Starbucks: oltre il caffè, tanta tecnologia mobile

Sarà nella tecnologia il successo del caffè americano più bevuto al mondo?

Starbucks: tecnologia oltre il caffè

Cosa ti viene in mente se dico frappuccino e muffin al cioccolato?! La risposta è, ovviamente, Starbucks! La nota catena internazionale, (pronta al suo sbarco in Italia?), ha da sempre investito molto nel marketing e ciò gli ha permesso di conquistarsi una posizione di primato tra le caffetterie americane al mondo.

LEGGI ANCHE: Pause, l’app che mette in pausa lo stress

L’azienda ha puntato già da qualche anno su un connubio perfetto tra il settore alimentare (di appartenenza) e quello tecnologico: oggi vi parliamo della sua strategia mobile in attesa dell’arrivo dei suoi coffee shop in Italia.

Con l’app di Starbucks ordini la colazione e salti la fila

È nel dicembre 2014 in Oregon che nasce l’app Starbucks: un sistema di ordinazione mobile che funziona grazie al modello Mobile Order and Pay. L’idea è di ordinare un caffè prima ancora di arrivare al negozio, per evitare le file che, per un’azienda così nota, sono piuttosto lunghe. Il punto di forza sta nella capacità di rispondere a un bisogno delle persone: risparmiare tempo senza però rinunciare “ai piaceri della vita”.

Dopo aver selezionato i prodotti dall’app, è sufficiente indicare la propria posizione e l’app suggerisce la caffetteria più vicina. A quel punto si paga e ci si reca nel coffee shop per ritirare l’acquisto.

My Starbucks Rewards: accumula punti e vinci i premi

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=o7HrfxrebL8′]

Sempre tramite l’app puoi iscriverti al My Starbucks Rewards, un programma fedeltà che ti premia con una stella d’oro (un punto) ogni volta che acquisti un prodotto Starbucks. I premi sono organizzati in 3 livelli: livello di benvenuto (buono di compleanno e offerte personalizzate via e-mail), livello verde (ricariche gratuite per bevande in-store) e livello oro (cibo gratis e gold card personalizzata).

Quando vuoi puoi controllare la quantità di stelle accumulate e qualora non dovessi accorgerti di aver ottenuto un premio, sarà l’azienda ad avvisarti contattandoti personalmente via e-mail.

Ricarica wireless gratuita: un motivo in più per concederti una pausa

Starbucks: tecnologia oltre il caffè

L’investimento di Starbucks nel settore tech non finisce qui. Vuoi trascorrere del tempo in caffetteria ma hai il telefono scarico? Non è più un problema! Starbucks ti mette a disposizione delle postazioni di ricarica wireless gratuite.

Basta avere un telefono compatibile con il sistema Powermant oppure prendere in prestito un apparecchio con entrata micro-USB da attaccare direttamente al tuo smartphone. L’iniziativa è stata creata in collaborazione con Duracell .

La partnership con Spotify e The NewYork Times

Arriva il caffè a tempo di musica grazie alla partnership tra Starbucks e Spotify. In questo modo gli abbonati al servizio musicale in streaming potranno ottenere punti dal programma fedeltà di Starbucks da spendere presso il colosso delle caffetterie. I clienti potranno, inoltre, legare i loro account Spotify e Starbucks, inviando le proprie preferenze sui brani da inserire nelle playlist ascoltabili nei punti vendita, dove di solito si recano.

Molto importante è anche la partnership con The NewYork Times che, dalla metà del 2016, mette a disposizione direttamente sull’app di Starbucks alcuni dei propri articoli di giornale. Inoltre tutti coloro che acquisteranno abbonamenti online o su stampa per il Times potranno guadagnare punti (le ormai famose stelle) con cui acquistare cibo e bevande.

L’applicazione è disponibile per i dispositivi iOS e Android e nasce negli Stati Uniti ma, dato l’enorme successo, da pochi mesi si è diffusa anche in Europa.

Starbucks sta arrivando in Italia: quali di queste tecnologie mobile saranno disponibili per il nostro Paese?

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?