5 packaging creativi tutti da bere

Cin cin! A brindare c'è più gusto se l'imballaggio è creativo!

Irresistibili, efficaci, indimenticabili: i packaging creativi sono entrati nel cuore di tutti, addetti ai lavori e non. Perché se è vero che il compito numero uno di un imballaggio è quello di proteggere il suo contenuto, è risaputo che giocando la carta originalità i risultati in ottica marketing siano più che sorprendenti!

Perciò rifatevi gli occhi e dissetate la vostra sete di creatività con questo distillato di packaging tutti da bere!

1. L’edizione limitata J&B tattoo

J&B è una rara miscela di scotch e whisky nata a Londra nella seconda metà del 1800, proprio quando l’arte del tatuaggio iniziò a diffondersi a Londra, promossa da rozza abitudine marinara a nobile orpello delle alte sfere della società (persino del principe Bertie, tatuatosi nel 1862).
Per celebrare questa analoga origine, J&B ha deciso di tatuare un’edizione limitata di 25 bottiglie, ognuna di esse rivestita prima in lattice color pelle e poi personalizzata dal tatuatore Sébastien Mathieu; ben 20 ore di lavoro per ogni bottiglia, ma giudicate voi se non ne sia valsa la pena!

2. Occhio al packaging di Viejo Indecente

Viejo Indecente è la chiave per aprire la porta all’indecenza, perché tutti abbiamo un lato oscuro e ogni tanto berne un sorso non fa poi così male! Così il packaging non poteva che rievocare il motto che accompagna il celebre distillato messicano da generazioni: il buco della chiave è stato reso il più reale possibile, stampando l’occhio sull’etichetta sul retro e lasciando che esso sia visibile da un buco dell’etichetta anteriore.
Qualcuno sta sbirciando attraverso la serratura o siete voi che ne cercate il contenuto proibito all’interno? Sta a voi deciderlo.

3. Francobolli da viaggio per gli sciroppi Lapp & Fao

Il nuovo packaging degli sciroppi Lapp & Fao ripercorre la storia del brand andando indietro fino alle sue origini, quando i due fondatori Linvard Bo Lapp e Efraim Fao iniziarono il loro viaggio in giro per il mondo alla ricerca di dolci prelibatezze di paesi lontani da poter utilizzare all’interno delle loro deliziose creazioni.
La nuova gamma di sciroppi porta il segno indelebile di questa storia, illustrando quei ricordi di viaggio mediante etichette-francobolli tutte da collezionare!

4. Un rimando alla tradizione per i té Nongfu Spring

Nongfu Spring è uno dei più grandi e rispettati produttori di acqua in bottiglia in Cina e il lancio dei suoi nuovi due prodotti non poteva che essere impeccabile. Infatti, il packaging di entrambi i suoi nuovi tè (tè nero con latte e pregiato tè verde) è frutto di un’attenta ricerca che vuole soddisfare lo stile di vita frenetico dei consumatori senza per questo tralasciare le preziose tradizioni: il risultato è una bottiglia dal design davvero particolare, la cui forma rimanda allo specifico strumento in bambù utilizzato proprio per la preparazione del tè!

5. Il packaging intelligente del progetto Elixir

Elixir è un progetto dello studente Barysheva Yana, il quale ha progettato un packaging innovativo che consente all’utente di non dovere necessariamente bere dalla bottiglia. L’involucro, infatti, non prevede solamente la bottiglia ma anche un bicchiere perfettamente incastrato con essa e un rivestimento in plastica per sigillare il tutto. A completamento di una progettazione intelligente, un piccolo tocco di classe: il logo è visibile per intero solo quando i tre componenti sono insieme, poiché ognuno di essi ne contiene un elemento. Originale, non trovate?

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?