Il Cannes Lions premia Lee Clow con il St. Mark Award

La leggenda della pubblicità ha fatto la storia grazie a campagne come "1984"

Giovanna Napolano

Marketing Manager

    Il 60 °Cannes Lions International Festival of Creativity, conferisce ai più grandi e prestigiosi creativi del mondo, il premio annuale che celebra l’eccellenza creativa della pubblicità e della comunicazione.

    Il 2013 vede vincitore del Lion of St. Mark Award Lee Clow, presidente della TBWA Media Arts Lab e Direttore del Media Arts, TBWA Worldwide.

    “Lee è un’icona creativa, una fonte di ispirazione oltre che genio a raccontare storie di marca in maniera abile – e non da ultimo un vero surfista californiano! Rimanendo fedele alle sue idee e alle sue convinzioni, ha unito il suo approccio al lavoro, regalando al mondo della pubblicità e della comunicazione alcune delle più grandi campagne mai realizzate.” Commenta Terry Savage, presidente del Lions Festival.

    Commentando il premio, Lee Clow dice: “Sono stato a Cannes molte volte, ho vinto diversi premi, ma questo è speciale. Che onore. Già solo essere in compagnia di John e Dan mi rende orgoglioso “.

    Lee Clow ha fatto pubblicità per più di 40 anni. Ha iniziato a ChiatDay a Los Angeles, quando c’erano solo 10 persone e 2 conti. Preferisce pensare al settore come Media Arts: parole, immagini e storie che raccontano al posto marchi.

    Le sue idee più belle?

    Apple – 1984

    Indimenticabile la campagna per Apple ‘1984 ‘ per lanciare quello che fu uno dei più celebri Macintosh della storia.

    Energizer

    E’ opera sua l’iconico coniglio Energizer capace di rendere pienamente il senso di quello che deve essere un prodotto capace di dare energia.

    Adidas – Impossible is nothing

    E come dimenticare l’ormai celebre “Impossible is nothing” per celebrare il mondo dello sport per Adidas?

    Per Lee un buon lavoro è tale quando si riesce a farsi guardare dalle persone.

    “Penso che sia giusto lasciarsi emozionare dai marchi. Possono farti ridere o piangere, sorprenderti o rassicurarti, istigare alla curiosità o ispirare fiducia. Ma devono farsi guardare. “

    Lee continua a trovare il business divertimento e impegno e crede che siamo solo all’inizio di uno dei momenti più emozionante che il business “pubblicità” abbia mai visto. Mentre il mondo discute delle sfide per il mercato con il futuro multimediale, egli ritiene che si stia avviando la più grande opportunità per le menti creative dalla prima rivoluzione creativa dagl’ anni 1960.

    Lee ritiene che

    “Oggi tutto può essere considerata media. Internet ha cambiato il modo in cui le persone interagiscono con le marche. Se ti piace una marca, è possibile cercarla, seguirla, criticarla pubblicamente. Quindi, tutto ciò che un marchio deve raccontare è la sua storia, in maniera dirompente e abile. Poi sarà la gente a decidere se a piace o meno. “

    Lee Clow sarà premiato a Cannes con il St. Mark Award, Sabato 22 giugno. Precedenti destinatari del premio sono Dan Wieden (2012) e Sir John Hegarty (2011).

    Il Leone che rapprensenta il St. Mark Award è ispirato agli originali Leoni di Piazza San Marco a Venezia, sede del primo Festival nel 1954 di cui poi Cannes è diventata sede ufficiale e permanente dal 1984.

    VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

    Scritto da

    Giovanna Napolano

    Marketing Manager

    Giovanna Napolano nasce a Napoli nel 1988 e si laurea in Scienze della comunicazione con una tesi in marketing.A diciotto anni scopre tra i banchi di scuola la materia che ... continua

      Condividi questo articolo


      Segui Kiyoshi .

      Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it