Expo2015 e social network: il punto della situazione

Blogmeter sta monitorando le attività social di Expo2015... Guardiamole insieme!

 

Come tutti sappiamo, Expo 2015 ha aperto le porte ai visitatori proveniente da tutto il mondo lo scorso 1° maggio. Sappiamo che quel venerdì non è passato alla storia solo per l’inaugurazione dell’Esposizione Universale, ma che rimarranno indelebili nella memoria anche gli atti vandalici che si sono svolti per le vie di Milano a opera dei Black Bloc. Dopo quel giorno, così denso di eventi, Expo è tornato ancora alla ribalta per qualche incidente nei padiglioni (il crollo di una placca metallica nello stand della Turchia) e per alcuni tentativi di sollevazioni popolare mossi dallo sdegno (lo scontrino del ristorante giapponese). Poi i fatti della vita di tutti i giorni hanno preso il sopravvento ed Expo prosegue per la sua strada, senza più milioni di occhi puntati addosso. Ma come sta andando questo evento enorme? E sui social, come se ne parla? Dal punto di vista delle presenze, si calcola che nella prima settimana ci siano stati 500.000 ingressi e che il milione dovrebbe essere raggiunto alla fine di questa settimana. Sui social pare che i numeri non siano poi tanto male. Blogmeter, azienda leader nella social media intelligence, sta curando l’osservatorio sull’Expo e ha rilasciato delle statistiche interessanti sulla partecipazione social nei primi giorni d’evento. Riprendiamo il loro accurato report per sottolinearne alcuni interessanti passaggi. Ne è emerso che: oltre 580.000 messaggi sono stati raccolti tra il 30 aprile e il 3 maggio 2015, la maggior parte dei quali  concentrati il giorno dell’inaugurazione (275.000). Matteo Renzi e l’inno nazionale cambiato sono stati gli argomenti più discussi su Facebook e Twitter, con una maggioranza di opinioni positive e grande spirito partecipativo. Com’era prevedibile, ci sono stati pareri discordanti online, ma mai come in questi casi vale la regola del “purché se ne parli”. Tra i tweet di più successo della rete l’in bocca al lupo dell’Inter alla manifestazione e la solidarietà nei confronti del padiglione del Nepal.   Ma il 1° maggio è stato anche il giorno delle devastazioni a opera dei Black Bloc. Come ha reagito il web? Si sono diffusi da subito disapprovazione e sdegno – anche in coloro che non si potevano certo definire degli Expottimisti – con l’utilizzo di una serie di hashtag che sono divenuti in fretta top trend di Twitter: #MilanoNonSiTocca, #MilanoBrucia, #NessunoTocchiMilano.     Tanta è stata la tristezza nel commentare questi fatti, quanta è stata la partecipazione nell’elogiare l’opera di pulizia della città messa in atto dai milanesi nelle ore e nei giorni successivi. Una partecipazione spontanea che ha innescato online commenti di apprezzamento e sostegno di cui ha beneficiato, inutile dirlo, anche lo stesso Expo.     E gli account di Expo? Come si sono comportati? Dal 30 aprile al 3 maggio, Twitter ha avuto una media di 114.800 tweet pubblicati al giorno, mostrati a 103.500 utenti unici; c’è stato un +17.900 alla voce nuovi follower e il tweet che più ha fatto parlare di sé è stato quello dell’esibizione delle frecce tricolore.   La pagina Facebook ha fatto registrare un picco altissimo di like nei primi giorni dell’apertura di Expo: 689.000 interazioni e 157.700 nuovi fan (67.500 solo il 1° maggio). I post più apprezzati dagli utenti di Facebook sono stati il semplice cartello di apertura della manifestazione, pubblicato un minuto dopo la mezzanotte del 1° maggio – il che ci dimostra che, se l’evento è molto atteso, non serve inventarsi nulla di eccessivamente originale, ma solo essere sul pezzo – e il video della presentazione (che ha registrato 192.200 interazioni).     Buone anche le prestazioni del profilo Instagram di Expo: 26.200 nuovi follower e 211.300 interazioni dal 30 aprile al 3 maggio. La foto più apprezzata? Quella dell’accensione del simbolo di questa Esposizione Universale: l’albero della vita (11.700 interazioni).     Numeri importanti per quella che possiamo definire la prima Esposizione Universale dell’era dei social network. Siamo certi che le statistiche saranno costantemente aggiornate al rialzo e terremo d’occhio l’attività di Blogmeter per nuove segnalazioni nei prossimi mesi. Nel frattempo… Buon Expo 2015 a tutti!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?