di suscitare emozioni in chi sta dall’altra parte dello schermo.

Scott Carlson, CEO di Van’s General Store, per la rubrica “Best Ads Ever” di Adweek, ha raccontato i suoi spot pubblicitari preferiti da sempre. I tre video scelti appartengono ad aziende che operano in business completamente diversi fra loro e ciò che le accomuna in quest’occasione è la capacità di raccontarsi attraverso la costruzione di un mondo fantastico, per trasmettere i propri valori.

Se sei in cerca di un po’ di sana ispirazione per le tue campagne di advertising, ecco qui tre spot che ti faranno sognare ad occhi aperti. Buona visione :)

Coca-Cola: Happiness Factory, 2006

Coca Cola, con una serie di video pubblicitari, con una monetina ci trasporta nella sua Happiness Factory: all’interno di un distributore automatico di bevande, un mondo animato si svela davanti ai nostri occhi.

Creato nel 2006 dall’agenzia pubblicitaria Wieder + Kennedy, questo corto mostra un mondo fantastico popolato da animali animanti che con amore, dedizione, leggerezza e divertimento, preparano una bottiglia di Coca-Cola.

Guinness: Dreamer, 2001

Con una storia pubblicitaria di notevole stampo creativo, il filmato “Dreamer” di Guinness ci catapulta all’interno di un sogno. La pellicola in bianco e nero, lo storytelling astratto, i suoni ovattati, rendono l’ambientazione unica.

Surreale è la visione di uno scoiattolo che beve; una tenda che rivela il senso della vita; un immaginario club di sognatori che, tra corse, cani danzanti e cavalli rovesciati, sogna il senso della vita.

Il video è perfettamente in sintonia con lo slogan di Guiness: Le cose belle arrivano a chi sa aspettare.

LEGGI ANCHE: Cool! I brand favoriti dai Millennial e dalla Generazione Z

Apple:  Frankie’s Holiday, 2016

Il terzo video individuato da Carlson ci aveva fatto commuovere lo scorso anno: è lo spot natalizio della famosa mela morsicata, con protagonista il personaggio del libro di Mary Shelley, Frankenstein.

Il video si apre mentre la creatura è intenta a registrare la melodia di un carillon nel suo iPhone. Mentre si dirige in città per cantare There’s No Place Like Home sotto l’albero di Natale al centro della piazza, qualcosa va storto e una delle lucine non funziona più. Un’espressione triste così triste da spezzarci il cuore, appare sul suo volto, rendolo più umano e vicino a noi. In suo aiuto per fortuna arriva una bambina, regalando a quel volto un sorriso. Il video si conclude con il toccante invito: “Aprite a tutti il vostro cuore”.  

E tu invece, quali creatività ricordi con più emozione?

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?