Live tweeting: come utilizzarlo nella vostra strategia di social media marketing

Alcuni semplici consigli per creare contenuti di valore per i vostri follower

Che cos’è il live tweeting?

Immaginate di essere ad una conferenza e al posto di scrivere sulla vostra Moleskine tutto quello che viene detto, presi dalla smania del “mi-appunto-tutto-a-caso-poi-sistemo-prima-di-pubblicare-sul-blog”, immaginate di essere attivi. Con il live tweeting scegliete di rendervi interessanti, sia ai presenti sia a coloro che non hanno potuto partecipare e seguono l’evento dalla piattaforma di Twitter.

Riuscirete a coinvolgere gli utenti per un periodo limitato alla durata dell’evento (o perché no di uno show televisivo) sull’onda dell’integrazione tra vecchi e nuovi media?

Predirne l’andamento risulta compito assai arduo, per questo vi illustriamo alcuni consigli per realizzare un live tweeting di successo! 😉

L’hashtag fa la differenza!

Premessa fondamentale: nei vostri 140 caratteri non deve assolutamente mancare l’hashtag ufficiale dell’evento. Fanno da esempio dagli imminenti Tweet Awards 2013 con l’hashtag dedicato: #TA13.

Come potete vedere l’evento avrà luogo il prossimo 21 Settembre ma nonostante questo l’hashtag ufficiale è già presente on-line! Questo perché è buona norma rendere pubblico a priori (nel caso voi siate gli organizzatori) l’hashtag dell’evento.

In questo modo inizierete a creare del buzz on-line a proposito dell’evento e gli interessati potranno essere raggiunti con maggior facilità. Inoltre chi è intenzionato a partecipare all’evento potrà renderlo noto incorporando nel proprio tweet l’hashtag dedicato!

Cosa scrivere nel tweet ?

Un ottimo live tweeting si basa su contenuti interessanti e pertinenti. Si rivela benefico anche per il vostro personal branding e le vostre digital PR, in quanto chi, leggendo, vi reputa una fonte interessante molto probabilmente si trasformerà in un vostro follower. Continuando la conversazione online anche al di fuori dell’evento.

Ecco una top list di contenuti appetibili:

  • frasi o estratti di discorsi, menzionando con l’apposito @ (ad esempio @moniakate) il soggetto da cui provengono;
  • durante un dibattito in corso riportare domande e risposte nel confronto delle due parti;
  • informazioni che riguardano l’ambiente, e perché no i presenti all’evento;
  • un piccolo spazio ai commenti personali se pertinenti, magari ponendo domande agli utenti che sembrano riscontrare un certo interesse su Twitter;
  • immagini e brevi video che possano dare l’idea, a chi non è presente, di cosa stia realmente accadendo all’evento.

Quando e come twittare?

Attenzione a non sommergere di tweet gli utenti già follower! Se occupate le loro home per più del 50% state certi che vi reputeranno degli autentici spammer e con molta probabilità questo rischia di portarli al defollowing :-(

Moderate gli interventi e assicuratevi che siano di qualità! Se gli utenti che cercano l’interazione fanno domande, cercate di rispondere se ne avete le capacità utilizzando il giusto tono. Evitate gli errori e prediligete la trasparenza, i tweet falsi hanno le gambe corte.

Conclusioni

Garantendo il live tweeting state attirando attenzione su di voi (come singolo o con account dell’ente che state rappresentando), aumentando il tweet rate del profilo da dove twittate e la vostra visibilità. Il vostro operato influisce sulla vostra online reputation:

  • a livello personale – come personal branding e self promotion;
  • a livello di brand – brand awareness, engagement dei vostri affiliati.

Molto spesso si parla di seguire il flusso della conversazione senza sovrastarla né abbandonarla. Siate architetti della bidirezionalità: un flusso in uscita di notizie composto dai contenuti twittati verso l’esterno e un flusso in entrata di risposta, che denota il sentiment generale e l’interessamento o meno rispetto ai contenuti da voi creati! 😉

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?