Social media: 6 miti da sfatare

I trend social stanno cambiando. Scopriamo come!

social media

SSilver - Fotolia.com

Se siete social media manager (“social media coso” ormai è diventato inflazionato) fate tabula rasa di tutto ciò che pensavate di sapere intorno al mondo dei social, prendete carta e penna (non in senso metaforico, ma realmente), annotate quanto segue e attaccate alla parete del vostro ufficio il foglio su cui avrete scritto a caratteri cubitali “Social media: 6 miti da sfatare”.

Uno studio recente del PO.ST, infatti, ci spiega in breve quali sono gli stereotipi in cui non dobbiamo più cadere.

1. La maggior parte dei contenuti viene condivisa attraverso Facebook e Twitter

In realtà: il 72% di ciò che viene condiviso dagli utenti è frutto di un’intensa attività di copia e incolla. E, indovinate… sapete quando si raggiunge il picco delle condivisioni? Tra le 19.00 le 22.00!

2. Gli utenti condividono qualsiasi tipo di contenuto, indipendentemente dal tipo di URL

In realtà i brand che usano i “vanity domain” hanno un 25% in più di probabilità di essere condivisi.

like Facebook

Sondem - Fotolia.com

3. I contenuti condivisi attraverso gli short link hanno le stesse “aspettative di vita”, indipendentemente dalla data di pubblicazione

In realtà le “aspettative di vita” degli short link aumentano se il contenuto ad essi associato viene pubblicato alla fine delle settimana lavorativa. Il giorno ideale per pubblicare? Negli USA è il giovedì!

4. Il tasso di engagement aumenta nel week-end

In realtà il tasso di engagement aumenta del 49% nei giorni feriali, e non nei week-end!

Fateci caso: in quali giorni della settimana la vostra bacheca di Facebook si arricchisce di contenuti? Sapete quando gli utenti pubblicano post sugli eventi sportivi? Al lunedì e al martedì. E ancora, sapete quando vengono condivise immagini o materiale relativi al mondo del food? Al giovedì. Almeno, negli USA.

uccellino twitter

Megustadesign - Fotolia.com

5. I millenial sono gli utenti che interagiscono di più coi brand sui social

In realtà sono gli utenti che hanno un’età compresa tra i 55 e 64 anni a condividere maggiormente contenuti pubblicati dai loro band preferiti.

Le percentuali parlano chiaro: il 41% degli over 50 è più coinvolto, rispetto a un 19% dei millenial. Impossibile? Controllate la bacheca dei vostri genitori 😉

6. Facebok offre il miglior traffic referral.

In realtà è l’uccellino cinguettante blu ad offrire il miglior traffic referral.

Di seguito l’infografica:

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Scritto da

Emanuela Goldoni

Nasce nel cuore dell'Emilia, a Mirandola, per intenderci, la città del filosofo Pico della Mirandola. Per metà è partenopea, ma di mediterraneo ha preso solo il senso ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Kora-Bakeri .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it