Video low cost: qualche consiglio per la tua strategia online

Una serie di suggerimenti per realizzare video low cost da diffondere online per promuovere il vostro brand.

Video low cost: qualche consiglio per la tua strategia online

Giorno dopo giorno sempre più ricerche e statistiche confermano l’efficacia del video marketing come strumento di ingaggio dell’audience e di conversione. Aziende di ogni genere e dimensione stanno implementando video online nella propria strategia comunicativa, consapevoli del successo che possono ottenere in Rete questi contenuti che integrano audio, video e stimoli sensoriali.

Se da una parte i grandi brand internazionali sono in grado di produrre filmati di altissima qualitá e forte impatto emotivo, é altresì vero che non necessariamente dietro ad un buon progetto di video marketing ci debbano essere grandi investimenti produttivi.

La rivoluzione tecnologica mobile, sia hardware che software, rende possibile di fatto a chiunque produrre materiale di discreta qualitá che possa aiutare ogni marketer a raggiungere i suoi obiettivi di comunicazione e business. Vediamo dunque alcuni utili consigli ed esempi per costruire il proprio piano di video low cost, dalla strumentazione alla costruzione del messaggio.

Il messaggio vale più della tecnologia

I video sono nettamente più coinvolgenti di un testo o di un’immagine, e questo può far pensare che sia necessario, in ogni occasione, produrre contenuti spettacolari e di grande effetto. In realtá è il messaggio che dovrebbe essere sempre priorizzato, poiché sará questo a convincere lo spettatore a visitare il vostro sito web, conoscere il vostro brand, acquistare o contattarvi.

App mobile come Vine e Instagram, video in screencast, animazioni minimali: sono sempre di più i brand che utilizzano questi strumenti con risultati di interazione assolutamente interessanti.

Ad esempio, Google ha realizzato un’intera campagna con video in screencast per promuovere Chrome!

Molti brand coinvolgono i propri fan con video di Instagram e Vine, dall’aspetto amatoriale, creando dei contest o sfruttando grandi eventi, sportivi o d’intrattenimento, calcando il successo della social tv.

La chiave é mantenersi coerenti con la propria brand identity e la propria promessa, mantenendo il messaggio al primo posto.

Pensate in serie

Se state progettando una campagna composta da piú video, pianificate le sceneggiature nella stessa fase, in modo da valutare se sia possibile registare un’unica volta delle riprese utili a più video, ma anche per risparmiare su eventuali affitti di location e attrezzatura.

Scoprite i tool online

In Rete potete trovare tantissimi tool, gratuiti o accessibili previo pagamento di un esiguo abbonamento, che permettono di produrre video essenziali ma assolutamente accattivanti. Editing e montaggio, grafica, animazione, questi servizi sono perfetti per chi necesssita di creare video efficaci, comunicativi, ma low cost. VideoScribe, WeVideo, sono due esempi.

C’é anche Prezi. Vi ricordate dal post della nostra Raffaella Pironti, “Come usare Prezi per creare video in poco tempo e con pochi mezzi“?

Sfruttate le potenzialitá collaborative e professionali della rete

Craiglist, oDesk, il più conosciuto Linkedin. Sono tantissimi gli strumenti online utilizzabili per trovare figure che possano aiutarvi a realizzare i vostri video dietro compensi accessibili, poiché magari giovani professionisti.

Realizzate dei contest

Il crowdsourcing é una delle esperienze più coinvolgenti per un utente, ed anche economicamente utili per un’azienda. Con costi molto contenuti è possibile costruire velocemente una presenza video online, senza contare che gli user generated content appaiono inevitabilmente più genuini rispetto ai materiali aziendali.

Instagram e Vine rendono queste iniziative molto più semplici di quanto non fosse fino a qualche tempo fa, ma ciò non significa che non sia richiesta un’attenta pianificazione del contest. A tal proposito, vi riproponiamo il post della nostra Ninja Francesca SolloInstagram: come pianificare e realizzare un photo contest“: si parla di contest fotografici, ma i suggerimenti rimangono validi!

Cosa ne pensate? Avete altri suggerimenti, tool e servizi da aggiungere? Aspettiamo i vostri contributi 😀