Le peggiori pubblicità del mese di ottobre [TOP HORROR]

La vostra razione mensile di orrori pubblicitari!

Nei nostri post di solito cerchiamo di mostrarvi le idee più belle trovate in rete, le più interessanti o quelle stilisticamente realizzate meglio.

Ma spesso nelle nostre ricerche ne vediamo anche altre veramente brutte, schifose e stupide e siccome non vogliamo privarvi di nulla, ecco la Top Horror di ottobre, la classifica con gli orrori del mese.

Se non avete paura dei pubblicitari, beh dovreste averne!

Ogilvy e il coniglietto inquietante per l’Anim’Est film festival

Vi scappa la pipì e vi dirigete verso il bagno, entrate e vi preparate a liberarvi del peso che vi affligge. Spalancate la porta e vi trovate davanti questo “simpatico” coniglietto: ve la fareste addosso per lo spavento o riuscireste a cambiare cabina? E se il coniglietto spuntasse alle vostre spalle mentre siete nell’atto? Fatto sta che per un festival di film horror hanno scelto proprio un bel testimonial.

Conigliette e pecorelle per Air New Zealand

Ancora conigli, anzi conigliette, di Playboy però. Le gemelle Shannon, ex fidanzate di Hugh Hefner, si prestano come testimonial per la linea aerea Neozelandese, ma la loro presenza viene oscurata dai due tizi vestiti da pecora, tanto inguardabili quanto idioti. E nel terzo video c’è anche David Hasselhoff, il mitico ex-bagnino di Baywatch. Cosa non si fa per i soldi eh?

Doppio testimonial e tante idee poco originali per il nuovo spot di Ferrarelle

Dopo una gara estenuante e contestatissima, l’agenzia che si è aggiudicata il contratto ha fatto davvero un ottimo lavoro: un copia-incolla creativo (ma non troppo) da altre pubblicità e due testimonial d’eccezione, Gianluigi Buffon e la sua consorte Alena Seredova, per comunicare l’italianità del marchio Ferrarelle. Ma siamo sicuri che la Seredova seduta in mezzo alle confezioni da sei di acqua minerale sia un simbolo dell’italianità?

State attenti agli zombie venditori di contratti telefonici quando riprendete l’auto nel parcheggio

A chi non è mai capitato di sentirsi seguiti da qualcuno o qualcosa? Specialmente quando siete da soli e dovete andare a riprendere l’auto nel parcheggio dopo aver fatto la spesa al supermercato… potrebbe esserci davvero qualcuno che vi segue, ad esempio una bambina fantasma che vi obbliga a sottoscrivere un contratto telefonico! Cioè, va bene che i giovani precari dei call center fanno la fame, ma far lavorare addirittura una già morta mi sembra un po’ esagerato. No?

La boy band che elogia la bontà dei prodotti caseari

Dalle mie parti “fare la ricotta” è un’espressione che indica tante cose, ma non credo contemplasse anche il pubblicizzare l’azione del produrre prodotti caseari in senso letterale. Mi hanno smentito invece i Churned, presunta boy band assunta dalla BBH per cantare i prodotti West Country. Un verso-perla della canzoncina (che ho ascoltato una volta e già odio) recita “Family farming has been the driving factor/Plow into the future aboard a shiny tractor”. Lo spot va in onda durante X-Factor, vi avviso se vi trovate per caso in Inghilterra ed avete paura di beccarlo in tv.