Le 5 domande tecnologiche alle quali il CES 2014 proverà a rispondere

Il CES 2014 di Las Vegas è agli inizi. Riuscirà a presentare tecnologie nuove ed utili per la vita di tutti i giorni? Proviamo ad analizzare nel dettaglio il più grande show consumer della tecnologia mondiale!

Andrea Pitturru

Digital Marketing and Communication @Magneti Marelli

Photocredits by itecharena.net

Per gli appassionati di tecnologia, il nuovo anno inizia puntualmente con una delle più grandi manifestazioni tecnologiche mondiali, che dal 1967 prova a svelare quali saranno le tendenze tecnologiche che andranno per la maggiore nei dodici (e, spesso, oltre) mesi successivi: il Consumer Electronics Show di Las Vegas.

L’evento, che si tiene dal 7 al 10 Gennaio, catalizza moltissimi giornalisti e blogger di settore, impegnati ad analizzare e recensire ogni singola novità tecnologica.

La moltitudine di conferenze, presentazioni ed appuntamenti che avranno luogo durante questa edizione suggeriscono un CES più ricco che mai. Sul palco, per i vari keynote, sono attesi fra gli altri Marissa Mayer (Yahoo!), Kazuo Hirai (Sony), Brian Krzanich (Intel). Molto atteso, inoltre, il ritorno (pur senza Keynote dedicati) di Microsoft, anche se la compagnia di Redmond non è mai stata del tutto assente dalla manifestazione nemmeno durante lo scorso anno, nel quale, nelle intenzioni di Steve Ballmer, non avrebbe dovuto svelare alcun prodotto.

Naturalmente, il grande assente sarà ancora Apple, mai presente ad eventi di questo genere.

Molteplici indiscrezioni parlano di uno show incentrato sulle tecnologie del futuro, ma quali di queste entreranno davvero a far parte della nostra vita quotidiana? Vediamo, con l’aiuto di digitaltrends, di provare ad analizzare cinque domande riguardo al 2014 della tecnologia mondiale, in attesa delle presentazioni ufficiali e di tutte le novità.

La tecnologia “indossabile” sarà realmente indossata dalle persone?

Google, con i Google Glasses, ha dato il via definitivo ad una gara (per certi versi entusiasmante, date le molteplici forze in campo) ai cosiddetti dispositivi “indossabili” (che anche noi di Ninja Marketing continuiamo a tenere sott’occhio e recensire per voi): smartwatches, braccialetti per il fitness, occhiali connessi sono solo alcuni dei prodotti appartenenti a questo segmento che verranno presentati al CES 2014. Anche l’italiana Technogym con Unity,  il primo tapis roulant interattivo comunicante con i Google Glasses, mostrerà dal vivo questo nuovo prodotto, adatto al fitness evoluto e connesso.

Ma se i bracciali, adatti per il fitness e non solo (essendo in grado di tracciare i movimenti giornalieri personali con precisione ed affidabilità) stanno riscuotendo un discreto successo e guadagnandosi una buona fetta di mercato, lo stesso non si può dire per le restanti tecnologie. Gli smartwatch (vedi il Galaxy Gear di Samsung) e gli stessi Google Glass appaiono al momento ancora immaturi, e con numerose aree di miglioramento.

Vedremo se il CES 2014 porterà innovazioni e novità in grado di definire questo settore al meglio, con prodotti interessanti e utilizzabili concretamente dalle persone.

La tecnologia 4K diventerà finalmente per tutti?

Era il lontanissimo (tecnologicamente parlando) Settembre 2012 quando, per la prima volta, ho visto personalmente all’IFA di Berlino i primi televisori in formato 4K. Una differenza d’immagine incredibile con gli attuali Full HD, ovviamente ad un costo molto più elevato rispetto a questi ultimi e con la mancanza totale di contenuto compatibile con il nuovo standard.

Pochi giorni fa, Google ha annunciato i primi contenuti 4K su Youtube (tramite il codec open-source VP9) e Netflix ha fatto sapere di essere in fase avanzata riguardo alla sperimentazione di filmati in questa tecnologia. Al CES 2014 sono attese le novità in questo settore da parte dei maggiori costruttori mondiali, facendo presagire che l’ecosistema televisivo permetterà l’adozione di massa del 4K nel corso di quest’anno, nelle previsioni degli analisti quello dell’incremento definitivo delle vendite dei nuovi televisiori ad altissima definizione.

Le stampanti 3D avranno la capacità di diventare mainstream?

Sicuramente il 2014 non è il primo anno in cui si sente parlare delle stampanti 3D, in grado cioè di creare oggetti utilizzabili per differenti scopi. Ma durante questo CES 2014, probabilmente, il settore potrebbe avere finalmente le carte in tavola per offrire qualcosa di attrattivo alla maggioranza dei consumatori. Secondo Gary Shapiro, CEO della Consumer Electronics Association (l’ente organizzatore del CES), dobbiamo aspettarci, letteralmente, un’invasione di stampanti 3D, con molteplici modelli corredati da nuove caratteristiche e fattori innovativi, oltre ad un’accessibilità molto maggiore in termini di prezzo al pubblico.

La casa connessa può diventare finalmente realtà?

Da parecchio tempo, le fiere dell’elettronica riservano una parte alla cosiddetta “casa connessa“. La realtà è ben diversa dalle intenzioni, con soluzioni tecnologiche che ancora non hanno realizzato in pieno il principio “internet of things“, ossia la capacità degli oggetti di essere connessi in maniera del tutto smart ed acquisire un ruolo attivo ed intelligente, grazie al collegamento alla rete. Le Smart TV, le lampade (tra cui quelle di Philips) collegabili allo smartphone, sono alcuni esempi di oggetti connessi.

Certamente, il problema risiede anche nell’utilizzo di uno standard globale, in grado di fare comunicare in maniera organica tutti gli oggetti connessi. Vedremo se questo 2014 apporterà importanti novità in questo senso, con un’attenzione anche al mondo della connected car, con Google ed Apple pronte ad essere presenti nelle vetture con le loro tecnologie multimediali.

Il CES rimarrà il centro dell’innovazione consumer mondiale?

All’inizio dell’articolo, avevo evidenziato come Apple sia assente da questo evento. Non è una novità, in quanto Apple stessa ha insegnato a creare eventi “ad hoc” per presentare le proprie novità primarie di prodotto, per avere tutta l’attenzione possibile.

Anche gli altri competitors, nel corso degli ultimi anni, hanno adottato questo sistema di marketing. Con i nuovi mezzi di comunicazione social e web inoltre, è molto più facile creare buzz e campagne pubblicitarie a (relativo) basso costo ed altissimo impatto, senza avvalersi dell’uso e dell’attesa di grandi manifestazioni.

Il CES stesso si è quindi ritrovato ad essere una manifestazione nella quale venivano mostrati prodotti, molto spesso, già presentati in precedenza.

Quest’anno sarà lo stesso? A giudicare dai grandi nomi presenti, e dai notevoli rumors che si stanno creando intorno alla manifestazione, forse questo sarà di nuovo un anno ricco di grandi sorprese. Sorprese importanti per tutti i settori tecnologici coinvolti.

Ovviamente, noi di Ninjamarketing vi racconteremo le principali novità ed i migliori gadget, teneteci d’occhio!