I brand su G+ crescono più rapidamente di quelli su Twitter

Uno studio di Social Bakers sottolinea la strategicità dell'apertura di un profilo aziendale su Google Plus

Google Plus, il social network della discordia: Big G sta continuando a innovare per offrire servizi agli utenti e ai brand, e le statistiche lo vedono posizionato soprattutto tra i professionisti, anche grazie ai benefici ricavabili in ottica SEO.

E proprio il buon posizionamento sui motori di ricerca sta spingendo molti Community Manager (una professione sempre più mutevole e in continuo cambiamento) a cercare di convincere della validità di un’apertura di un profilo aziendale anche su G+. In loro soccorso sembra venire un recentissimo studio campione di Social Bakers, che analizzando i top 15 brand sul social network e comparandoli con le 15 marche top su Twitter, sottolinea come i primi crescono – in termini di numero di follower – a un ritmo molto più marcato.

Il campione è certamente limitato e dobbiamo considerare come le due piattaforme siano in fasi diverse dei propri cicli di vita, ma la fonte esperta in analisi 2.0 certifica l’importanza di G+ nelle strategie di digital marketing d’azienda: Ninja, cosa ne pensate? Avete avuto esperienze positive o negative legate all’argomento?

ARTICOLI CORRELATI

6 consigli sul SEO per le imprese [INTERVISTA]

Turismo 2.0 attraverso SEO e strategie social

LinkedIn per aziende e brand: ecco come posizionarsi

10 feature che gli utenti vorrebbero nelle brand page di G+

Subscribers, fan, follower: che differenza fa? [MARKETING RESEARCH]

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Commenta

  • http://twitter.com/ReporterViaggi Reporter Viaggi

    Possiamo portare una testimonianza italiana (e diretta) in sostegno a questo post: Reporter Viaggi (agenzia di viaggi e tour operator) investe da qualche mese nel social media marketing, nel SEM e nella web communication a tutto tondo. Siamo presenti su molti social network e da ognuno di questi traiamo soddisfazioni diverse. 
    Siamo un caso anomalo in Italia (in senso positivo) in quanto il nostro maggiore successo sui social lo riscontriamo su Google Plus dove migliaia di persone ci seguono e interagiscono con la nostra pagina. Non solo, Google+ stesso ci consiglia come pagina da seguire per coloro che sono interessati al mondo dei viaggi, aumentando così il seguito di persone che ci aggiungono alle loro cerchie.
    In poco tempo abbiamo raggiunto un successo incredibile online e questo grazie alla trasparenza delle nostre azioni di marketing e all’alta qualità dei contenuti: due aspetti che Google premia sempre, sia sulle piattaforme sociali che nella ricerca – specialmente con il nuovo algoritmo Penguin.Dunque, dalla nostra diretta esperienza, non possiamo che trarre conclusioni positive nei confronti di Google+. Speriamo che continui a crescere, come del resto sta già facendo.

  • http://twitter.com/5fix Chriss

    Anche se Google+ continua a non convincermi a pieno dovrò ricredermi, i numeri parlano chiaro. E forse il grande boom deve ancora arrivare.

adv
Promo Corsi in House