Le migliori alternative a Megaupload

Oltre 25 proposte per sostituire il defunto Megaupload

Dopo la chiusura del famosissimo sito di filesharing per le note vicende su pirateria e copyright, spuntano gli altri servizi (presenti anche prima, ma meno noti/utilizzati) per condividere gratis i file.

Le migliori alternative a Megaupload: eccone alcune per voi


[Image credits: Thinkstock // Collezione Hemera, articolo 95297144]

Se molti di voi cercano alternative a Megaupload, vi consigliamo queste (siamo andati alla ricerca di servizi che avessero minimo un servizio base gratuito):

Amazon Cloud Drive: simile a Dropbox, la nuvola di Amazon offre 5 GB di spazio gratuito. La dimensione massima dei file è di 2 GB. Può essere aggiornato fino a 1000 GB (al costo di circa 1$ per ogni gigabyte aggiuntivo di spazio). Una pecca: non è permessa la condivisione di file.

Box: come Dropbox, è un servizio di cloud storage. Gli utenti hanno 5 GB a disposizione e possono condividere i file tramite link. Un problema: gli utenti non premium possono caricare file con una grandezza massima di 25 megabyte (un po’ poco in effetti).

Bitshare: sito di file hosting e storage gratuito. Si possono caricare file con grandezza massima di un gigabyte, senza nessuna registrazione!

Crocko: permette di caricare file fino a 2 GB senza registrarsi. Il download per gli utenti non premium è limitato a 200 MB per ora.

DepositFiles: hosting senza registrazioni. File da caricare con dimensione fino a 2 GB. Condivisione tramite link.

Dropbox: uno dei servizi più famosi e affidabili. Offre 2 GB di spazio gratis e la condivisione sia tramite cartella pubblica che tramite invito e-mail. Upgrade a 50 GB e 100 GB rispettivamente per 10$ e 20$ al mese.

FileFactory: abbastanza limitato, i file sono disponibili per una settimana. Molti più servizi per gli account premium a pagamento.

FileHosting: completamente free, non ci sono limiti di dimensione per i file e non è richiesta registrazione. I file caricati possono essere condivisi tramite link e facilmente scaricabili.

FileJungle: permette di caricare file fino a 2 GB di dimensione, senza registrazione.

FilePost: come DepositFiles, ma gli utenti premium possono caricare file con dimensione massima di 5 GB.

FileServe: anche qui è possibile caricare file (con dimensione massima di 1 GB) senza registrazione. (NEWS:  da poche ore non è più disponibile la condivisione dei file)

FileSonic: come FileServe, possibilità di caricare file con dimensione massima di 1 GB. I file sono disponibili per 30 giorni e serve una registrazione gratuita. Condivisione tramite link. (NEWS: anche su FileSonic limitata la condivisione)

Hotfile: senza registrazione permette di caricare file fino a 400 MB di dimensione.

YouSendIt: uno dei primi servizi di condivisione, offre 2 GB di storage gratuito con limite di 50 MB per file. I file possono poi essere condivisi via e-mail, ma solo cinque al mese per gli utenti non premium.

MediaFire: offre spazio gratuito fino a 2 GB (con limite per file di 200 MB). I file saranno però cancellati dopo un periodo di tempo.

Microsoft SkyDrive: completamente gratuito, permette agli utenti di avere uno spazio di 25 GB. Bisogna però avere un indirizzo Hotmail (o Msn).

Minus: molto semplice da utilizzare, con una bella interfaccia (anche drag&drop). Offre, con registrazione, fino a 50 GB di spazio gratis. Condivisione tramite link generati automaticamente.

Netload: offre un servizio gratuito senza registrazione (probabilmente per file fino a 400 MB). Mentre per gli account premium (a pagamento) non ci sono limiti di nessun tipo.

Opendrive: previa registrazione, offre 5 GB di spazio e la possibilità di caricare file con dimensione massima di 50 MB.

Oron: permette agli utenti di caricare (senza registrazione) file fino a 400MB, fino a cinque file alla volta. I file caricati, che possono essere condivisi tramite link, vengono conservati solo per un breve periodo di tempo (la velocità di upload è lenta).

RapidShare: con iscrizione gratuita, consente agli utenti di caricare file di dimensioni illimitate e condividerli attraverso mail, Twitter e Facebook. I file vengono automaticamente cancellati dopo un certo periodo di tempo. Uno dei più conosciuti insieme a MegaUpload e per questo, uno dei più a rischio per la chiusura.

SendSpace: registrazione non necessaria, ma consigliata per usufruire di alcuni servizi (sempre gratuiti). Permette di caricare file fino a 500 MB di grandezza (prende l’autenticazione tramite i social e c’è anche un’app per iPhone/Android).

SugarSync: simile a Box e Dropbox, offre 5 GB di storage gratuito con registrazione.

UploadStation: permette di caricare file (senza registrazione) fino a 2 GB.

zShare: uno dei primi servizi a nascere (si nota anche dalla grafica del sito), offre upload gratuito fino a 100 MB per file (senza registrazione).

WUpload: si dichiara “100% sicuro e anonimo”, offre agli utenti la possibilità di caricare file con dimensione massima 2 GB (per gli utenti non premium, il download parte con un ritardo obbligatorio e non c’è la possibilità di farli simultanei).

Gli effetti della chiusura di Megaupload si fanno sentire: gli altri siti, per evitare il rischio chiusura, stanno limitando la condivisione dei file (permettendo il download solo dei propri file caricati in precedenza). Il cloud è improvvisamente diventato rischioso?

Voi, che servizi usate? Ne avete altri da suggerire? Aspettiamo i vostri commenti ed i vostri pareri!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?