Post-it a vignette: i comics di Doug Savage

Si chiamano Savage Chickens le note di buonumore quotidiano rigorosamente "in giallo" del fumettista canadese

Post-it a vignette: i comics di Doug Savage

Attenzione: il programma seguente contiene scene che insultano la vostra intelligenza

Avete presente i post-it colmi di appunti che in ufficio popolano la vostra scrivania, il vostro computer, la vostra agenda? Beh, da oggi inizierete a guardarli in modo differente, dopo che avrete dato un’occhiata al divertente web comic del canadese Doug Savage: Savage Chickens.

Una serie a pubblicazione giornaliera sul sito savagechickens.com, dall’umorismo graffiante, con protagonisti polli e galline alle prese con la vita di tutti i giorni, tra televisione, internet, pubblicità, lavoro, amici e quesiti esistenziali.

Post-it a vignette: i comics di Doug Savage

"Ti odio". Killoggs Scorn Flakes, forniscono il 100% del tuo fabbisogno giornaliero di disprezzo.

Nella breve biografia sul sito l’autore dice di sé: “Di giorno, Doug Savage corregge manuali di software per una gigantesca multinazionale; di notte, è l’autore di Savage Chickens, un cartone animato disegnato interamente sui post-it”.

Post-it a vignette: i comics di Doug Savage

Come non rispondere alla domanda "Dove ti vedi tra 5 anni?" "Depresso profondamente e in lotta per uscire da qui".

Tra quelle pubblicate, molte delle quali sono state già raccolte nel libro Savage Chicken A Survival Kit for Life in the Coop (in lingua inglese) edito da Penguin, non mancano le vignette dedicate ai temi cult della cultura popolare, tra musica e cinema, dagli zombi a Star Wars, passando per i ninja…

 Post-it a vignette: i comics di Doug Savage

Un Ninja all'appello. "Presente".

 Post-it a vignette: i comics di Doug Savage

Incubi dei ninja: "Mi stanno guardando tutti!"

E, per chiudere la gallery, non si poteva fare a meno di segnalarvi questa:

Post-it a vignette: i comics di Doug Savage

Amore: è come avere mille piccoli ninja che attaccano il tuo cervello.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?