iPhone: configurare e sincronizzare con iCloud come un Ninja

Configurare, sincronizzare, fare backup: ecco come fare!

Nel precedente articolo di questa rubrica virtuale su come configurare ed utilizzare i nostri device per digitalizzare la nostra quotidianità, abbiamo parlato dell’importanza di salvare i propri dati non sul dispositivo ma sul web, tramite servizi di clouding che consentono di sincronizzare i propri dati fra dispositivi mobili e desktop, di avere backup sempre aggiornati e dati sempre disponibili.

Oggi, andremo più sul concreto. Cercherò di spiegarvi e guidarvi nella configurazione dei vostri iPhone come lo farebbe un vero Ninja!

Apple ID

Se hai un iPhone o un iPad, avrai anche sicuramente un Apple ID o almeno devi crearlo per proseguire!

Alla prima accensione infatti, i dispositivono Apple chiede di inserire le proprie credenziali Apple ID oppure di crearle nel caso in cui ancora non fossimo utenti Apple.

Da questo momento in poi, il nostro iPhone vive in simbiosi al nostro ID. Sia che configuriamo i servizi disponibili ad hoc secondo le nostre esigenze sia che non lo facciamo.

Quindi perché non approfondire sui servizi integrati nel suo iOS Apple ci mette a disposizione?! Potremmo anche ricevere benefici indiretti non trascurabili come un miglioramento della durata della batteria ed un minor consumo di traffico dati disattivando servizi a noi non necessari.

Sincronizzazione

Andando su Impostazioni > iTunes Store e App Store possiamo vedere con quale Apple ID siamo loggati (si spera il nostro) e che servizi sono attivi.

Abilitando/disabilitando le voci visibili nell’immagine qui sopra, Musica, App, Libri ed Aggiornamenti, possiamo tenere sempre sincronizzati il nostro iPhone ed il nostro iPad: ogni volta che scarichiamo da App Store una nuova applicazione, o acquistiamo una canzone su iTunes Store questa sarà disponibile sull’altro dispositivo in automatico!

Bello vero?! Non sempre però è la scelta più adatta alle esigenze di tutti, soprattutto se preferite avere il “controllo” totale su che cosa avete caricato e cosa no sul vostro

Tutto dipende da che utilizzo facciamo dei nostri dispositivi: più l’utilizzo è consapevole ,migliore sarà l’esperienza finale e l’aumento di produttività che ne scaturirà. Quindi schiariamoci le idee e “settiamo” le funzioni abilitandole o disabilitandole in base alle nostre decisioni.

Occhio al download!

Attenzione all’ultima opzione: Utilizza Dati Cellulare. Se abilitata, il nostro iPhone scaricherà aggiornamenti o nuove applicazioni scaricate su altri dispositivi anche via 3G, consumando notevole traffico dati e batteria! Teniamola disattivata, in questo caso quando avrà disponibile una rete Wifi il nostro telefono farà i suoi download programmati!

Configuriamo i servizi iCloud: sincronizzazione avanzata alla portata di tutti

Ora è tempo di personalizzare le funzioni iCloud. Cliccando su Impostazioni > iCloud troviamo in alto indicato il ns Account Apple: cliccando sull’Apple ID troviamo indicazioni sul nostro piano di archiviazione attivato con Apple che ci mette a disposizione, gratuitamente, fino a 5GB di archivio iCloud.

Attenzione, possono sembrare tanti, ma nel caso in cui decidiamo di attivare il backup automatico dei dispositivi, non lo sono! Ricordiamoci che lo spazio è totale e legato non al device ma al nostro account: se abbiamo più di un dispositivo può non essere sufficiente. In questo caso dovremmo valutare un upgrade di spazio che può raggiungere anche i 50 GB rispondendo di fatto ad ogni esigenza di spazio per backup.

Tornando alla schermata iniziale di configurazione iCloud troviamo in ordine tutti i servizi disponibili, con a destra il solito switch per attivare/disattivare il servizio.

Le opzioni di iCloud: i vari servizi offerti

Posta: Si tratta dell’account gratuito che Apple permette di registrare alla prima iscrizione a iCloud. Attivandolo, le email saranno sempre sincronizzate fra i dispositivi Apple ed accessibili anche da icloud.com. Personalmente non lo uso perché appoggio tutto il traffico mail su @google.com. Se non ti serve un nuovo indirizzo mail targato Apple, lascialo disattivato.

