Mulino Bianco lancia l'era della gamification per i big brand? [TREND]

E' lo storico brand Barilla a segnare il passo di una nuova tendenza, quella a gestire sui media proprietari meccanismi ludici di fidelizzazione

Giovanna Napolano

Marketing Manager

    Cosa c’è alla base del successo di Facebook prima di qualsiasi altra cosa? Un buon ninja risponderebbe: CONDIVISIONE.

    Cosa rende veramente divertente Foursquare? GAMIFICATION.

    Cosa è possibile fare al giorno d’oggi, in senso materiale ma soprattutto virtuale?PERSONALIZZARE I CONTENUTI E COMUNICARLI AGLI ALTRI.

    Cosa c’entra tutto questo con Mulino Bianco?Se non sapete rispondere alla domanda allora non siete abbastanza preparati.

    Il nuovo sito di Mulino Bianco ha un progetto alla base divertente e coinvolgente che ancora una volta conferma come il marchio Parmense costruisca la propria immagine partendo proprio dai consumatori.

    Mulino Bianco ha deciso di coinvolgere i propri utenti proponendo la registrazione al sito con relativa area personalizzata nella quale è possibile condividere esperienze, abitudini e prodotti preferiti.

    Ogni utente ha la possibilità di esprimere il proprio talento e di poterlo condividere con tutti gli altri registrati al sito, una targhetta identificherà le abilità acquisite e ogni ingresso alla community favorirà notorietà, talenti e abilità speciali. E’ possibile consigliare ricette e packaging e alcuni talenti vedranno pubblicate le proprie idee sulle confezioni (limited edition)

    Ma cosa c’è dietro tutto questo?

    Principalmente Voi. Le nostre abitudini si sono modificate talmente tanto con l’avvento dei social network, che adesso sono le aziende a divenire luogo di interazione virtuale, arredando l’ambiente con ciò che meglio sanno fare: i loro prodotti.

    Non è più importante per un’impresa entrare in contatto con voi, è piuttosto interessante creare un punto di collegamento tra di voi, possibilmente coerente con la loro offerta, e realizzare così una comunità volenterosa nel comunicare, condividere, conoscere ed esprimere preferenze, abilità e attitudini.

    Ricordate, gli utenti sono innanzitutto consum-attori, produttori, ideatori e poi consumatori del prodotto. Il “capo” sono i clienti.

    Nel sito è possibile trovare contenuti di grande spessore nel campo della corretta alimentazione con sezioni specifiche, aspetto non trascurabile se consideriamo il target.

    Verrà naturale chiedersi? Ma quindi le mamme di oggi scelgono perchè appassionate di social network e gamification?

    E’ un po’ come dare a mia madre una zuppa pronta da versare in padella e poi impiattare (non lo farebbe mai!), quindi perchè limitarsi a chiedere se un prodotto è gradito o no? Lasciate creare, fate parlare i vostri clienti, sono il tassello fondamentale per qualsiasi vostra mossa e facilitano le ricerche di marketing.

    Pensate al contenuto informativo che ognuno di loro vi comunica semplicemente partecipando.

    Scritto da

    Giovanna Napolano

    Marketing Manager

    Giovanna Napolano nasce a Napoli nel 1988 e si laurea in Scienze della comunicazione con una tesi in marketing.A diciotto anni scopre tra i banchi di scuola la materia che ... continua

      Condividi questo articolo


      Segui Kiyoshi .

      Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it