Meerkat o Periscope, ecco i primi brand ad usare il live streaming

Ecco i primi brand ad usare le live streaming app a proprio vantaggio

Meerkat Versus Periscope, ormai se ne parla da un po’ e quando un argomento diventa così diffuso non si può restare in disparte e alcuni brand hanno colto subito l’occasione per mettersi in gioco scegliendo proprio il live streaming da utilizzare ai fini di marketing.

Vi state chiedendo in che modo?! Intanto possiamo dirvi che, se non vi è già chiaro, la potenzialità di app del genere è molto alta e se siete un brand potreste sfruttarla facilmente a vostro vantaggio in tutta una serie di importanti occasioni come l’annuncio di un prodotto, la dimostrazione delle funzioni dello stesso, la partecipazione in diretta nel retroscena di un evento o come mezzo per trasmettere interviste o conferenze dal vivo direttamente da mobile.

Non siete ancora convinti?
Allora guardate come hanno già agito alcuni tra i più noti brand di fama mondiale.

C’è chi preferisce Meerkat

Billboard

 

La nota rivista statunitense specializzata in ambito musicale ha usato Meerkat per catturare alcuni istanti del “dietro le quinte” della cantante country Kelsea Ballerini e regalare così ai suoi fan un contenuto esclusivo e davvero emozionante!! Semplice, di qualità e certamente social, non trovate?!

Red Bull

Non stupisce l’attenzione alla dimensione social da parte di questo brand, che si trova già tra i trenta account di Instagram più popolari. Ma detto ciò era impossibile farsi sfuggire una tale occasione e Red Bull ha trasmesso in streaming il “dietro le quinte” della gara su halfpipe, di cui il brand è promotore, così da far emozionare gli spericolati amanti di questa specialità.

CNN

Chi ha detto che la live streaming app debba essere solo per l’intrattenimento?! La CNN ha voluto proprio dimostrare il contrario e ha utilizzato le sue funzionalità in modalità educativa con un chat video live che vedeva protagonista il fondatore di Meerkat, Ben Rubin, per spiegare meglio il funzionamento della app. Un esempio su come non perdere tempo e restare solamente a guardare.

…E chi preferisce Periscope

 

Spotify

Sempre a tema musica è stato il primo utilizzo di questa app da parte di chi la musica la trasmette e perciò Spotify ha filmato il dietro le quinte insieme al cantante folk dei The Villagers, Conor O’Brien. Durante la diretta streaming erano sintonizzati 382 spettatori e sono stati raccolti 1.534 cuori, in un certo senso un indice di gradimento che corrisponde un po’ al like di Facebook.

DKNY

 

 

Il brand d’abbigliamento ha annunciato prima l’utilizzo di Periscope via Twitter e poi ha trasmesso un video in cui mostrava il retroscena della fashion company in cui sono riposti gli abiti, per gli occhi delle più curiose!

Adidas

Il noto brand ha deciso di trasmettere in live streaming il momento in cui il calciatore James Rodriguez stava firmando un prolungamento di contratto con Adidas, un modo nuovo di dare una notizia con contenuti reali, un piccolo gesto che assume un significato importante per chi ama quel brand più degli altri, un legame che si rinnova con piccoli sforzi.

Ancora Red Bull

Non solo la bevanda è energetica, in casa Red Bull non riescono proprio a star fermi e dopo aver testato Meerkat hanno voluto fare il bis con Periscope e questo fine settimana (dal 26 al 29 marzo) hanno deciso di mandare in streaming ciò che avveniva all’interno della Red Bull Guest House durante la Miami Music Week.

E anche Katy Perry non poteva mancare

 

Per annunciare la messa in onda del tour Prismatic in tv sull’emittente Epix la stessa ha pensato di mandare in live streaming tramite Periscope, in uscita proprio quel giorno, l’intervista a Katy Perry lanciando anche l’hashtag #PerryScope (spazio alla creatività), ricevendo un’infinità di ringraziamenti da parte dei suoi fan, già avvezzi a seguire virtualmente la loro star che ama le nuove tecnologie e le tendenze, tanto che afferma “Phones are the new applause, selfies are the new autographs”.

 

In un mondo social bisogna dire che queste due app danno una grande opportunità ai brand, quella di cavalcare ancor di più la logica del real time ed avvicinarsi in questo modo ai propri affezionati, regalando loro contenuti reali e inediti…Attenzione però a non cadere nella banalità e ad imparare ad usufruire delle due app in maniera davvero originale! Staremo a vedere cosa succederà!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?