Pinterest, 8 strategie per i brand alimentari

Come sfruttare l'opportunità di questo nuovo social network?Alcuni consigli per marketers e blogger del settore food!

Pinterest è il social network con la più rapida crescita in assoluto con quasi 12 milioni di nuovi utenti nell’ultimo mese. L’obiettivo di Pinterest è di connettere le persone che hanno interessi comuni e trarne ispirazione.

Il cibo rappresenta una vera passione per molte persone e i social network rappresentano lo strumento migliore per mostrare la propria bravura ai fornelli (fenomeno già ampiamente dimostrato da Facebook) e per le aziende di tutti i settori, un valido strumento di collegamento con i target.

Migliaia di bloggers hanno creato pagine ad hoc sui social per comunicare con chi ha gli stessi interessi, promuovere ricette o per confrontarsi sui ristoranti. Pinterest allarga gli orizzonti. Permette una rapida condivisione di immagini, è molto intuitivo ed utile a questa porzione di consumatori e aziende che non smette mai di crescere.

Di seguito vi proponiamo 8 utili consigli per sfruttare al meglio l’opportunità Pinterest:

1.Aggiungi valore

Un esempio pratico dell’aggiunta di valore è rappresentato da Cooking Light, una delle bacheche più cliccate su Pinterest. Ha aggiunto valore ai propri contenuti presentando una serie di ricette per diverse occasioni: idee di menù stagionali, metodi di cottura, consigli per la cucina fai da te e ricette adatte alle vacanze.

In questo modo riesce a suscitare curiosità e aiuta gli utenti con piccoli suggerimenti, che nella vita frenetica di oggi fanno sempre bene. La maggior parte dei contenuti proviene da CookingLight.com, che ha reso Pinterest la più importante fonte di riferimento social per il sito.

2.Racconta delle storie

Pinterest è stato creato per la narrazione visiva cioè per creare o promuovere storie attraverso le immagini. Il servizio di consegna verdure Peapod racconta una storia con il suo consiglio “Trucks di consegna“. Sono state condivise immagini dei vari autisti di camion che lavorano per l’azienda, come il carico di verdure donato ai bimbi del Connecticut che fanno parte del Peapod Give Back Program o le vicende del camion rimasto intrappolato nella bufera di neve. La pagina Pinterest della società propone le varie vicende trasmettendo la passione per il lavoro che svolge, crea un raccordo con i consumatori e rafforza l’image aziendale.

3.Ospita un contest

Diversi brand alimentari hanno raggiunto successo e clamore attuando gare culinarie su Pinterest. Un esempio è la rivista Saveur che ha creato un contest “cena bacheca“, chiedendo ai pinners di pubblicare le foto delle loro creazioni, a patto che queste creazioni fossero il frutto delle ricette presenti nella rivista stessa.

4.Cura i tuoi valori fondamentali

Non solo le persone postano le foto che rappresentano il proprio stile di vita (viaggi-sport-hobby), ma anche le aziende creano tavole che illustrano lo stile di vita che più li rappresenta, i valori che sono propri del brand oltre ai prodotti che vende.

Whole Foods è uno dei primi marchi alimentari sbarcati su Pinterest, dispone di schede sul giardinaggio, il riciclaggio e il fitness, quindi propone uno stile di vita e sensibilizza i propri consumatori ad avere uno stile di vita sostenibile. Troverete anche progetti artistici e i volti delle persone coinvolte dalla Whole Foods Foundation (gruppo di beneficenza della catena alimentare).

5.Collabora con i clienti

Molte aziende utilizzano la piattaforma per dare la possibilità ai propri clienti più affezionati di poter esprimersi, creano schede di collaborazione in cui le persone trasmettono il loro attaccamento al marchio e alla filosofia professata. E’ un modo per premiare e coinvolgere i migliori clienti e i blogger.

6.Libera la creatività

Un esempio che rende l’idea di questo punto è il caso del brand Panera che chiede ai suoi seguaci di condividere il loro abbinamento culinario preferito, come zuppa e insalata. Una scheda è dedicata a questi abbinamenti creativi, e dispone anche foto di coppie di clienti come Will & Kate. Dunkin’ Donuts invece chiede agli utenti di condividere ciò che stanno bevendo.

7.Fai leva sugli eventi off-line

Utilizza Pinterest per fondere le tue attività con la vita off-line, utilizza foto e filmati. Il marchio di yogurt greco Chobani, ci mostra le foto dei propri dipendenti come immagini simboliche di un paese fatto di lavoratori, queste immagini ovviamente evocano nella mente di chi le guarda dei sentimenti ed è proprio questo il punto centrale. Cabot Creamery ci presenta famiglie di agricoltori che appartengono ad una cooperativa del Vermont, oppure McDonalds ha una scheda Pinterest dedicata alla costruzione del suo primo ristorante nel parco olimpico di Londra 2012.

8.”Be Pinnable”

In ultima analisi, Pinterest è un contenuto visivo fatto di immagini di alta qualità, degne di pinning. Ogni ricetta on-line e il relativo articolo ha bisogno di qualche tipo di immagine, altrimenti si è unpinnable. Pinterest rende i contenuti scritti in un’immagine. Ricordatevi di installare un pulsante “pin it” e badge “seguimi” sul proprio sito in modo da essere sicuri di promuovere il proprio account Pinterest attraverso gli altri canali. Includete sempre le parole chiave nella descrizione del vostro pin per aumentare la vostra reperibilità.

ARTICOLI CORRELATI

Pinterest tips and tricks: consigli pratici ed errori comuni

Pinterest: le best practice per far decollare il vostro eCommerce

Pinterest Marketing: 7 consigli per una strategia efficace

10 consigli per le organizzazioni no profit su Pinterest

Pinterest: 3 + 4 utili consigli direttamente dai power users

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Commenta

Nessun commento

RSS feed dei commenti di questo post.

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo post.

adv
Corso Online in E-Commerce Management