Social

Facebook e Automattic: presto il plugin WordPress per Instant Articles

Una partnership strategica per rilasciare il prossimo 12 aprile un plugin per la generazione automatica di Instant Articles

Impara le strategie e gli strumenti per il social media management. Scopri il Corso in Social Media Marketing, Formula Online + Aula pratica (opzionale) a Milano di Ninja Academy.

Solo due settimane sono passate dall’annuncio di Josh Roberts, product manager di Facebook: il 12 aprile alla conferenza F8 di Facebook, Instant Articles sarà disponibile per tutti gli editori.

Questa volta è Chris Ackermann (partner engineering) ad annunciare anche il rilascio di un plugin WordPress, sviluppato in collaborazione con Automattic.

Facebook e Automattic 2 fp a

 

L’intento di questa partnership strategica è facilitare per gli editori la diffusione e condivisione dei loro articoli.

LEGGI ANCHE: Instant Articles per tutti gli editori, di qualsiasi dimensione e provenienza

Il processo di generazione e pubblicazione di Instant Articles sarà infatti semplificato. Il plugin genererà automaticamente un feed RSS ottimizzato per lo scopo, senza che sia necessario avere conoscenze di HTML.

Il feed creato dal plugin sarà disponibile all’URL  `/feed/instant-articles`, che però potrà essere personalizzato.

Dopo aver avuto da Facebook l’approvazione del feed, sottoponendo un minimo numero di articoli, Facebook lo andrà a rileggere ogni tre minuti per trarre eventuali nuovi articoli. Sarà possibile anche configurare se dovranno essere ignorati gli articoli modificati nelle ultime 24 ore. Quelli modificati in precedenza saranno invece sempre ignorati.

Il plugin è open source e Facebook incoraggia tutti gli sviluppatori che lo desiderino a partecipare: lo volete fare o volete semplicemente sbirciare?

Lo trovate su Github, dove potrete segnalare eventuali problemi o condividere implementazioni parallele del codice. L’obiettivo dichiarato rimane quello di renderlo disponibile al grande pubblico di editori (nessuno escluso) il 12 aprile.

Facebook, insomma, non ha voluto stare a guardare Google e il suo AMP (Accelerated Mobile Pages), considerato il prodotto concorrente di Instant articles. Il progetto open source di Google è stato realizzato con la collaborazione di centinaia di sviluppatori e aziende che ci hanno creduto, secondo le dichiarazioni di Richard Gingras, responsabile Google dei prodotti news e social.

Ecco come sarà l’esperienza d’uso di Instant Articles secondo Facebook:

 

Che ne pensate? Scrivete la vostra opinione sulla nostra fanpage!