In moto con LiveMap, il casco hi-tech dal navigatore integrato

Alta tecnologia, sistema Android e lunga durata: scopriamo LiveMap, il casco che vuole rivoluzionare la guida in moto

In moto con LiveMap, il casco hi-tech dal navigatore integrato

Bikers, se in sella al vostro bolide siete costretti a distogliere lo sguardo dalla strada per puntare il navigatore e addirittura fermarvi per rivedere bene la strada da percorrere o chiedere informazioni… sappiate che una startup di Mosca ha progetto il casco con il navigatore integrato risolvendo così il problema!

LiveMap, così si chiama l’innovativo accessorio, per ora è solo un prototipo stampato in 3D, che dovrebbe presentarsi come un tradizionale casco, forse un pochino più grande, con una visiera però del tutto hi-tech: infatti, proprio su di essa un micro display, collegato a una scheda elettronica contenente tutti i dati, proietterebbe la mappa ‘trasparente’ con la strada da seguire.

Un giroscopio integrato e una bussola digitale manterrebbero la proiezione stradale orientata correttamente, davanti gli occhi del motociclista, anche quando l’utente inclina la testa o, magari in curva, piega il corpo su una parte del veicolo. Il casco sarebbe dotato, inoltre, di un sensore di luce, per un’ottima visibilità sia di giorno e sia di notte, un microfono, per comandare in maniera vocale il navigatore, e un auricolare per poter in caso anche sentire le indicazioni stradali.

Il futuristico casco dovrebbe essere realizzato in fibra di carbonio, pesare circa 1,4 kg e avere tutti i certificati di sicurezza richiesti (Usa dot, European ECE 22.05 e Japanes JIS T 8133). LiveMap, che si ispira ai sistemi di navigazione utilizzati sui moderni aerei di combattimento, dovrebbe avere in memoria le mappe di tutte le strade del mondo e, durante il viaggio, segnalare al motociclista anche il meteo, i punti di interesse e la situazione del traffico.

Basato sul sistema operativo Android, la novità hi-tech made in Russia non ha bisogno di connessione a Internet, tranne durante gli aggiornamenti del software. Per quanto riguarda l’alimentazione, il casco dovrebbe avere un’autonomia di un giorno intero di utilizzo grazie ad un paio di batterie agli ioni di litio ma, in ogni caso, i progettisti hanno previsto un collegamento a una presa USB per la ricarica.

A sinistra un casco tradizionale e a destra il prototipo di LiveMap

La messa in commercio di LiveMap è prevista per agosto 2014 in Usa, Regno Unito, Canada e Australia per poi arrivare in Italia, Francia, Spagna, Germania, Russia, Grecia e Giappone nel 2015. In questo momento, LiveMap è alla ricerca di finanziamenti attraverso Indiegogo. La società sta provando a raccogliere 150.000 dollari per creare un prototipo funzionante. Dopo di che, i modelli di produzione potrebbero costare circa 2.000 dollari ma per i primi compratori è previsto un prezzo eccezionale di 1.500 dollari.

Insomma il futuro delle due ruote non è solo fatto di motori, cari motociclisti, ma anche di accessori. Non ci credete? Beh, potete vedere con i vostri occhi LiveMap all’opera in questo video di presentazione. Buon viaggio!!!

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=wCfjX-KEWmA’]

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?