Il primo QR Code realizzato con pietre [VIDEO]

Tecnologia e tradizioni culturali si uniscono a sostegno del turismo in Portogallo.

In Portogallo l’agenzia creativa MSTF Partners sviluppa un QR Code che unisce tecnologia e tradizione storica per promuovere in tutto il mondo e valorizzare il turismo nel Paese.

Il codice QR, inventato in Giappone nel 1994, ha rivoluzionato l’industria del marketing, ma nella capitale del Portogallo è stato utilizzato in un modo nuovo, costruendo un elemento di informazione turistica con ciottoli bianchi e neri incorporati nella pavimentazione di Rua Garrett, nel Chiado di Lisbona.

La fusione tra una delle più innovative tecnologie del XXI secolo, unita ad una delle più antiche tradizioni e forme d’arte portoghesi, la lavorazione di ciottoli, promuovere il Paese all’estero e fornisce al turista immediate informazioni riguardo la storia, le tradizioni e gli appuntamenti culturali della città.

Oltre a Lisbona è stato realizzato a Barcellona, dove chi ha avuto la curiosità di fotografare il codice QR, ha vinto una notte gratuita in un hotel portoghese.

Non è ancora stato determinato se gli ideatori fossero consapevoli che la luce del sole, in certe ore del giorno, avrebbe interferito con la lettura del codice sulla superficie di pietra altamente riflettente. Non è chiaro pertanto se è più importante la funzionalità del codice o l’aspetto e le sue capacità complementari. In ogni caso l’idea non smette di essere originale ed attrattiva tanto da poterla definire virale.