Contatti: Permette di sincronizzare i contatti salvati in diversi dispositivi Apple fra di loro ed eventualmente anche con un desktop come l’iMac. Abilitandolo, le modifiche apportate alla rubrica saranno immediatamente disponibili negli altri dispositivi e salvati su server Apple.

Se perdiamo o cambiamo il nostro iPhone basterà configurare un nuovo telefono con lo stesso account iCloud. Lo tengo disattivato, perché utilizzo (e vi dirò in un prossimo articolo come fare) i servizi Google perché Apple non permette di condividere queste informazioni con altri servizi, Google si.

Calendari: Vale il medesimo discorso fatto per la Rubrica: aggiungiamo o aggiorniamo un evento su iPhone per vederlo immediatamente nel nostro iPad o al lavoro accedendo da icloud.com. Per il motivo sopra, io per il calendario utilizzo i servizi Google.

Safari: Abilitandolo, oltre a sincronizzare preferiti ed elenco lettura, permette di “continuare” a navigare nelle stesse pagine aperte indipendentemente dal dispositivo che abbiamo in mano. Aprendo Safari basterà cliccare sulla nuvoletta per vedere le tab aperte sugli altri dispositivi e proseguire la navigazione.

Promemoria, Note e Passbook: il concetto è sempre quello e qui è molto semplice: i tuoi promemoria salvati ed attivi in ogni dispositivo; tutti i tuoi appunti presi nei vari dispositivi sempre sincronizzati; così come i biglietti ed i ticket salvati nel tuo passbook.

Immagini: Qua le opzioni sono due: puoi abilitare lo streaming foto che, quando il telefono si trova in una rete wifi, si occupa di caricare tutte le foto scattate su iCloud e le invia a tutti i dispositivi (compreso iMac e iPhoto).

L’altra opzione abilita la condivisione foto: possiamo creare degli album e scegliere quali foto e video condividere con chi vogliamo ed avere sui diversi dispositivi gli album sincronizzati e sempre aggiornati con le foto scattate da tutti.

Visto lo spazio che le foto occupano, tengo lo streaming foto disattivato, ma ogni tanto scarico le foto su iPhoto per stare tranquillo e non rischiare di perdere qualcosa di importante.

Documenti e dati: lavorare su un foglio iWork e riprendere il lavoro da casa, dall’ufficio o dall’iPad. Per chi utilizza la suite Apple un must have. In futuro vi spiegherò invece perché io mi affido a servizi terzi come Google Drive, Evernote e Dropbox per questo genere di attività.

Trova iPhone: be’, questa funzione non necessita di spiegazioni: se non troviamo il nostro telefono o crediamo di essere stati derubati, accedendo dall’app per iPhone/iPad da un altro dispositivo o accedendo direttamente da icloud.com con il nostro Apple ID possiamo individuare con precisione la posizione del nostro telefono, bloccarlo, inviare un segnale acustico ed un avviso che il telefono è smarrito ed addirittura, nel caso in cui sia necessario, inviare un comando di reset che elimina tutti i nostri dati dal dispositivo. Tenere questa funzione disattivata sarebbe un suicidio!

Archivioe e backup

Da archivio e backup possiamo avere informazioni e gestire i dati che sono salvati su iCloud ed abilitare il backup automatico su iCloud: quando attivo, esegue automaticamente il backup del rullino foto, account, documenti ed impostazioni di tutto l’iPhone quando questo è collegato alla corrente, bloccato e connesso ad una rete Wi-Fi.

Se non abbiamo l’abitudine di fare un backup ogni tanto tramite iTunes e lo spazio a disposizione non è un problema, abilitando questa funzione possiamo veramente dormire sogni tranquilli. Inoltre così è anche possibile ripristinare in un nuovo dispositivo tutto il vecchio in pochi minuti, veramente pochi, e con una facilità mai vista.

Una funzione di importanza vitale, che tengo disattivata perché uso già o con tutte applicazioni iCloud, mail in imap, contatti e rubriche salvate su Google, fotografie scaricate su iPhoto e documenti in rete.

Prossimo appuntamento: il nostro Account Google

Perfetto, siamo a buon punto e sicuramente avrai fatto una buona, e soprattutto consapevole, configurazione! Ma ancora non abbiamo finito: il calendario, la rubrica? Dove sono!?

Prossimamente configureremo assieme i servizi disponibili grazie al nostro account Google ed integreremo le potenzialità offerte da Apple ed avremo finalmente così un iPhone Ninja, pronto ad essere utilizzate con tante app con funzionalità Cloud e liberarci da carta, penna, fogli in giro e ricerche infinite.

Stay Tuned!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?